Medical Moment: The signs of early dementia

South Bend, Indiana (WNDU) - Più di sei milioni di americani hanno il morbo di Alzheimer e si stima che siano circa 11 milioni i membri della famiglia, gli amici e i caregiver non retribuiti.

Conoscere i segni della demenza precoce, nota anche come deterioramento cognitivo lieve, o MCI, è fondamentale affinché i pazienti e le loro famiglie possano ottenere supporto il più rapidamente possibile.

Gli esperti affermano che i primi tre segni di decadimento cognitivo lieve sono la perdita di memoria, in particolare nuove informazioni, difficoltà a svolgere le attività quotidiane e perdita di abilità linguistiche. I sintomi del decadimento cognitivo lieve (MCI) compaiono solo anni dopo e forse decenni di cambiamenti dannosi si sono accumulati nel cervello.

Dice Robert S. Wilson, PhD, professore di neuroscienze e scienze comportamentali presso il Rush University Medical Center e neuropsicologo presso l'Alzheimer's Disease Center: "Gli effetti di queste malattie possono iniziare nella prima età adulta o anche nella tarda adolescenza". "Ora tutti pensano che meno sintomi cognitivi si hanno e minore è la progressione delle malattie, maggiore è la possibilità che l'intervento sia efficace".

Per questo motivo, molti ricercatori si stanno ora concentrando sulla prevenzione piuttosto che sulla cura.

Un rapporto dell'Istituto nazionale per l'invecchiamento e delle accademie nazionali di scienze, ingegneria e medicina trova supporto per tre interventi che possono prevenire o rallentare la progressione del declino cognitivo e della demenza: aumentare l'attività fisica; Controllo della pressione alta. e interventi di training cognitivo volti a migliorare la risoluzione dei problemi, la memoria e la velocità di elaborazione.

La dottoressa Manisha Parulikar è specializzata in geriatria come centro medico dell'Università di Hackensack. Quando iniziano a comparire i sintomi del decadimento cognitivo lieve (MCI), si raccomanda alle famiglie di aiutare i propri cari a scrivere la loro routine.

"Per qualche ragione, il percorso visivo sembra allungarsi con i pazienti", ha detto il dottor Parulikar.

Usa note adesive in un posto ben visibile.

"Vanno in bagno, si lavano i denti, lo scompongono in semplici passaggi e lo mettono sull'etichetta in modo che capiscano", ha detto il dottor Parulikar.

Se le frasi diventano instabili, identifica le parole che potrebbero essere fastidiose. Fai un elenco di altri che possono usare ed esercitarsi. La perdita delle abilità linguistiche può portare alla depressione.

"Non ricordano le parole e poi smettono di parlare con le persone, e poi iniziano a isolarsi", ha spiegato il dottor Parulikar. "Allora è una specie di sentiero in discesa."

Gli strumenti sanitari digitali per la gestione dell'MCI rappresentano una nuova promettente direzione terapeutica per una condizione altamente complessa.

A causa della pandemia, la ricerca e lo sviluppo di strumenti sanitari digitali utilizzati nelle case dei pazienti per il trattamento di malattie acute e/o la gestione di condizioni croniche ha subito un'accelerazione drammatica.

Due categorie che hanno visto una rapida crescita sono le terapie digitali, che vengono prescritte da sole o in combinazione con cure farmaceutiche, e le soluzioni di assistenza virtuale come gli strumenti di monitoraggio remoto dei pazienti. Poiché l'MCI è una condizione cronica impegnativa che deve essere gestita per operatori sanitari e operatori sanitari, le aziende di salute digitale stanno sviluppando nuove soluzioni tecnologiche che possono essere utilizzate a casa per stimolare l'attività cerebrale con l'obiettivo di rallentare la progressione della malattia.

Promuovendo il coinvolgimento e offrendo un'esperienza entusiasmante, il paziente continuerà a utilizzare gli strumenti digitali come prescritto e a sperimentare migliori risultati per la salute, sia attraverso l'assistenza virtuale, il monitoraggio remoto del paziente o la terapia digitale prescritta.

Copyright 2022 WNDU. Tutti i diritti riservati.

#Medical #Moment #signs #early #dementia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.