The Benefits of Pelvic Floor Therapy

cIl trattamento dei baccelli è notevolmente migliorato negli ultimi decenni, il che significa che più persone vivono più a lungo dopo aver subito interventi chirurgici e medici. Ciò ha dato origine al campo della cura del cancro chiamato sopravvivenza, che ha una visione olistica del benessere del paziente e talvolta include trattamenti che non facevano sempre parte del manuale di oncologia.

Nel caso del cancro della vescica, la sopravvivenza e una migliore qualità della vita dopo l'intervento chirurgico a volte significano terapia fisica focalizzata sul miglioramento della funzionalità del pavimento pelvico.

Il pavimento pelvico si riferisce ai "muscoli coinvolti nella salute e nella funzione dell'intestino e della vescica", afferma il dottor Matthew Musanen, MD, oncologo chirurgico presso il Dana-Farber Cancer Institute di Boston e professore associato di chirurgia presso la Harvard Medical School .

Ting Ting Kuo, MD, specialista clinica della salute delle donne certificata dal consiglio di amministrazione e direttrice della riabilitazione presso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York City, descrive l'area come "un gruppo di muscoli, legamenti e tessuto connettivo che costituisce la ciotola -come struttura alla base del bacino."

Avere un'adeguata forza muscolare e controllo in quest'area aiuta con la stabilità di base e la funzione intestinale, il controllo urinario e fornisce supporto per altri organi interni.

Ma il trattamento del cancro della vescica può essere invasivo e interrompere queste strutture e funzioni. Sebbene i dati mostrino che la chemioterapia seguita da un intervento chirurgico di solito offre le migliori possibilità di sopravvivenza a lungo termine, la chirurgia può interrompere il funzionamento di quest'area del corpo.

Alcuni pazienti con cancro alla vescica vengono sottoposti a cistectomia, un intervento chirurgico importante che "comporta la rimozione della vescica e negli uomini comporta la rimozione della prostata", afferma Musanen. Per le donne, ciò comporta la rimozione dell'utero, delle ovaie, delle tube di Falloppio e di parte della vagina. È un'operazione massiccia, e viene eseguita quando il cancro alla vescica diventa pericoloso per la vita".

Fortunatamente, "la maggior parte dei pazienti con cancro alla vescica non deve sottoporsi a una cistectomia", afferma la dott.ssa Emily Slubnik, urologa presso la Cleveland Clinic in Ohio. Questa procedura è per coloro con cancro alla vescica avanzato che sono troppo giovani e in buona salute per resistere a un intervento chirurgico così complesso.

Dopo che è stato rimosso, il sistema urinario deve essere ricostruito, perché l'urina che produrranno i reni deve ancora andare da qualche parte. Questo prende in gran parte due forme, dice Musanen.

La prima opzione è un'urostomia, in cui il chirurgo crea un'apertura nell'addome attraverso la quale l'urina può defluire in una sacca esterna che può poi essere svuotata quando è piena. La seconda opzione primaria è una neovescica, il che significa che una nuova vescica viene creata all'interno del corpo. "Una neovescica è letteralmente una vescica sostitutiva costituita da una porzione dell'intestino", afferma Musanen.

La creazione di una nuova vescica "potrebbe offrire ai pazienti un'ottima qualità di vita, aiutando alcuni dei pazienti più giovani a evitare la cisti", afferma Musanen.

Tuttavia, tutte queste interruzioni del sistema urinario possono causare problemi, afferma Slopnik. "Ogni volta che c'è un qualsiasi tipo di trauma di per sé nel bacino, il pavimento pelvico può reagire a questo. Le persone tendono a provare tensione o spasmi, quasi come gli spasmi muscolari del pavimento pelvico", mentre il corpo cerca di proteggersi dal trauma. Questo, a sua volta, può influenzare l'incontinenza urinaria, la funzione sessuale e la funzione intestinale.

Inoltre, soprattutto dopo la ricostruzione della nuova vescica, alcuni pazienti possono sviluppare una serie di sintomi indesiderati, tra cui incontinenza, incapacità di drenare completamente la vescica e perdite di urina, specialmente quando ridono, tossiscono o starnutiscono. Ma Musanen dice che indirizzare i pazienti con questi problemi a un fisioterapista del pavimento pelvico può aiutare, perché la riabilitazione di queste importanti strutture può aiutare i sopravvissuti al cancro alla vescica a godere di una migliore qualità della vita.

