Neal Explains Why Rakhmonov Callout “Irritated” Him

Il concorrente dei pesi welter UFC Jeff Neal ha spiegato perché era "arrabbiato" per essere stato oggetto di una convocazione da Shavkat Rakhmonov.

All'UFC Vegas 59, Neil probabilmente ha portato la sua migliore versione di se stesso all'Ottagono a causa della sua co-grande collisione con Vicente Luque. Dopo essere tornato alla colonna dei vincitori nella sua precedente uscita contro Santiago Ponzenibio, "Hands of Steel" ha rivolto la sua attenzione alla scalata nella classifica mondiale.

E si è guadagnato una grande scalata grazie a una performance indimenticabile e praticamente impeccabile contro "The Silent Assassin". Dopo aver dominato l'incontro di due round, Neal ha coronato l'impressionante display diventando il primo uomo a eliminare Luque nelle MMA professionistiche.

Nella sua intervista post-combattimento, Neal ha messo gli occhi sul compagno di squadra e amico di Locke Gilbert Burns, che è attualmente tra i primi cinque. Ma il risultato ha attirato l'attenzione di un altro giocatore del Kill Cliff FC.

Su Twitter, il contendente in ascesa Rakhmonov ha gettato il suo nome sul cappello per affrontare Neil dopo, offrendo di risparmiare Dorinho dall'americano come potenziale avversario.

Rakhmonov ha tracciato un percorso devastante per raggiungere il punto n. 11 della divisione. In quattro incontri all'Ottagono, l'ex campione dei pesi welter M-1 ha esteso il suo record professionale perfetto a 16-0, un curriculum che include una vittoria su Neil Magney, che è orgoglioso di aver sconfitto Neil.

Durante una recente intervista esclusiva con James Lynch di MMA News, Neil ha risposto alla richiesta di Rakhmonov. Pur notando che le loro strade potrebbero eventualmente incrociarsi, "Hands of Steel" ha ripetuto le sue osservazioni subito dopo il combattimento, criticando anche il rookie kazako per aver cercato di "saltare dritto".

"Voglio dire, se si arriva a questo, sì, lo farò. Ma per ora, ho fatto il mio richiamo, quindi voglio provarci", ha detto Neil. "Se succede qualcosa più avanti lungo la strada, sai se non entro in lotta con Gilbert, e probabilmente sarà ancora lì se non corrisponderà, allora sì, lo farò.

"In questo momento, non sono davvero preoccupato per lui. Sono un po' sconvolto perché voleva solo saltare dentro. Ero tipo, 'No, ho chiamato qualcuno, non sto parlando con te in questo momento.' Ma vedremo", ha aggiunto Neil.

Neal Names Cosa determinerà la lotta contro Rakhmonov

Sebbene ci siano altri piani chiari per il suo decimo incontro sotto lo stendardo dell'UFC, il che è forse comprensibile data la sua recente vittoria e il desiderio di scalare le classifiche, il seme n. 8 Neil ha valutato un potenziale incontro con Rakhmonov in fondo alla linea.

Dopo aver riconosciuto il gioco generale di Nomad, Neil ha suggerito che il cardio avrebbe fatto la differenza se avessero condiviso la gabbia in futuro.

"Voglio dire, ho visto la lotta di Magney e ho anche visto quando Carlston ha sconfitto Harris", ha osservato Neal. "È solido. È un ragazzo tosto. È grande, alto, alto, ha un pugno forte ed è un buon wrestler. Quindi sarà una rivalità interessante".

"Davvero, il cardio sarà decisivo se io e lui litighiamo. Devo superarlo in astuzia, devo superarlo in astuzia. Se mi prende, dovrei essere in grado di uscire dai suoi tentativi di takedown e continuare a combattere dove sono bravo ". concluse Neil.

Guarda la nostra intervista esclusiva con i 10 migliori concorrenti dei pesi welter Jeff Neal di seguito:

Come pensi che finirà la lotta tra Jeff Neil e Shavkat Rakhmonov?

#Neal #Explains #Rakhmonov #Callout #Irritated

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.