One year after Afghan war, Biden struggles to find footing

Washington (AFP) - I 12 mesi trascorsi dalla caotica fine della guerra Usa in Afghanistan non sono stati facili per Joe Biden.

Il nuovo presidente stava volando alto all'inizio dell'estate del 2021, poiché gli elettori americani hanno ampiamente approvato la performance di Biden e gli hanno dato voti alti per la sua gestione dell'economia e della pandemia di coronavirus.

Ma ad agosto, il ritiro caotico delle forze americane dall'Afghanistan sembrava segnare l'inizio di cose che andavano di traverso per lui.

È stata una fine preoccupante per i 20 anni di guerra americana: il governo afghano appoggiato dagli Stati Uniti è crollato, un terribile bombardamento ha ucciso 13 soldati americani e altri 170 e migliaia di afgani disperati sono scesi all'aeroporto di Kabul in cerca di una via d'uscita prima della finale . Gli aerei cargo americani sono partiti sul fiume Hindu Kush.

Le persone leggono anche...

Il disastroso ritiro fu, all'epoca, la più grande crisi che l'amministrazione relativamente nuova dovette affrontare. Ha lasciato forti interrogativi sulla competenza e l'esperienza di Biden e del suo team, i due pilastri della sua campagna per la Casa Bianca.

Con l'avvicinarsi del primo anniversario della fine della guerra afgana, questo episodio continua a risuonare - un punto di svolta nella presidenza di Biden - mentre lotta per destabilizzare il triste numero di schede elettorali e aumentare la fiducia degli americani nella sua amministrazione in vista delle cruciali elezioni di medio termine di novembre.

"È stato un momento cruciale dal quale non si è più ripreso", ha affermato Christopher Borek, direttore dell'Institute for Public Opinion al Muhlenberg College in Pennsylvania. "Le cose sono andate molto bene in termini di come gli elettori lo vedono in termini di stabilizzazione dell'economia e di come il governo ha gestito la pandemia, che sono questioni di maggiore priorità per gli elettori americani rispetto alla guerra in Afghanistan. Ma l'Afghanistan infrange questa immagine di competenza, e non è mai stata in grado di rimediare”.

La debacle in Afghanistan è stata solo l'inizio di una serie di crisi per Biden.

Mentre Biden stava ancora affrontando le ricadute del ritiro afghano la scorsa estate, i casi di COVID-19 hanno ricominciato a crescere. I prossimi mesi sono variati con pressioni sull'economia dovute all'inflazione, alla carenza di manodopera e all'invasione russa dell'Ucraina. Tutto sommato, ha lasciato gli americani esausti.

Nelle settimane precedenti la deriva dell'Afghanistan, Biden era in vantaggio. Il suo indice di approvazione è stato del 59% in un sondaggio del luglio 2021 dell'Associated Press-NORC Center for Public Affairs Research. Un sondaggio AP-NORC del mese scorso ha messo la sua valutazione al 36%.

I funzionari della Casa Bianca e gli alleati di Biden sperano che il presidente sia ora a un altro punto di svolta, questo è nel suo stesso interesse.

L'amministrazione ha recentemente ottenuto vittorie di alto profilo a Capitol Hill, tra cui il passaggio di 280 miliardi di dollari da CHIPS e un atto scientifico progettato per promuovere l'industria dei semiconduttori negli Stati Uniti. Il Congresso ha anche approvato un programma per curare i veterani che potrebbero essere stati esposti a sostanze tossiche bruciando i pozzi di spazzatura nelle basi militari statunitensi.

E durante il fine settimana, la Casa Bianca ha raggiunto un accordo su una legislazione di vasta portata che affronta l'assistenza sanitaria e il cambiamento climatico che aumenta anche le tasse sui lavoratori ad alto reddito e sulle grandi società, un pacchetto che secondo l'amministrazione aiuterà anche a mitigare l'impatto dell'elevata inflazione .

Le vittorie legislative sono arrivate dopo che Biden ha ordinato un attacco con droni della CIA a Kabul che ha ucciso il leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri, che insieme a Osama bin Laden era la mente degli attacchi dell'11 settembre. Biden afferma che l'operazione convalida la decisione di ritirarsi dall'Afghanistan.

"Ho deciso di porre fine alla guerra più lunga d'America... e che saremo in grado di proteggere l'America e sradicare il terrorismo in Afghanistan o in qualsiasi parte del mondo", ha detto Biden in una riunione virtuale del Comitato Nazionale Democratico la scorsa settimana. "Ed è esattamente quello che abbiamo fatto."

Biden ha ottenuto altre importanti vittorie legislative dopo il disastro in Afghanistan.

