Pacemaker implant by Cornell team saves mini donkey’s life – Horsetalk.co.nz

Niente durante l'intervento chirurgico con il team di assistenza veterinaria di Cornell. Il personale di diversi dipartimenti ha lavorato al caso di Nix, compreso il personale dei servizi di medicina interna e cardiologia, i membri del servizio di chirurgia dei tessuti molli per animali di grandi dimensioni, il servizio di anestesia e diversi operatori ospedalieri. © Carol Jennings / CVM

A tre mesi, l'asinello di Knicks avrebbe dovuto essere vivace e pieno di energia. Invece, stava regolarmente crollando a causa di una grave condizione cardiaca.

Per trattare questa malattia spesso fatale, i veterinari a Ospedale per animali della Cornell University A New York ha impiantato con successo un pacemaker a Knicks. È il primo intervento chirurgico del suo genere su una specie animale di grandi dimensioni a Cornell.

Malka Mindy e Carlton Lockwood hanno detto che era difficile vedere soffrire i Knicks. "O non fa nulla e i Knicks continueranno a deteriorarsi e forse a subire una morte agonizzante - o il suo pacemaker", ha detto Mindy Lockwood.

Gli episodi di esaurimento e letargia generale di Nix sono iniziati nell'autunno del 2020 quando aveva solo pochi mesi. La famiglia Lockwood ha chiesto al loro veterinario regolare, la dott.ssa Joanne Ayers del Genesee Valley Veterinary Hospital, di esaminare l'asino in miniatura nella loro fattoria a Canandigua, New York, dove Knicks vive con i suoi genitori, una Yonne Hutt, un altro asinello di nome Charlie, e un gregge di capre.

Ayers ha lavorato, in consultazione con Lockwood e la dottoressa Barbara Delveskovo, una ricercatrice clinica presso il Dipartimento di Medicina dei Grandi Animali della Cornell, per diagnosticare le condizioni di Nix. Inizialmente pensavano che potesse aver avuto l'epilessia o aver subito qualche tipo di lesione traumatica al collo o al cranio, ma hanno escluso quelle circostanze.

Nel febbraio di quest'anno, le condizioni di Nix sono peggiorate. I Lockwood videro che i Knicks stavano cadendo di nuovo, questa volta da una posizione eretta, e barcollarono ancora di più mentre camminavano. "Quando è caduta, ha avuto le vertigini per alcuni secondi e poi è tornata. È caduta alcune volte ed è uscita dal recinto del pascolo, il che ci ha fatto preoccupare di più per la sua sicurezza", ha detto Carlton Lockwood.

Ayers ha indirizzato Nix a Cornell, dove i veterinari hanno eseguito un ecocardiogramma e l'hanno posta su un elettrocardiogramma, che registra il ritmo del cuore. Con queste informazioni, il team di assistenza di Nix le ha diagnosticato un blocco atrioventricolare di grado 3: gli atri e i ventricoli non erano collegati, il che significa che il ritmo del suo cuore era estremamente lento e irregolare.

A causa dell'età di Nix e della mancanza di altri problemi di fondo, era un'ottima candidata per un pacemaker.
A causa dell'età di Nix e della mancanza di altri problemi di fondo, era un'ottima candidata per un pacemaker. © Carol Jennings / CVM

C'erano frequenti pause di 20-30 secondi senza battito cardiaco o flusso sanguigno al suo corpo, causando l'allargamento del suo cuore. Senza portare abbastanza sangue al cervello o intorno al corpo per lunghi periodi, Nicks ha mostrato i classici segni clinici della condizione, inclusi collasso, episodi di debolezza e intolleranza all'esercizio fisico intenso.

Le aritmie si dividono in due categorie, fisiologiche - nel senso che si verificano naturalmente quando i cavalli sono rilassati ma vanno via con stress, eccitazione o esercizio - o patologiche, il che significa che sono anormali, pericolose e possono causare scarse prestazioni. L'aritmia di Nix è stata l'ultima.

"Questa è un'aritmia patologica che vediamo molto insolitamente nei cavalli, ma si verifica un po' più spesso negli asini, in particolare nei giovani asini", ha detto la dottoressa Catherine Mitchell, assistente professore presso il Dipartimento di medicina degli animali di grandi dimensioni, che ha supervisionato il caso di Nix al Cornell.

Sebbene sia comune vedere questo tipo di aritmia negli asini in miniatura, è ancora una condizione rara. "Data la gravità dell'aritmia e la frequenza del collasso, il farmaco non sarebbe stato efficace, quindi ci è stata data solo la possibilità di scegliere il posizionamento del pacemaker o l'eutanasia, dato l'alto rischio di trauma psicologico sostenuto", ha detto Mitchell.

