New data from several states show racial disparities in monkeypox infections

nGli scarsi dati che emergono da alcuni stati e località che monitorano da vicino i focolai di vaiolo delle scimmie mostrano forti disparità razziali che preoccupano gli esperti. In Georgia, l'82% di coloro a cui è stata diagnosticata la malattia sono neri. In North Carolina, il tasso è del 70%. Ma in altri luoghi che hanno rilasciato dati demografici dettagliati, ci sono meno disparità razziali o etniche nei casi di vaiolo delle scimmie e talvolta nessuna disparità razziale.

In entrambi gli stati, ea livello nazionale, quasi tutti i casi coinvolgono uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.

Le disparità sembrano essere esacerbate dalla mancanza di accesso al vaccino per le persone di colore. I dati della Carolina del Nord mostrano che gli uomini di colore hanno ricevuto il 22% delle dosi di vaccino, un numero coerente con la popolazione nera dello stato, ma non con l'alto numero di uomini di colore infetti. A livello nazionale, gli uomini bianchi sembrano ricevere una quota molto maggiore del vaccino, un fattore che secondo gli esperti di salute pubblica è dannoso per gli sforzi per proteggere le popolazioni vulnerabili con un minore accesso alle risorse sanitarie.

Annunci

Per alcuni esperti, le disparità non sono sorprendenti e sono parallele a ciò che è successo quando l'epidemia di HIV ha colpito decenni fa e, più recentemente, quando il Covid-19 ha colpito il paese. "L'abbiamo visto con l'HIV tra le comunità emarginate negli anni '80 così come abbiamo visto la tiepida risposta al Covid-19 che ha colpito in modo sproporzionato le persone di colore e coloro che vivono in povertà", ha affermato Joia Mukherjee, direttore medico di Partners in Health. "Questo è imperdonabile."

Mukherjee è tra coloro che hanno criticato l'amministrazione Biden per la sua lenta risposta a una malattia che colpisce le popolazioni emarginate. Altri sono sconvolti dal fatto che la chiamata dei media che ha dichiarato il vaiolo delle scimmie un'emergenza nazionale all'inizio di questo mese non ha menzionato l'impatto sproporzionato della malattia sui neri americani. Oni Blackstock, sieropositiva e medico di base a New York, ha affermato di essere anche delusa dal fatto che nessun gay nero o latinoamericano sia stato scelto per aiutare a guidare la risposta dell'amministrazione contro il vaiolo delle scimmie.

Annunci

"Abbiamo imparato meno di niente da Covid", ha detto a STAT Stella Saffo, medico di base del Mount Sinai, specializzato nel trattamento dell'HIV e fondatore di Just Equity for Health. "Siamo tornati".

Le disparità razziali sembrano essere maggiori in alcuni luoghi rispetto ad altri. Nei dati aggiornati giovedì dal Dipartimento della salute e dell'igiene mentale di New York City, il numero di casi negli uomini di colore è del 25%, più o meno lo stesso di quello della popolazione di colore. Circa il 30% dei casi si registra tra gli uomini ispanici, che costituiscono il 28,9% della popolazione. Ma il tasso di casi in Georgia dell'82% supera di gran lunga la popolazione nera, che è di circa il 30%. Il tasso di casi del 70% nella Carolina del Nord è molto più alto di quello della popolazione nera in quello stato, che è del 21%.

Nella contea di Santa Clara in California, circa il 40% dei casi riguarda uomini ispanici, mentre gli ispanici costituiscono meno del 30% della popolazione locale. In tutta la California, l'11,5% dei casi di vaiolo delle scimmie riguarda uomini di colore, un numero quasi il doppio della popolazione dello stato.

I dati nazionali dei Centers for Disease Control and Prevention al 5 agosto mostrano che dei casi segnalati all'agenzia con dati demografici disponibili, il 26% è tra i neri, che costituiscono circa il 14% degli americani e il 28% è di origine. Ispanici, che costituiscono circa il 19% della popolazione. Poiché questi dati sono incompleti poiché non tutti i paesi riportano dati razziali ed etnici, l'entità delle disparità non può essere misurata con precisione. Il numero totale di casi di vaiolo delle scimmie segnalati negli Stati Uniti è superiore a 10.700.

