What Types of Exercise Do You Need to Reduce Dementia Risk?

Gli esperti credono da tempo che l'esercizio fisico possa aiutare a proteggere dalla demenza. Tuttavia, sebbene abbiano notato un modello generale di riduzione del rischio, gli studi su questo argomento sono stati piccoli - e spesso contrastanti - con scarso consenso su quale tipo, frequenza o intensità di esercizio potrebbe essere migliore.

"Non esiste una vera prescrizione chiara che possiamo fornire per l'attività fisica", ha affermato il dottor Joel Salinas, assistente professore di neurologia presso la Grossman School of Medicine della New York University, specializzato nel trattamento di persone con demenza.

Ma tre importanti studi a lungo termine pubblicati negli ultimi mesi hanno tentato di identificare i tipi, l'intensità e la durata dell'attività fisica che conferiscono la protezione più completa contro la demenza. Questi studi, che hanno seguito migliaia o addirittura centinaia di migliaia di persone per anni, confermano che l'attività fisica regolare, in molte forme, gioca un ruolo importante nella riduzione del rischio di demenza.

Gli esercizi vigorosi sembrano essere i migliori, ma anche esercizi non convenzionali, come fare i lavori domestici, possono fornire un enorme vantaggio. Sorprendentemente, è ugualmente efficace nel ridurre il rischio di demenza in quelli con una storia familiare di demenza.

Nel primo studio, pubblicato il 27 luglio sulla rivista Neurology, i ricercatori hanno analizzato le informazioni sulla salute di 501.376 partecipanti senza demenza in un database britannico chiamato UK Biobank per trovare collegamenti tra l'attività fisica e il rischio di sviluppare la malattia.

Uno dei principali vantaggi di questo database è che contiene "dati molto ricchi sui geni" per i partecipanti, ha affermato il dottor Huan Song, ricercatore presso il West China Hospital, Sichuan University, che è stato uno degli autori dello studio. Ciò includeva il profilo di rischio dei partecipanti in base al fatto che avessero varianti genetiche note per essere associate alla demenza o se avessero familiari stretti con la condizione.

All'inizio dello studio, i partecipanti hanno compilato questionari dettagliati sulla loro partecipazione ad attività fisiche, come esercizio, salire le scale o camminare, e se camminavano o andavano regolarmente in bicicletta per andare al lavoro. È stato anche chiesto loro di vari fattori dello stile di vita, inclusa la frequenza con cui completavano le faccende domestiche.

Uno dei principali ostacoli agli studi precedenti, ha affermato il dottor Song, è che "la definizione di attività fisica è troppo scarsa". "Alcuni usano l'importo totale, altri si concentrano solo su uno stile di attività". I questionari britannici fornivano privacy sulle attività a cui i partecipanti partecipavano regolarmente.

I partecipanti sono stati seguiti per 11 anni, durante i quali 5.185 hanno sviluppato demenza. Lo studio ha rilevato che nei partecipanti che svolgevano attività vigorose e regolari, come praticare sport o esercizio fisico, il rischio di sviluppare demenza era ridotto del 35%. Sorprendentemente, anche le persone che hanno riferito di aver completato regolarmente le faccende domestiche hanno avuto un beneficio significativo; Avevano un rischio inferiore del 21%.

"Alcune persone lavorano molto duramente mentre fanno i lavori domestici", ha detto la dott.ssa Sandra Weintraub, neurologa della Northwestern University Feinberg School of Medicine, che non è stata associata a questo studio. "Potrebbe essere che se fai le faccende per tre ore, sei bravo come se facessi 30 minuti di esercizio aerobico".

Per il dottor Salinas, che raccomanda alle persone di mirare a 150 minuti di esercizio di intensità da moderata a vigorosa a settimana, i risultati rafforzano l'idea che l'esercizio da moderato a vigoroso può migliorare la salute del cervello. Lo sviluppo di questa abitudine all'esercizio, ha detto, "è probabile che abbia un effetto sinergico molto profondo". "Puoi ottenere un sacco di soldi in termini di aiuto per migliorare la tua salute attraverso l'attività fisica".

Forse in modo più incoraggiante, l'associazione tra attività fisica e un ridotto rischio di demenza è stata estesa ai partecipanti con una storia familiare di demenza.

"È molto importante sapere che se hai una storia familiare di demenza, puoi usare l'attività fisica per ridurre il rischio", ha affermato il dottor Song.

Il secondo articolo, pubblicato la scorsa settimana sulla rivista Neurology, ha combinato 38 studi per vedere quali attività ricreative erano associate a un rischio ridotto di demenza. In tutto, gli studi hanno seguito più di due milioni di partecipanti senza demenza per almeno tre anni, durante i quali 74.700 hanno sviluppato demenza.

Dopo aver controllato l'età, l'istruzione e il sesso, i ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che si esercitavano regolarmente - definiti come partecipanti ad attività come camminare, correre, nuotare, ballare, praticare sport o allenarsi in palestra - avevano un rischio inferiore del 17%. demenza in via di sviluppo rispetto a coloro che non lo facevano.

Questa meta-analisi mostra che la prevenzione della demenza non si limita a un'attività, e nemmeno a un tipo di attività. "Raccomandiamo alle persone di fare l'esercizio che preferiscono", ha affermato Li Shi, ricercatore dell'Università di Pechino e uno degli autori dello studio, a causa della varietà di attività fisiche in cui i partecipanti sono impegnati.

Quando si tratta di sfruttare i benefici dell'attività fisica, non è mai troppo presto per iniziare. In un terzo studio pubblicato questo mese, i ricercatori hanno seguito più di 1.200 bambini dai 7 ai 15 anni per più di 30 anni. Quelli con livelli più elevati di forma fisica da bambini avevano livelli più elevati di funzionamento cognitivo nella mezza età, suggerendo che stabilire un'abitudine all'attività fisica per tutta la vita potrebbe essere benefico per la salute del cervello.

Insieme, questi studi suggeriscono che i modi in cui muoviamo i nostri corpi su base giornaliera possono accumularsi nel tempo. Rafforzano inoltre l'idea che l'attività fisica regolare e permanente, in tutte le sue forme, contribuisce notevolmente a ridurre il rischio di demenza, anche per le persone classificate ad alto rischio.

"La tua mente è una parte del tuo corpo e trarrà beneficio da tutto ciò che fai che fa bene alla tua salute generale", ha detto il dottor Weintraub.

Rachel Fairbank è una scrittrice scientifica freelance con sede in Texas.

#Types #Exercise #Reduce #Dementia #Risk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.