Ochsner and Tulane Collaboration Uncovers What Happens to Genes Inside Artery Plaques to Trigger Strokes

15 agosto 2022 - I ricercatori della Ochner University School of Medicine e della Tulane University hanno identificato i geni che vengono attivati ​​nelle arterie carotidi quando le placche rotte causano un ictus. Il lavoro, pubblicato su Scientific Reports, è reso possibile ottenendo campioni più vicini al tempo dell'ictus di quanto fosse possibile in precedenza. I risultati forniscono un quadro di ciò che le cellule nella placca stanno facendo nel momento in cui provoca un ictus.

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte a livello globale, responsabile di circa 17,9 milioni di decessi all'anno ed è spesso il risultato dell'accumulo di placca nelle arterie. Quando queste placche scoppiano, possono rilasciare una sostanza nel flusso sanguigno che impedisce all'ossigeno di raggiungere il cuore o il cervello. Non c'è modo di determinare con precisione quando la placca si romperà.

Studi precedenti si sono basati su campioni dell'arteria carotide ottenuti dopo la morte di un paziente o mesi dopo un ictus o un infarto. Ciò limita le informazioni che possono essere ottenute o trascura gli eventi che si verificano solo al momento della rottura. Per la prima volta, l'attuale studio ha sequenziato l'RNA nelle placche di pazienti che avevano avuto un ictus entro due o cinque giorni. In tal modo, il team ha creato un'immagine dell'RNA attivo molto più vicino al momento della rottura di quanto fosse possibile in precedenza.

I ricercatori hanno scoperto che le placche che si sono rotte avevano aumentato l'infiammazione insieme a processi che avrebbero causato la perdita di una parte della placca che protegge dalla rottura, nota come cappuccio fibroso. Sorprendentemente, i ricercatori hanno scoperto che le placche rotte aumentavano i marcatori dei linfociti B, un globulo bianco il cui ruolo nella rottura della placca non era stato precedentemente apprezzato.

L'occlusione dell'arteria carotidea è una causa comune di alcuni ictus ischemici, che si verificano quando il flusso sanguigno a una parte del cervello viene interrotto, impedendo al tessuto cerebrale di ottenere l'ossigeno e i nutrienti necessari. Poiché i meccanismi che portano ad alcuni ictus e alla maggior parte degli attacchi di cuore coinvolgono gli stessi eventi di rottura della placca, questi risultati hanno anche implicazioni per le malattie cardiache.

"L'infiammazione è un noto fattore di rischio per l'aterosclerosi, che porta a ictus e infarto", ha affermato Hernan Bazin, Dr. John Ochner Professor of Cardiovascular Innovation presso Ochsner Health. "Le placche carotidee e coronariche sviluppano una copertura protettiva che, per ragioni non chiare, si assottiglia, rendendo più probabili ictus e infarti".

"L'identificazione dei geni che promuovono questa attenuazione ci offre nuovi obiettivi per le terapie e la diagnostica per prevenire attacchi di cuore e ictus", sottolinea l'autore senior dello studio Cooper Woods, professore di fisiologia e medicina presso la Tulane University School of Medicine.

Il National Institutes of Health e John Ochner Professor of Cardiovascular Innovation supportano questa ricerca. Il Dr. Bazin è stato nominato Capo dell'Innovazione Cardiovascolare di John Ochner lo scorso anno, una posizione creata dopo la morte del chirurgo cardiovascolare di fama nazionale Dr. John Ochner per onorare la sua eredità e influenza nel campo della medicina. Il Dr. Bazin detiene l'innovazione nei meccanismi dell'aterosclerosi e la ricerca clinica dell'arteria carotide acuta e dell'ictus attraverso la posizione. Questo supporto continuerà almeno fino al 2026.

Nature, Scientific Reports, è la quinta rivista più citata al mondo, con oltre 696.000 citazioni nel 2021. Lo studio completo è disponibile online all'indirizzo https://www.nature.com/articles/s41598-022-17546-9.

Ulteriori informazioni sulla cattedra John Ochsner in Cardiovascular Innovation: https://research.ochsner.org/research-announcements/2021/johvi

#Ochsner #Tulane #Collaboration #Uncovers #Genes #Artery #Plaques #Trigger #Strokes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.