New IBD Mechanisms of Action Are Poised to Gain EU5 Patient Switches as Anti-TNF Therapy Efficacy Fades in Ulcerative Colitis and Crohn’s Disease, According to Spherix Global Insights

Rinvoq di AbbVie dotato di opportunità di penetrazione nel mercato UC EU5 con l'approvazione EMA

Exton, Pennsylvania.E il 16 agosto 2022 /PRNewswire/ - Secondo l'ultimo rapporto pubblicato come parte di Spherix RealWorld Dynamix™: commutazione di molecole biologiche/piccole in IBD (UE) Service, i gastroenterologi dell'UE (n = 285) hanno accelerato il passaggio per i pazienti con colite ulcerosa (CU) e morbo di Crohn (CD) dalle terapie anti-TNF a terapie che includono nuove vie come l'inibizione di IL12/IL23, il legame dell'integrina α4β7, JAK inibizione e modulazione S1P. Lo studio Spherix include 1.280 cartelle cliniche uniche di pazienti affetti da IBD da EU5 (FranciaE il GermaniaE il ItaliaE il Spagnae il Regno Unito) che incapsulano i dati a livello di paziente.

Tutti i pazienti sono stati recentemente trasferiti da un trattamento avanzato a un altro e lo studio esamina molti aspetti del processo di cambio, come i criteri per valutare un potenziale cambio di paziente, i fattori determinanti delle caratteristiche cliniche nella decisione di cambiare e considerazioni specifiche per le terapie sostitutive.

Il rapporto identifica anche un livello significativo di opportunità che esiste ancora per nuovi percorsi e agenti nell'IBD. Analogamente agli anni precedenti, più di un quarto dei pazienti con CU e MC viene trasferito ogni anno a un altro trattamento avanzato a causa della diminuzione dell'efficacia del trattamento o dell'incapacità dei pazienti di raggiungere la remissione clinica completa. Più specificamente, il 27% dei pazienti con UCSD e il 30% dei pazienti con CD di nuova conversione lo hanno fatto a causa del fallimento dell'efficacia secondaria.

Le terapie bio-sostitutive (infliximab e adalimumab) sono le due opzioni di trattamento con maggiori probabilità di indurre un cambiamento basato sull'efficacia. All'UCLA, metà dei pazienti convertiti a causa del fallimento dell'efficacia secondaria utilizzava in precedenza un biosimilare; Su CD, questa stima sale al 55%. Infatti, quando si combinano biosimilari e marche, la terapia del fattore di necrosi tumorale (TNF) rappresenta un passaggio dall'agente per la maggior parte dei pazienti con CU e MC.

Mentre i gastroenterologi EU5 possono passare a un'altra terapia TNF in alcuni casi, gli AMOA rappresentano più della metà di tutte le terapie "consegnate" nelle aree di trattamento dell'UCLA e del CD. Mentre Jyseca di Galapagos/Gilead e Zeposia di BMS sono state recentemente opzioni di switch AMOA dalla loro approvazione alla fine dello scorso anno, Stelara di Janssen rimane la più popolare per passare al trattamento AMOA, catturando quasi un quinto e quasi un terzo di tutti gli switch UC.

Insieme al profilo profondo della storia di ciascun paziente in termini di tempo dalla diagnosi, comorbidità, risultati di laboratorio e storia del trattamento, riportare i profili per ciascuna marca disponibile in CU e MC, insieme ai biosimilari di infliximab e adalimumab come categoria separata (in diversi metriche diverse), tra cui:

  • Tempo sull'agente precedente prima del passaggio
  • Motivi primari e secondari per il passaggio con indagini di follow-up se l'efficacia, il costo, la sicurezza o la tollerabilità sono il motivo del passaggio
  • Motivi primari e secondari per una nuova selezione/passaggio a un agente con indagini di follow-up se il motivo della selezione è l'efficacia, il MOA, la richiesta del paziente
  • Quali altri fattori sono stati presi in considerazione anche durante il passaggio e perché/non effettuare la selezione

L'audit include anche una prospettiva lungimirante che chiede potenziali opportunità di cambiamento per molti trattamenti della pipeline UC e CD se approvati e resi disponibili. In particolare, questa analisi ha rivelato un grande potenziale per la futura conversione a Rinvoq (upadacitinib) da parte di AbbVie presso l'UCLA, data la sua approvazione da parte dell'EMA.

Intorno a RealWorld Dynamix™

RealWorld Dynamix™: commutazione di molecole biologiche/piccole in IBD (UE) Si tratta di un servizio indipendente basato sui dati che svela i modelli reali di gestione dei pazienti attraverso rapporti annuali basati su audit grafici di quasi 1.200 pazienti. Il rapporto rivela il "perché" dietro le decisioni terapeutiche, include un orientamento anno dopo anno per identificare gli aspetti chiave dello sviluppo del mercato e integra i dati comportamentali e demografici dei professionisti per evidenziare le differenze tra i modelli di trattamento riportati ed effettivi.

Informazioni su Spherix Global Insights

Spherix Global Insights è una società di market intelligence altamente focalizzata che sfrutta i nostri dati e le nostre competenze indipendenti per fornire una direzione strategica, in modo che gli stakeholder biofarmaceutici prendano decisioni con fiducia. Siamo specializzati nei mercati dell'immunologia, della nefrologia e della neurologia.

Tutti i nomi di società, marchi o prodotti citati in questo documento sono marchi dei rispettivi proprietari.

Per maggiori informazioni si prega di contattare:
Paul ZimmermannVicepresidente, Approfondimenti

E-mail: [email protected]
www.spherixglobalinsights.com

FONTE Spherix Global Insights

#IBD #Mechanisms #Action #Poised #Gain #EU5 #Patient #Switches #AntiTNF #Therapy #Efficacy #Fades #Ulcerative #Colitis #Crohns #Disease #Spherix #Global #Insights

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.