Diversi esperti contattati da STAT hanno affermato che i dati nazionali non riflettono ancora l'intera portata delle disparità razziali perché non tutti gli stati riportano immediatamente o completamente dati demografici razziali ed etnici accurati insieme ai casi. Temono che le disparità osservate in Georgia e nella Carolina del Nord diventino la norma man mano che vengono raccolti dati di maggiore e migliore qualità. Un portavoce dell'agenzia ha detto a Stat che il CDC ha notato un recente aumento dei casi tra gli uomini di colore e una diminuzione tra gli uomini bianchi e ispanici.

"Stiamo assistendo agli stessi problemi che abbiamo con Covid-19, dove abbiamo un'infrastruttura di dati sulla salute pubblica frammentata, sottofinanziata e obsoleta che possiamo solo dire cosa sta succedendo guardando più di queste giurisdizioni locali", ha affermato Katlin Gitelina , un epidemiologo del Texas Newsletter Author Il tuo epidemiologo locale, che ha elogiato la Carolina del Nord per l'alta qualità dei dati che stava fornendo e per aver rilasciato dati sull'accesso al vaccino, ha anche detto a STAT. "Non credo davvero che nessuno di noi nella salute pubblica sia sorpreso da questi dati".

Ma molti sono sconvolti. "Non dovremmo lottare per ottenere numeri accurati", ha detto Saffo. "Alcuni paesi non riportano nemmeno i dati. Non sappiamo nemmeno quanto siano gravi".

Molti medici ed esperti di salute pubblica rimangono profondamente preoccupati per il fatto che una risposta lenta, gli sforzi educativi che non prendono di mira le comunità più a rischio e la distribuzione non uniforme della fornitura limitata di vaccino contro il vaiolo delle scimmie causeranno danni significativi alle persone di colore.

Saffo ha detto che i gay bianchi di New York sono stati in grado di ottenere le molte dosi di vaccini disponibili. Gli uomini neri e ispanici hanno ricevuto dosi più basse. "Quando rilasci una risorsa, le persone privilegiate arriveranno prima a quella risorsa", ha detto, osservando che quando si distribuiscono i vaccini in determinati quartieri di colore, ad esempio ad Harlem, dovrebbero essere messi in atto sistemi in modo che solo le persone che possono dimostrare che vivono in quel quartiere ricevendo le vaccinazioni.

"Stiamo creando un sistema di classi per chi riceverà ciò di cui ha bisogno per il vaiolo delle scimmie", ha detto alla PBS Greg Gonsalves, un ex attivista per l'AIDS ed epidemiologo presso la Yale School of Public Health. "Quello che stiamo vedendo è che le disparità di salute che abbiamo visto in Covid, che abbiamo visto nell'HIV, si riassumono con questo nuovo virus, il vaiolo delle scimmie".

Gli esperti di salute pubblica affermano che lo stigma rimane un ostacolo significativo. Molti uomini gay potrebbero non cercare test o vaccinazioni per paura dell'esposizione al mondo esterno. È importante notare che le persone che contraggono la malattia sono più a rischio in parte a causa di disuguaglianze strutturali come la mancanza di un accesso tempestivo all'assistenza sanitaria che limiterebbe la diffusione della malattia, ha affermato Safo. In alcune aree, le comunità di uomini gay sono piccole e isolate, ha affermato, quindi il rischio di trasmissione all'interno di un gruppo è maggiore se una persona è infetta.

Gli esperti affermano che una migliore raccolta di dati è fondamentale per gli sforzi per contenere l'epidemia e fornire cure e risorse migliori a coloro che ne hanno più bisogno. Il secondo passo è la sensibilizzazione mirata. Carlton Thomas, un gastroenterologo con sede a San Diego che è gay e attivo nell'educazione LGBTQ + HIV e lavora con il Black AIDS Institute per migliorare la messaggistica, ha affermato. "Dà un'idea di chi dobbiamo proteggere di più".

#data #states #show #racial #disparities #monkeypox #infections

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.