Data l'età di Nix e la mancanza di altri problemi di fondo, Mitchell ha detto, era un'ottima candidata per un pacemaker, il che non è sempre il caso. Ho parlato della situazione e delle opzioni dei Knicks con i Lockwood, che hanno scelto il pacemaker.

In uno sforzo di collaborazione tra Mitchell e Delveskovo del servizio di medicina interna per animali di grandi dimensioni, il dottor Lawrence Santistevan del servizio di cardiologia, i membri del servizio di chirurgia dei tessuti molli per animali di grandi dimensioni, il servizio di anestesia e diversi operatori ospedalieri, la complessa procedura del trapianto di Nix è andato bene.

In uno sforzo di collaborazione tra più servizi del Cornell University Animal Hospital, l'intervento chirurgico di Nix è andato bene.
In uno sforzo di collaborazione tra più servizi del Cornell University Animal Hospital, l'intervento chirurgico di Nix è andato bene. © Carol Jennings / CVM

"Ci sono alcuni asini in tutto il mondo che sono dotati di defibrillatori, ma non sono certamente rari", ha detto Mitchell. "E' stato un grande lavoro di squadra".

Il team di assistenza di Nix ha notato un miglioramento immediato dopo l'intervento chirurgico: ora l'asino in miniatura ha abbastanza flusso sanguigno al cervello per consentirle di camminare normalmente, senza svenimenti o letargia. La batteria del pacemaker dovrà essere sostituita dopo circa sette-nove anni, ma se il dispositivo continua a funzionare bene, il Nix vivrà una vita normale.

A breve termine, è essenziale che i Knicks rimangano calmi e abbiano un esercizio limitato. Se il filo del pacemaker si staccasse dal muscolo cardiaco o si infettasse, entrambi sarebbero pericolosi per la sua salute.

"La terremo calma per il primo mese per ridurre il rischio e, se tutto sembra a posto, alzeremo un po' il suo pacemaker in modo che possa aumentare un po' di velocità e giocare con sua madre sul ring", ha detto Mitchell . .

I Knicks verranno per un riesame alla Cornell ogni anno, ma per ora è in un piccolo pascolo con sua madre per mantenere bassa la sua attività mentre si riprende, dice Lockwood. "È stata più vigile, è rumorosa e ha ritrovato il coraggio".

Nicks torna a casa in giro con sua madre, June, mentre si riprende.  Tornerai a Cornell per un riesame ogni anno.
Nicks torna a casa in giro con sua madre, June, mentre si riprende. Tornerai a Cornell per un riesame ogni anno. © Darcy Rose

Mitchell consiglia un'indagine tempestiva su qualsiasi debolezza, letargia, intolleranza all'esercizio o esaurimento in pony, cavalli e asini. "Ci sono alcune condizioni curabili e diagnosticabili e si raccomanda un trattamento appropriato", ha detto.

Mindy Lockwood ha detto che Mitchell ha trascorso molto tempo con Nicks, portandola fuori a pascolare la sera. "Il dottor Mitchell è stato bravissimo a spiegare tutto e guidarci attraverso il processo", ha detto.

A un riesame con Nix questo mese, il suo pacemaker funzionava bene e il suo cuore ha avuto solo una lieve reazione al pacemaker. Dal momento che aveva anche alcuni problemi alla pelle, probabilmente causati dalle mosche, è rimasta in ospedale per qualche giorno in più per ricevere antibiotici per via endovenosa.

Tornerà per un nuovo controllo tra qualche settimana, ma nel frattempo i Lockwood festeggiano il secondo compleanno dei Knicks.

I Lockwood hanno dichiarato: "Le cure di Nix alla Cornell sono state eccezionali e apprezziamo davvero quello che avrebbero potuto fare per lei".

Articolo cortesia Cornell University College of Veterinary Medicine

Il team di cura di Nix dopo l'intervento chirurgico al pacemaker.  Da sinistra: il Dr. Saki Kadotani visita il Centro di Cardiologia.  Roman Bariaot, Capo del Dipartimento di Cardiologia.  Catherine Mitchell, assistente professore, detiene Nix;  In ginocchio davanti, i cardiologi Dr. Lawrence Santistefan e Dr. Courtney Belzec.
Il team di cura di Nix dopo l'intervento chirurgico al pacemaker. Da sinistra: il Dr. Saki Kadotani visita il Centro di Cardiologia. Roman Bariaot, Capo del Dipartimento di Cardiologia. Catherine Mitchell, assistente professore, detiene Nix; In ginocchio davanti, i cardiologi Dr. Lawrence Santistefan e Dr. Courtney Belzec. © Darcy Rose
#Pacemaker #implant #Cornell #team #saves #mini #donkeys #life #Horsetalk.co.nz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.