World’s first partial heart transplant completed in newborn with truncus arteriosus

08 settembre 2022

3 minuti per leggere

Fonte/Informazioni

Divulgazioni: Turek non riporta alcuna informativa finanziaria rilevante. Healio non è stato in grado di confermare l'informativa finanziaria Carboni rilevante al momento della pubblicazione.

Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contattare customerservice@slackinc.com.

Duke Health ha annunciato il completamento con successo del primo trapianto di cuore parziale al mondo, utilizzando arterie e valvole vive da un cuore di donatore che sono state fuse nel cuore esistente di un neonato.

il paziente, Owen Monroe Da Leyland, nella Carolina del Nord, è nato con il tronco arterioso - una condizione in cui le arterie coronarie sinistra e destra si fondono insieme - così come un rigurgito atriale in una delle valvole. La combinazione rendeva improbabile che il paziente sarebbe sopravvissuto fino a un trapianto di cuore completo; Pertanto, per una nuova procedura è stato utilizzato tessuto vivo proveniente dal cuore di un donatore di un altro bambino, non adatto al trapianto completo ma con valvole forti.

Mani_Cuore_AdobeStock
Fonte: Adobe Stock

Secondo un comunicato stampa di Duke Health, i pazienti pediatrici nati con un moncone arterioso di solito ricevono due arterie da cadavere conservate con valvole; Tuttavia, il tessuto del donatore non crescerà con il cuore del paziente e richiederà più interventi chirurgici a cuore aperto di follow-up per sostituire le valvole del cadavere, il che potrebbe limitare l'aspettativa di vita.

Il nuovo utilizzo di valvole e valvole attive consente alle valvole di crescere con il paziente nel tempo, aumentando l'aspettativa di vita e possibilmente eliminando la necessità di molti interventi chirurgici a cuore aperto, secondo il rilascio.

L'agricoltura parziale "risolve un grosso problema"

Joseph W. Turek

"Il trapianto di cuore parziale è un approccio interessante. Risolve un enorme problema che dobbiamo affrontare nella chirurgia cardiaca congenita, ovvero che i neonati e i bambini stanno invecchiando", Joseph W. Turek, MD, Ph.D.Durante una conferenza stampa, ha affermato il capo della Duke of pediatrica cardiochirurgia, assistente professore nel dipartimento di chirurgia e nel dipartimento di pediatria presso la Duke University School of Medicine e il leader del team Duke Health durante l'intervento chirurgico di trapianto di cuore parziale. "Quando le valvole devono essere sostituite o le arterie vengono sostituite, abbiamo bisogno che queste arterie e valvole crescano con loro in modo da non dover eseguire operazioni frequenti poiché dobbiamo sostituire queste valvole e arterie nel corso della loro vita".

Metodologia procedurale per la coltivazione parziale

Turek ha affermato che il completamento di questa procedura crea un nuovo campo nel campo del trapianto cardiaco pediatrico.

Per la procedura, i chirurghi hanno sezionato il busto esistente del paziente e hanno creato una nuova aorta ascendente e valvola utilizzando tessuto donatore vivente, lasciando attaccati i rami che vanno ai polmoni. Successivamente, le arteriole e la valvola del donatore sono state attaccate al cuore e al ventricolo destro esistenti del paziente.

Michele Carbone

"In questo caso particolare, l'idea di utilizzare pezzi di tessuto parziale, questo sarebbe un cuore che non verrebbe utilizzato o reso disponibile per la donazione ad un altro bambino", Michael Carbone, MDÈ professore associato nel dipartimento di pediatria della Duke University School of Medicine e cardiologo pediatrico. "Elimina la potenziale necessità di un tradizionale trapianto di cuore, che abbiamo incluso nell'elenco di Owen, se necessario, e utilizza una risorsa in un organo che non verrebbe altrimenti utilizzato. Non stiamo togliendo quell'organo a un altro bambino chi sarebbe stato in grado di usare l'intero cuore, ma noi sono in grado di utilizzare le parti del cuore che funzionano bene per ciò per cui ne abbiamo bisogno. Ciò potrebbe potenzialmente aprire una risorsa per l'utilizzo di organi che non vengono utilizzati , per qualcuno che non ha bisogno di un intero trapianto di cuore."

Alla conferenza stampa, i genitori e i medici di Owen hanno affermato che ha mostrato crescita e miglioramento da quando ha subito un intervento chirurgico il 22 aprile 2022.

Il team di Duke ritiene che un approccio simile possa essere applicabile ad altri pazienti pediatrici con difetti cardiaci congeniti, secondo la dichiarazione.

"Tornando alla nostra autopsia di 16 settimane, sapevamo già che qualcosa non andava. Aveva un problema medico, quindi durante la sua nascita eravamo già mentalmente preparati a sottoporci a un intervento chirurgico convenzionale", Nick MunroIl padre di Owen ha detto durante la conferenza stampa. "Abbiamo già avuto settimane e mesi di preparazione mentale, per farlo passare attraverso questo processo. Ma poi ci arriva la notizia che la procedura tradizionale non è praticabile, ma che questa è l'unica alternativa per lui nel suo caso particolare. Anche la possibilità di permettergli di condurre una vita normale e forse... senza dover subire ulteriori interventi chirurgici per il resto della sua vita, cosa che ci aspettiamo... questa è stata l'opzione migliore per lui".

#Worlds #partial #heart #transplant #completed #newborn #truncus #arteriosus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin diam justo, scelerisque non felis porta, placerat si. Vestibulum ac elementum massa. In rutrum quis risus quis sollicitudin.

navigation
newsletter
contact info
1, My Address, My Street, New York City, NY, USA