A novembre, ha firmato un accordo infrastrutturale da trilioni di dollari per finanziare la ricostruzione di strade, ponti e altri grandi progetti. in Cassazione. E a giugno, Biden ha ottenuto un'altra vittoria quando il Congresso ha approvato le modifiche più significative alle leggi sulle armi in quasi 30 anni.

Ma quei risultati legislativi non furono ricompensati con una spinta alla sua posizione nell'elettorato.

Eric Schultz, un consigliere senior dell'ex presidente Barack Obama, sostiene che c'è motivo per la Casa Bianca di sperare che lo slancio stia cambiando con le recenti vittorie legislative.

"La domanda è: cosa hanno fatto i Democratici quando sono saliti al potere nel 2020?", ha detto Schultz. E penso che per i Democratici in competizione a novembre, abbiamo una risposta migliore a questa domanda rispetto a poche settimane fa. "

Schultz ha aggiunto che l'operazione che ha ucciso al-Zawahiri ha anche fornito prove evidenti che gli istinti di Biden come comandante in capo erano corretti.

"Nessuno pensava che l'Afghanistan sarebbe stato la panacea per arcobaleni e rinoceronti dopo la nostra partenza", ha detto Schultz. "Ma il presidente ha preso la decisione giusta che sulla base degli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, possiamo attuare gli imperativi dell'antiterrorismo senza avere migliaia di truppe sul campo".

William Howell, scienziato politico e direttore del Center for Effective Government dell'Università di Chicago, ha affermato che il più grande ostacolo nella posizione di Biden con gli americani è stato l'iperinflazione e la pandemia in corso.

Ma ha detto che la debacle in Afghanistan è diventata un momento decisivo nella presidenza di Biden, poiché gli elettori americani hanno iniziato a mettere in dubbio la capacità di Biden di mantenere la promessa della sua campagna di inaugurare un'era di simpatia e cooperazione con gli alleati quattro anni dopo l'"approccio America First" del presidente Donald Trump ."

"L'Afghanistan rimane importante per il futuro mentre cerca di argomentare la competenza centrale per il 2020", ha affermato Howell. "Le immagini dell'Afghanistan nella figura A rimarranno in confutazione della pretesa di competenza dell'altra parte".

Da parte sua, l'amministrazione statunitense ha risposto che ciò che ha perso nelle sue critiche agli sforzi di ritiro degli Stati Uniti è stato che negli ultimi giorni della guerra, gli Stati Uniti hanno ritirato il più grande ponte aereo della storia americana ed evacuato circa 130.000 cittadini statunitensi che sono cittadini di paesi alleati. e afgani che hanno lavorato con gli Stati Uniti.

Biden continua ad affrontare le critiche dei sostenitori dei rifugiati immigrati sul fatto che l'amministrazione non sia riuscita a reinsediare gli afgani che hanno aiutato lo sforzo bellico degli Stati Uniti.

A partire dal mese scorso, più di 74.000 richiedenti afgani sono in attesa di visti speciali di immigrazione che aiutano i traduttori militari e altri che hanno lavorato con contratti finanziati dal governo a trasferirsi negli Stati Uniti e ad aprire loro la strada per ottenere una carta verde. Questo totale include solo il richiedente principale e non include coniugi e figli. Secondo i dati del Dipartimento di Stato, più di 10.000 di questo gruppo di richiedenti hanno ricevuto un'approvazione significativa dal capo missione.

Giorni dopo l'inaspettata caduta di Kabul l'anno scorso, il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha promesso che la Casa Bianca avrebbe "fatto un intenso lavaggio caldo" e "esaminato ogni aspetto" del ritiro dall'alto verso il basso. Ma quello sforzo è continuato e non dovrebbe essere completato prima del 30 agosto, l'anniversario della fine della guerra di Biden.

La Casa Bianca non ha ancora chiarito come il presidente segnerà l'anniversario della guerra che ha ucciso più di 2.400 soldati americani e ne ha feriti quasi 21.000. I repubblicani attireranno sicuramente critiche sul ritiro dell'amministrazione.

Il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell ha notato ai giornalisti che mentre la cacciata di Zawahiri è stata una vittoria per la comunità dell'intelligence, il momento ha anche sottolineato che i talebani - che sono stati estromessi dal potere dalle forze statunitensi dopo l'11 settembre per negare il santuario di al-Qaeda - sono ancora una volta che ospita Al-Qaeda.

"Vale la pena notare dove si trova Al-Zawahiri: a Kabul. Al-Qaeda è tornata a seguito del ritorno al potere dei talebani", ha detto McConnell. "Questa decisione sconsiderata di ritirarsi un anno fa ha portato al ritorno alle condizioni che esistevano prima all'11 settembre", ha detto McConnell.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

#year #Afghan #war #Biden #struggles #find #footing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.