UK drops prosecution of protesters over slain woman’s vigil

Le autorità britanniche hanno annullato i piani per perseguire i manifestanti che hanno partecipato a una veglia per una donna che è stata uccisa in violazione delle regole di un blocco epidemico - un omicidio e un contraccolpo, che ha acceso una tempesta di critiche alle forze di polizia di Londra e al suo atteggiamento nei confronti esso. La sicurezza delle donne.

I pubblici ministeri hanno affermato domenica che i casi contro sei persone durante la veglia del marzo 2021 per commemorare Sarah Everard erano stati archiviati perché "il nostro test legale per il processo non è stato soddisfatto".

I sei hanno affrontato potenziali multe fino a 10.000 sterline ($ 12.100) per aver violato le restrizioni COVID-19 in vigore all'epoca.

Everard, 33 anni, è stata rapita, violentata e uccisa mentre tornava a casa dalla casa di un'amica a Londra. Il suo assassino, Wayne Cousins, era un agente di polizia metropolitana. Si è dichiarato colpevole di omicidio e sta scontando l'ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.

La rabbia dell'opinione pubblica nei confronti delle forze di polizia per aver ospitato un assassino tra i suoi ranghi è stata esacerbata da quella che molti consideravano la polizia violenta nelle veglie successive. La polizia ha vietato il raduno perché violava le restrizioni del coronavirus, ma centinaia di persone si sono radunate comunque a Clapham Common, vicino a dove è stato rapito Everard. Kate, moglie del principe William, era tra i presenti e ha lasciato dei fiori.

Le risse sono scoppiate quando gli agenti di polizia hanno cercato di interrompere la veglia diverse ore dopo.

Gli organizzatori hanno portato le forze di polizia in tribunale e a febbraio un giudice ha stabilito che la polizia ha agito illegalmente quando ha utilizzato le restrizioni del coronavirus per vietare la veglia.

L'omicidio di Everard è stato uno di una serie di omicidi a Londra che hanno spinto a chiedere una maggiore protezione per donne e ragazze. Le accuse di misoginia e le indagini fallite hanno minato la fiducia nella polizia e hanno costretto il capo della polizia metropolitana Cressida Dick a dimettersi a febbraio.

Pippa Woodrow, avvocato di alcuni degli imputati, si è detta contenta "perché questa prova è finita e (l'accusa) ha riconosciuto che non avrebbero mai dovuto essere perseguiti".

"Si spera che il Met ora sposti la sua attenzione e le sue risorse verso la protezione delle donne dalla violenza piuttosto che cercare di mettere a tacere coloro che ne parlano contro, e verso la ricostruzione della fiducia che è stata danneggiata dalle loro decisioni in questo caso", ha detto Woodrow a The Meta. Il giornale dell'Osservatorio.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

#drops #prosecution #protesters #slain #womans #vigil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.