Quando viene utilizzato

Mentre la terapia fisica è generalmente vista come un intervento postoperatorio volto a ripristinare la funzione che è stata interrotta da malattie e interventi chirurgici, in caso di cancro alla vescica, può essere consigliabile anche la pre-riabilitazione del pavimento pelvico, afferma Musanen.

"Credo fermamente nelle pre-qualificazioni", dice. Al Dana-Farber Cancer Institute, Musanen ha sviluppato programmi in questo senso per aiutare i pazienti a prepararsi per l'intervento chirurgico. Questi sforzi includono lezioni su salute generale, nutrizione ed esercizi che i pazienti possono fare per aiutare a costruire il corpo prima dell'intervento chirurgico.

Il concetto di pre-riabilitazione ha senso: se ti stai dirigendo in modo aggressivo verso un intervento chirurgico, probabilmente sarai in grado di riprenderti più velocemente. Sebbene l'idea non si sia ancora completamente diffusa in tutti i contesti, Musanen ritiene che la pre-riabilitazione diventerà probabilmente una caratteristica più comune del trattamento del cancro alla vescica in futuro.

Prehab può essere particolarmente utile poiché i pazienti si preparano per la cistectomia e hanno un lungo periodo di recupero - circa tre mesi circa - dopo l'intervento chirurgico. "Molti pazienti soffrono di affaticamento dopo l'intervento chirurgico e hanno un recupero lento o complicazioni", afferma Musanen, in alcuni casi a causa della chemioterapia prima della cistectomia. "A causa di questi fattori, alcuni pazienti non possono partecipare alla riabilitazione, quindi c'è una grande motivazione per fare la pre-riabilitazione in modo che i pazienti possano riprendersi con maggiore flessibilità".

Sia che tu ti stia impegnando nella pre-riabilitazione del pavimento pelvico o nella riabilitazione correlata al cancro della vescica, lavorerai con uno specialista del pavimento pelvico, di solito un fisioterapista del pavimento pelvico o un medico della riabilitazione, chiamato anche medico fisico. Questi specialisti hanno la formazione e le conoscenze per aiutarti a ritrovare la funzione e ridurre le complicazioni.

Coe afferma che quando e come interviene questo fornitore "dipende dai sintomi che stanno vivendo" e dal tipo di assistenza fornita. "Il team multidisciplinare dell'individuo con cancro alla vescica determinerà il momento appropriato per indicare il trattamento del pavimento pelvico".

Leggi di più: Le ultime scoperte che possono aiutare i malati di cancro alla vescica

Cosa aspettarsi dalla terapia fisica dopo il cancro alla vescica

Se hai intenzione di sottoporti a una terapia fisica dopo il cancro alla vescica, aspettati un esame fisico molto approfondito, dice Slopnik. "Stabiliranno dove sei forte e dove sei debole".

Ciò può comportare l'uso di una sonda nella vagina o nel retto per creare un feedback visivo su un monitor che traccia il modo in cui i muscoli si muovono. Il terapista controllerà anche la tua forza e coordinazione nel resto del cuore, compresi i fianchi, la colonna vertebrale, la schiena e i muscoli addominali.

La tua storia medica sarà attentamente considerata nello sviluppo del tuo piano di assistenza personalizzato. "Ciò include una revisione della storia medica passata e presente, test fotografici, storia sociale, stile di vita e abitudini intestinali e vescicali", afferma Koe. Ad esempio, se l'urgenza di eliminare questo problema aumenta dopo l'intervento chirurgico o se si va spesso in bagno, questi cambiamenti possono fornire informazioni su ciò su cui si concentra lo specialista del pavimento pelvico durante il trattamento.

Il terapeuta eseguirà le misurazioni di base della funzione del pavimento pelvico durante questa valutazione iniziale e potrà ricontrollare queste misure nel tempo per determinare l'efficacia del trattamento e se il piano assistenziale deve essere modificato.

Per quanto riguarda il trattamento in sé, Slopnik dice che è sempre una buona idea lavorare con un operatore sanitario qualificato. "Non consiglierei solo di leggerlo online e di provare a capirlo da solo, perché hai attraversato un complicato processo di malattia e sei passato attraverso alcuni trattamenti complicati. È davvero importante farsi valutare da qualcuno per vedere se è solo il pavimento pelvico e assicurati che non succeda nulla".

