CRC Screening Pays Off for People With Obesity

Uno studio pilota ha scoperto che lo screening del cancro del colon-retto (CRC) era conveniente sia negli individui obesi che nelle persone di peso normale e potrebbe avere un vantaggio in giovane età per gli uomini obesi.

La colonscopia ogni 10 anni a partire dall'età di 45 anni o il test immunoistochimico fecale (FIT) all'età di 40 anni era conveniente a $ 100.000/anno di vita aggiustato per la qualità (QALY) acquisito per sesso e intervalli di BMI.

Con l'aumento del BMI, il rapporto costo-efficacia di sottoporsi a una colonscopia ogni 10 anni a partire dai 45 anni rispetto ai 50 anni è diventato più conveniente, riferisce Uri Ladabaum, MD, MS, della Stanford University School of Medicine di Redwood City, California, e coautori della carta In cui Gastroenterologia clinica e malattie del fegato.

Per gli uomini con obesità avanzata, che non solo sono a maggior rischio di sviluppare un cancro al fegato, ma anche di morire per tutte le cause, sottoporsi a una colonscopia a partire dall'età di 40 anni è stato particolarmente prezioso. In questo gruppo, era conveniente a $ 93.300 per QALY guadagnato per l'obesità di grado II nell'intervallo di BMI di 35,0-39,9 e $ 80.400 per QALY guadagnato per l'obesità di grado III di 40,0 o superiore a BMI Massa corporea, rispetto all'inizio all'età di 45 anni.

L'inizio della colonscopia all'età di 40 anni è stato collegato a costi compresi tra $ 33.400 e $ 85.900 QALY guadagnati, rispetto all'inizio all'età di 50 anni, indipendentemente dal BMI o dal sesso. Inoltre, l'avvio di FIT all'età di 40 anni è stato collegato a costi compresi tra $ 22.000 e $ 58.800/QALY guadagnati rispetto all'inizio dell'età di 45 anni.

Le linee guida dell'American Cancer Society nel 2018 e della US Preventive Services Task Force nel 2020 hanno abbassato l'età dello screening CRC approvato da 50 a 45 anni in risposta all'elevata incidenza di CRC tra i giovani adulti.

Ladaboom e colleghi osservano che "potrebbe essere allettante concludere che un ampio screening del cancro infantile dovrebbe essere conveniente per le persone obese, ma l'obesità aumenta anche i rischi concorrenti di morbilità e mortalità e comporta costi aggiuntivi".

I ricercatori hanno notato che tassi più elevati di CRC, spesa sanitaria e mortalità sono stati segnalati tra coloro che erano in sovrappeso o obesi.

Per rispondere alla domanda se lo screening per il CRC a un'età più giovane di insorgenza sia conveniente nell'obesità, Ladabaum e colleghi hanno esaminato i dati di meta-analisi o ampi studi prospettici su pazienti a rischio medio di CRC, che hanno subito l'inizio o l'intensificazione annuale del IN FORMA. Screening o colonscopia ogni 5 o 10 anni o senza screening. I dati sulla prevalenza di coloro che sono in sovrappeso o obesi provenivano dai Centers for Disease Control and Prevention e dal National Health and Nutrition Examination dal 1988 al 1991.

Un modello analitico decisionale convalidato è stato utilizzato per valutare l'efficacia e il rapporto costo-efficacia dello screening di screening per l'IMC a partire dall'età di 40, 45 o 50 anni fino all'età di 75 anni, tra 10 gruppi distinti divisi da una scala di BMI per ciascun sesso. La sorveglianza post-polipectomia si è verificata fino all'età di 80 anni.

I ricercatori hanno notato che la tendenza in evoluzione di iniziare lo screening della colonscopia ogni 10 anni in età più giovane era migliore rispetto all'inizio dello screening della colonscopia ogni 5 anni in età più avanzata. Non è stato preferito uno screening estensivo mediante colonscopia ogni 5 anni, in quanto meno efficace e più costoso rispetto alla colonscopia ogni 10 anni in età più giovane.

L'analisi di sensibilità non ha portato a differenze significative nei risultati dopo aver valutato le complicanze, i rischi di CRC di BMI e la mortalità per tutte le cause.

Tra coloro che erano in sovrappeso o obesi, entrambi i sessi avevano tassi di mortalità CRC simili senza screening.

Gli autori hanno riconosciuto le limitazioni ai dati, inclusa l'incertezza sui rischi associati alla colonscopia. Rimane incertezza sulla relazione tra il rischio di CRC attribuibile alle interazioni del gruppo di nascita tra coloro che sono in sovrappeso o obesi.

Hanno osservato: "Mentre la ricerca di un predittore multifattoriale pronto per l'applicazione clinica continua, ci troviamo di fronte alla domanda su come trattare i singoli fattori di rischio del CRC come l'obesità". "Non è stato ancora deciso se il BMI debba essere utilizzato come predittore singolo o combinato in uno strumento multivariato per adattare l'esame CRC", hanno aggiunto.

  • Zina Hamza è una scrittrice per MedPage Today, che si occupa di gastroenterologia e malattie infettive. Lei risiede a Chicago.

Divulgazioni

Ladaboom riferisce che fa parte del comitato consultivo di UniversalDx e Lean Medical, oltre ad essere un consulente per Covidien, Clinical Genomics, Motus GI e Quorum.

I coautori non hanno segnalato alcun conflitto di interessi.

#CRC #Screening #Pays #People #Obesity

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.