‘Virtual’ Museum Visits Are Good Medicine for Seniors

Scritto da Sidney Murphy HealthDay Reporter, giornalista della Giornata della Salute

(giornata della salute)

MARTEDÌ, 16 agosto 2022 (HealthDay News) - Combinando la tecnologia con attività artistiche interattive, le persone anziane a casa possono venire nei musei - questo può supportare la loro salute fisica, mentale e sociale, riporta un nuovo studio.

"Questa attività partecipativa basata sull'arte potrebbe diventare un modello che potrebbe essere presentato nei musei e nelle istituzioni artistiche di tutto il mondo per promuovere un invecchiamento attivo e in buona salute", ha affermato l'autore principale, il dottor Olivier Bouchet, professore di medicina all'Università di Montreal.

A livello globale, l'isolamento sociale è legato a una serie di minacce per la salute, tra cui un aumento del rischio di malattie cardiache e ictus, così come il declino mentale e persino la morte prematura. La pandemia di COVID-19 non ha fatto che aumentare l'isolamento degli anziani a causa della necessità per gli anziani di ridurre la loro esposizione.

I ricercatori hanno affermato che questo nuovo studio - pubblicato il 16 agosto sulla rivista frontiere in medicina Mostra come le visite ai musei virtuali possono migliorare notevolmente la qualità della vita degli anziani che vivono nelle loro case.

Per un periodo di tre mesi, Bouchet e colleghi hanno lavorato alla ricerca con il Museo di Belle Arti di Montreal (MMFA). In tutto, nell'area di Montreal sono stati reclutati 106 anziani. La metà di loro ha partecipato settimanalmente a visite guidate online; La metà di loro non ha svolto alcuna attività culturale.

Coloro che hanno partecipato alle visite virtuali hanno riscontrato un miglioramento significativo dei loro punteggi sulle misure di isolamento sociale, benessere, qualità della vita e vulnerabilità.

"Il nostro studio ha dimostrato che l'attivismo basato sull'arte può essere un intervento efficace", ha detto Bouchet in un comunicato stampa.

I ricercatori hanno affermato che il più grande vantaggio dei tour del museo virtuale di 45 minuti, che includevano anche una sessione di domande e risposte di 15 minuti con la guida del museo, sembrava risiedere nella riduzione della vulnerabilità.

L'astenia si riferisce a "uno stato di vulnerabilità in cui gli individui sperimentano eventi sanitari avversi e disabilità che influiscono negativamente sulla loro qualità di vita e aumentano i costi sanitari e sociali", ha affermato Bouchet. "I sistemi sanitari e sociali devono affrontare la sfida di ridurre la vulnerabilità e le conseguenze negative associate dell'invecchiamento della popolazione".

Il nuovo studio è il seguito della ricerca che ha esaminato i potenziali benefici per la salute di un programma di laurea gestito da MMFA chiamato "Thursdays at the Museum".

I risultati dello studio del 2018 hanno mostrato che le attività artistiche offerte dal museo possono migliorare il benessere degli anziani, la qualità della vita e la salute. Il successo del programma ha portato a uno studio internazionale triennale che ha esaminato tali interventi basati sull'arte in varie società e culture.

Le iniziative basate sull'arte sono esempi di strategie supportate dall'OMS per la gestione delle malattie croniche, ha affermato Bouchet. Il Programma dell'Organizzazione Mondiale della Sanità 2015 sull'invecchiamento e la salute ha evidenziato l'importanza di promuovere la cultura attraverso organizzazioni comunitarie per promuovere la salute.

fonte: frontiere in medicinaComunicato stampa, 16 agosto 2022

Copyright © 2020 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

#Virtual #Museum #Visits #Good #Medicine #Seniors

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.