Voters in 4 states decide on secretary of state nominees

Martedì gli elettori in quattro stati hanno nominato i candidati del loro partito per l'ufficio statale che di solito sovrintende alle elezioni.

Molta attenzione si è concentrata sul Wisconsin, dove il Segretario di Stato non ha alcun ruolo nelle elezioni. I repubblicani vogliono cambiare le cose se dovessero vincere la carica a novembre. Le elezioni primarie si sono svolte anche in Minnesota, Connecticut e Vermont.

In Wisconsin, tutti e tre i candidati del GOP nel ballottaggio di martedì hanno ribadito le false affermazioni dell'ex presidente Donald Trump secondo cui la frode gli è costata le elezioni del 2020 e hanno chiesto lo smantellamento della Commissione elettorale del Wisconsin, un'agenzia creata solo sei anni fa dai legislatori repubblicani con il sostegno bipartisan. .

I candidati repubblicani sono stati tutti molto critici nei confronti delle decisioni del comitato in vista delle elezioni del 2020, quando la pandemia di COVID-19 ha posto sfide significative alle elezioni, e affermano che preferirebbero conferire potere al segretario di stato in modo che gli elettori possano ritenere qualcuno responsabile per le elezioni. Decisioni rilevanti.

Le persone leggono anche...

Per raggiungere il loro obiettivo, i repubblicani dovranno anche sconfiggere il governatore democratico Tony Evers, che si opporrebbe a una mossa del genere, a novembre.

I repubblicani in lizza per la nomination in Wisconsin sono la rappresentante Amy Ludenbeck e l'uomo d'affari Jay Schroeder e Justin Schmidtka, che ospita un podcast politico.

In un seggio elettorale a Thiensville, nella contea di Ozaukee, l'elettore repubblicano delle primarie Franklin Zbot, 42 anni, che lavora nel marketing e nelle vendite, ha affermato di sentirsi più fiducioso nelle elezioni di quest'anno.

"Penso che ora sia al sicuro. Spero che non stiano succedendo cazzate", ha detto Szpot. "Dopo che Trump ha perso, ho perso molta fiducia in questo, e ora mi sento come se stesse tornando con alcuni di quei candidati sul votazione".

Peter Gersh, l'imprenditore 55enne, che ha anche votato alle primarie repubblicane, ha detto che sperava per il meglio.

"Sarebbe sciocco dire che non c'è assolutamente alcuna frode e sciocco dire che sono assolutamente inaffidabili", ha detto Gersh. "Potrebbe essere da qualche parte nel mezzo."

Sul lato democratico, il segretario di Stato di lunga data Doug La Follett affronta la ribelle Alexia Sabor, presidente del comitato esecutivo del Partito Democratico nella contea di Dane. La Follett, 81 anni, è stata eletta per la prima volta nel 1974.

La Follett ha affermato di aver deciso di candidarsi di nuovo per impedire ai repubblicani di interferire nelle elezioni, citando l'appello di Trump al Segretario di Stato della Georgia, Brad Ravensberger, dopo le elezioni del 2020 chiedendogli di "trovare" voti sufficienti per annullare la vittoria di Joe Biden nello stato.

Quest'anno, le gare per il Segretario di Stato hanno attirato un enorme interesse e denaro in gran parte a causa delle elezioni del 2020, quando i sistemi e i processi di voto sono stati attaccati da Trump e dai suoi sostenitori. Non ci sono prove di frode diffusa o manipolazione dei sistemi di voto nelle elezioni del 2020.

In Minnesota, il principale candidato repubblicano ha definito le elezioni del 2020 "truccate" ed è stato preso di mira per un video clip che attacca tre importanti ebrei democratici, tra cui l'attuale segretario di Stato, il democratico Steve Simon, che sta cercando di essere rieletto.

Kim Crockett ha anche definito le elezioni del 2020 un "relitto ferroviario" e ha accusato i funzionari delle elezioni statali di aver usato la pandemia come copertura per cambiare il modo in cui votiamo e il modo in cui vengono conteggiati i voti.

Nelle rispettive primarie, Crockett e Simon affrontano due avversari meno noti: il repubblicano Eric Van Mecklen e Steve Carlson, il candidato perenne in corsa per la presidenza.

Indira Neal, 36 anni, di Morehead, Minnesota, ha dichiarato dopo aver espresso il suo voto primario martedì di essere più preoccupata per le frodi elettorali che per lo scarso conteggio dei voti.

"La mia più grande preoccupazione in generale sono cose come le campagne di disinformazione e la diffusione della disinformazione attraverso i social media", ha affermato Neil, il professore universitario che ha sostenuto Simon. "Sappiamo che è successo alle elezioni del 2016 e non c'è motivo di credere che queste campagne si siano fermate".

Le gare in Connecticut e Vermont sono degne di nota perché sono la prima volta in più di un decennio che i posti sono stati aperti. Entrambi i vecchi segretari di stato democratici hanno scelto di non chiedere la rielezione quest'anno.

Dominic Rabini, un candidato repubblicano del Connecticut, ex presidente del consiglio di amministrazione di un gruppo chiamato Fight Voter Fraud Inc. , per rafforzare i requisiti di identità e ripulire le liste elettorali statali. Rabini sta affrontando il rappresentante Terry Wood, repubblicano, che ha anche chiesto regole più severe per l'identificazione degli elettori e ripulire le liste degli elettori.

Da parte democratica, la rappresentante Stephanie Thomas di Norwalk, che ha ottenuto il sostegno del partito alla convention di stato di questa primavera, affronterà Maritza Bond, direttrice sanitaria di New Haven.

William Simmons, 75 anni, un preside di una scuola in pensione che si è recentemente trasferito da New York a Hartford, nel Connecticut, ha affermato di ritenere che le accuse fatte da Trump e sposate da alcuni candidati alla carica di Segretario di Stato in tutto il paese siano "un mucchio di sciocchezze". Ha detto che era fiducioso che le elezioni nel Connecticut sarebbero andate bene.

"Penso che le persone siano giuste e oneste, e non sono preoccupato per il mio voto qui", ha detto Simmons, aggiungendo che non gli importa se a novembre vinca un democratico o un repubblicano purché sia ​​un "giusto, onesto, e persona educata».

Nel Vermont, le primarie democratiche hanno ricevuto più attenzione. I candidati sono il vicesegretario di Stato Chris Winters, il rappresentante statale Sarah Copeland Hansas e l'impiegato comunale di Montpellier John Odom.

Il candidato perenne alla carica, H. Brooke Paige, è stata l'unica persona a candidarsi alle primarie repubblicane. È apparso anche nel ballottaggio per altri tre uffici in tutto lo stato.

Cassidy ha riferito da Atlanta. Libro dell'Associated Press Todd Richmond a Madison, Wisconsin; Steve Karnosky di Minneapolis; Susan Hay a Hartford, Connecticut; Wilson Ring a Montpellier, Vermont; Gretchen Elke a Thanesville, Wisconsin; e Dave Colback a Morehead, Minnesota, hanno contribuito a questo rapporto.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

#Voters #states #decide #secretary #state #nominees

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.