You likely don’t need vitamin D pills for strong bones

I recenti risultati di un importante studio sull'effetto degli integratori di vitamina D hanno sorpreso i ricercatori medici con il loro palese rifiuto dell'idea che l'assunzione di grandi dosi di vitamina D migliori la salute delle ossa negli adulti sani di mezza età e negli anziani.

Questo studio ribalta l'idea che gli anziani dovrebbero assumere vitamina D extra per evitare l'osteoporosi e una perdita di massa ossea con l'età. I risultati, di un ampio studio randomizzato controllato - considerato il gold standard tra i progetti di studi clinici - mostrano che uomini sani, di età pari o superiore a 50 anni e donne di età pari o superiore a 55 anni, che hanno assunto 2.000 UI di vitamina D al giorno non hanno avuto un numero di fratture ossee inferiori rispetto a quelli che hanno assunto il placebo durante i cinque anni di follow-up.

Lo studio sulle fratture, parte del massiccio studio sulla vitamina D e Omega-3 (VITAL) condotto dal Brigham and Women's Hospital, è condotto dal professor Merrill Leibov della Harvard Medical School, capo della densità di calcio e ossea e direttore del Center for Skeletal Salute e Osteoporosi e Unità di Densità Ossea nella Divisione di Endocrinologia Sordi a Brigham. Mentre LeBeouf ha elogiato i risultati dello studio come una chiara indicazione, ha anche affermato che è importante sottolineare che i risultati si applicano solo alla popolazione studiata: adulti sani non precedentemente selezionati per l'osteoporosi, grave carenza di vitamina D o quelli con condizioni gastrointestinali come il Crohn. Malattia che può interferire con il normale assorbimento della vitamina nel corpo.

L'osteoporosi è un grave problema di salute pubblica. Una donna su due di età pari o superiore a 50 anni e un uomo su quattro avranno una frattura osteoporotica nella loro vita rimanente, quindi i modi per ridurre le fratture sono davvero importanti", ha affermato LeBeouf.

Circa 53,6 milioni di americani hanno l'osteoporosi e/o una ridotta massa ossea e 2 milioni di fratture si verificano ogni anno a causa dell'osteoporosi, un numero che dovrebbe salire a 3 milioni entro il 2040 e costare circa 95 miliardi di dollari all'anno, secondo le informazioni di base dello studio. Circa il 19% degli adulti negli Stati Uniti assume un qualche tipo di integratore di vitamina D, rispetto al 5,1% nel 1999.

LeBoff e JoAnn Manson, direttrici del processo principale VITAL, professore di medicina all'HMS e capo della medicina preventiva a Brigham, hanno affermato che, sebbene lo studio metta in dubbio la necessità di un'integrazione, non cambia la comprensione della scienza medica del ruolo chiave la vitamina D gioca nel corpo. La vitamina aiuta l'intestino ad assorbire il calcio, un minerale importante per la salute delle ossa, ed entrambi hanno convenuto che non ci sono dubbi sull'importanza della vitamina D per una buona salute.

Invece, hanno detto, i risultati probabilmente indicano che abbiamo solo bisogno di quantità da piccole a moderate di vitamina D per la salute delle ossa e sforzi nazionali decennale per combattere le malattie delle ossa come il rachitismo fortificando latte, cereali per la colazione e altri alimenti che contengono la vitamina. Dott). Ha avuto l'effetto desiderato.

Lo studio suggerisce anche, ha detto Manson, che le gamme di laboratorio raccomandate che dicono ai medici che i livelli ematici di vitamina D di cui abbiamo bisogno sono probabilmente troppo alti e non basati su prove: la maggior parte degli anziani sani sta già assumendo abbastanza vitamina. diete e attraverso l'esposizione alla luce solare, che spinge la pelle a produrre la vitamina.

"Questo non significa che tutti dovrebbero rinunciare alle pillole di vitamina D, specialmente se un medico consiglia di assumere vitamina D extra, ad esempio, se hanno problemi di salute delle ossa o malassorbimento", ha detto Manson. "Ma questo screening su larga scala dei livelli di vitamina D nel sangue deve essere drasticamente ridotto perché non va a beneficio della maggior parte della popolazione e si aggiunge ai costi dell'assistenza sanitaria".

Nonostante i recenti risultati, studi precedenti condotti nell'ambito di VITAL hanno dimostrato che esistono alcuni benefici dall'integrazione di vitamina D, inclusa una ridotta possibilità di sviluppare un cancro metastatico o fatale, un effetto probabilmente dovuto a meccanismi che interferiscono con l'invasione e la crescita del tumore, su Manson dice. Un altro studio ha mostrato che l'integrazione di vitamina D ha ridotto significativamente la possibilità di sviluppare malattie autoimmuni del 22%. In effetti, Manson sta continuando le sue indagini sui potenziali benefici dell'integrazione di vitamina D e sta completando una prova per verificare se alte dosi di vitamina D - 10.000 unità seguite inizialmente da 3.200 unità al giorno per quattro settimane - possono aiutare a ridurre la gravità del COVID-19 sintomi e prevenire lo sviluppo di COVID-19 prolungato.

"Per altri risultati, poiché potrebbero esserci requisiti diversi per diversi tessuti e sistemi di organi, è biologicamente plausibile che ci sarebbero benefici da quantità maggiori di vitamina D di quelle necessarie per la salute delle ossa", ha detto Manson. in quella possibilità".

C'è una "crisi nella cura dell'osteoporosi" negli Stati Uniti, ha detto Lebov, e molte persone soffrono di osteoporosi e aumentano il rischio di fratture con l'età. Sebbene gli adulti sani di mezza età e gli anziani potrebbero non trarre beneficio dall'integrazione di vitamina D, dovrebbero prestare attenzione ai segni di ossa deboli poiché sul mercato ci sono molti farmaci che possono aiutare.

"Abbiamo farmaci disponibili per ridurre le fratture", ha detto LeBeouf. “Ma il 10,3% dei partecipanti a VITAL, il più grande studio randomizzato controllato di vitamina D supplementare al mondo, aveva una storia di frattura osteoporotica e solo il 4,8% stava assumendo farmaci per l'osteoporosi quando si è iscritto per la prima volta allo studio, il che è sorprendente per me."

#dont #vitamin #pills #strong #bones

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.