Neighbors: Jacksonville’s Mumford pulls no punches in fight against Parkinson’s

Le cose sembravano cupe per David Mumford di Jacksonville alcuni anni fa, quando gli fu diagnosticato il morbo di Parkinson.

"Non sono stato in grado di fare nulla", ha detto il 67enne Mumford. "Stavo cercando di giocare un po' a golf, ma questo lo ha messo fuori rotta. Ho dovuto smettere di guidare più o meno perché non mi fidavo di me stesso per muovere i piedi".

Ma le cose sono diverse ora che Mumford ha seguito la raccomandazione del medico e ha installato chirurgicamente una pompa medica per somministrare i farmaci di cui ha bisogno per combattere gli effetti del morbo di Parkinson.

"Ora posso fare praticamente tutto quello che voglio", ha detto Mumford. "Mi ha permesso di avere la mia libertà. Posso guidare e mi sento al sicuro perché posso controllarmi. Non ho ancora giocato a golf, ma voglio giocare lì e giocare a golf".

La storia della nuova libertà che Mumford scoprì iniziò diversi anni fa, quando iniziò a notare i sintomi di quello che sarebbe stato poi diagnosticato come il morbo di Parkinson.

"Contorcendomi con i piedi, tremando tra le braccia, andavo avanti e mi dirigevo verso l'angolo o la porta e mi fermavo e mi congelavo", ha detto Mumford. "Ho avuto molti alti e bassi, poche ore andranno bene e le prossime ore non andranno bene".

La malattia di David progredì rapidamente e sua moglie Mary dovette assistere al suo continuo deterioramento. Sono andati da uno specialista a Springfield che ha avvertito la coppia che il morbo di Parkinson era progressivo e avrebbe continuato a peggiorare.

"Abbiamo iniziato con un regime di farmaci, ma ogni volta che tornavamo indietro, il dottore aumentava la dose o aggiungeva un altro farmaco", ha detto Mary. "Quando David si è ritirato a 65 anni, il fondo è caduto. È allora che è diventato davvero brutto.

"Ha smesso di guidare, ha smesso di andare all'Accademia di polizia dei cittadini, ha smesso di fare tutto ciò che gli piaceva", ha detto Mary. "Ha fatto affidamento su di me per guidarlo ovunque e aiutarlo con i suoi farmaci".

David si è unito al Rock Steady Boxing Program per i malati di Parkinson presso il Bob Freesen YMCA di Jacksonville. Amy Little, il suo allenatore di boxe YMCA, gli ha consigliato di incontrare il dottor Ahmed Alkozy a Springfield, uno specialista che ha una vasta formazione nel morbo di Parkinson.

Il dottor Alkozy ha mantenuto David sugli stessi farmaci ma invece di prescrivere una pillola a rilascio prolungato, prescriveva farmaci ogni tre ore 24 ore su 24 per stabilizzare il regime di David. Questo ha funzionato per un po', ma poi la malattia progressiva si è diffusa.

"Il dottor Alkozy ha detto che David era in fase avanzata di morbo di Parkinson e che il farmaco sarebbe passato da ogni tre ore ogni ora a ogni due ore, e poi ogni ora". "Ed abbiamo entrambi sofferto ogni tre ore."

Alcozy ha quindi suggerito che David fosse dotato di una pompa Duopa prodotta da AbbVie. La pompa eroga una dose costante e controllata di farmaco per 16 ore consecutive attraverso tubi che vengono impiantati chirurgicamente attraverso l'ombelico nello stomaco e nell'intestino tenue.

David e Mary ne hanno parlato e hanno deciso di provare la pompa.

"Lo aiuto a collegare la pompa al mattino e a toglierla la sera, quando laviamo e puliamo il tubo", ha detto Mary. "Ha fatto un mondo di differenza. Il dottore ha detto che quando la pompa si avvia, inizieranno gradualmente a prendere i farmaci per via orale. "

Ora David, che è nato e cresciuto a Winchester ed è residente da molto tempo a Jacksonville, è uno dei partecipanti più vivaci alle sessioni bisettimanali di Rock Steady Boxing e alle lezioni di allenamento del mercoledì.

"Mary e io amiamo viaggiare e sarebbe di grande aiuto lì perché in passato dovevo ricevere aiuto per fare molte cose", ha detto David. "È bello poterlo fare da solo. Mi fa sentire così fortunato. Senza questa pompa, dubito che farei molto tranne che sedermi su una sedia, e non sono ancora pronto per farlo".

Interagire con i cinque nipoti della coppia è qualcosa che David può godere ancora una volta.

"Le persone che vivono qui sono quattro e mezzo e due, quindi posso stare al passo con quella metà", ha detto David. "Posso giocare con loro e fare molte cose e andare in posti che non sarei stato in grado di fare".

David ha qualche consiglio per i pazienti con Parkinson i cui medici suggeriscono di usare un tiralatte.

"Se il tuo dottore dice, fallo con tutti i mezzi", ha detto David. "Mi ha permesso di apprezzare la libertà che ho e le attività che posso fare".

Se hai un suggerimento da descrivere a qualcuno, invia il suo nome e tutte le informazioni di contatto disponibili a communitynews@myjournalcourier.com.

#Neighbors #Jacksonvilles #Mumford #pulls #punches #fight #Parkinsons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.