È difficile stimare esattamente quanto tempo impiegherà un trattamento del pavimento pelvico, poiché dipende fortemente dalle esigenze e dalle condizioni fisiche dell'individuo. Ma di solito, dice Coe, "di solito inizia una o due volte alla settimana". Nota che i pazienti potrebbero aver bisogno di completare gli esercizi a casa, anche al di fuori delle sessioni di terapia. "Quello che è veramente importante è la coerenza della cura individuale".

Il possibile trattamento può includere esercizi di respirazione, esercizi di rafforzamento o rilassamento e massaggio manuale per alleviare la tensione muscolare. In altre parole, c'è molto di più che fare solo alcuni esercizi di Kegel. "E non si tratta solo dei muscoli attorno alla cintura pelvica. Sono le gambe, il busto, la pancia, la crocchia, la schiena. Osserviamo l'equilibrio muscolare e ci assicuriamo che ci sia davvero un buon movimento su tutta la linea", afferma Koo . Anche gli esercizi per migliorare la postura e l'ergonomia da seduti o in piedi giocano un ruolo durante questo trattamento.

Benefici della riabilitazione del pavimento pelvico per il cancro della vescica

Con il progredire del trattamento, "esamineremo alcune misure oggettive della forza e della coordinazione dei muscoli del pavimento pelvico", afferma Koo. Ciò può includere la valutazione della flessibilità e del movimento dei tessuti molli, la riduzione del tessuto cicatriziale e la riduzione dei sintomi. 'Diamo un'occhiata se [patients] Riduci il numero di assorbenti per incontinenza che usano o aumenta il tempo tra il dover andare in bagno. "

Musanen aggiunge che per alcuni pazienti potrebbe essere che queste misure migliorate, secondarie al beneficio psicologico, ottengano dal lavorare a stretto contatto con un fisioterapista per migliorare la salute del pavimento pelvico. "Penso che ci sia un vantaggio emotivo e cognitivo nell'avere quel supporto da un altro membro del team che può fare qualcosa che io non posso", dice Kasrah.

Leggi di più: Come tornare alla normalità dopo la rimozione chirurgica della vescica

Altri interventi

Oltre alla terapia fisica, la riabilitazione dopo il cancro alla vescica di solito include consigli nutrizionali. Soprattutto per i pazienti che hanno una nuova vescica da una sezione dell'intestino, la funzione intestinale è un problema. "Questa è la cosa importante da tenere d'occhio dopo l'intervento chirurgico, è aspettare che la funzione intestinale si riprenda", afferma Slubnik.

Mentre si riprende dall'intervento chirurgico, il suo movimento intestinale rallenta "e ci vogliono da pochi giorni a una settimana prima che le cose ricomincino a muoversi", dice. Durante questo periodo, ai pazienti viene solitamente consigliato di evitare di mangiare troppe fibre e di bere molta acqua per aiutare l'intestino a riprendersi e a svolgere il suo lavoro.

Koe osserva che anche bere molta acqua è particolarmente importante per i pazienti che hanno subito una nuova operazione alla vescica; Questa nuova sacca vescicale è costituita da una sezione di tessuto intestinale che non ha le stesse terminazioni nervose o muscoli della vescica urinaria. Il senso di urgenza attorno alla necessità di urinare può essere molto diverso da una nuova vescica. "Non avranno il muscolo della vescica per far loro sapere quando devono andare, quindi potrebbero aver bisogno di impostare un orario per andare ogni poche ore", dice.

Esercizi delicati, come alzarsi e camminare il prima possibile dopo l'intervento chirurgico, possono aiutare a mantenere il sistema digestivo in movimento e prevenire potenziali complicazioni come i coaguli di sangue.

C'è molto da sapere quando ci si sottopone a un intervento chirurgico per cancro alla vescica e alcuni di questi argomenti possono farti sentire un po' a disagio. Non sei solo se trovi imbarazzante parlare della tua funzione intestinale e vescicale, e di cosa sta succedendo in bagno, con chiunque, per non parlare della stanza dei medici. Ma il tuo team di assistenza è lì per aiutarti. "Se si verificano sintomi, parla con il tuo medico", esorta Koe.

Altre storie da leggere da TIME


chiamaci a letter@time.com.

#Benefits #Pelvic #Floor #Therapy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.