Adding ticagrelor to aspirin reduces vein graft failure, increases bleeding after CABG

09 agosto 2022

3 minuti per leggere

Fonte/Informazioni

Divulgazioni: Sandner ha riferito di aver ricevuto borse di ricerca istituzionali da Vascular Grafts Solutions. Si prega di consultare lo studio per tutte le informazioni finanziarie rilevanti di altri autori. Rao ha riferito di aver ricevuto sovvenzioni da Bayer. Uman ha riferito di aver ricevuto borse di ricerca da Abiomed e Chiesi, fornendo consulenza a Cara Therapeutics, Cytokinetics, Imbria Pharmaceuticals, Milestone Pharmaceuticals, Neurocrine Pharmaceuticals, Otsuka Pharmaceuticals e XyloCor, e presiedendo pannelli di monitoraggio dei dati e della sicurezza per Abiizeromed e Pfizeromed.

Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contattare customerservice@slackinc.com.

Rispetto alla sola aspirina, l'aspirina con ticagrelor era associata a un rischio ridotto di fallimento del trapianto e ad un aumentato rischio di sanguinamento clinicamente significativo nei pazienti sottoposti a CABG, secondo una meta-analisi.

Per la meta-analisi, i ricercatori hanno incluso quattro studi randomizzati controllati che coprivano 1.316 pazienti e 1.668 innesti di vena safena. L'analisi primaria, che ha valutato il fallimento dell'innesto venoso safeno per ciascun innesto, ha incluso 871 pazienti (aspirina più ticagrelor). [Brilinta, AstraZeneca] Gruppo: età media 67 anni. 15% donne; Gruppo Aspirina da sola: età media 66 anni. 15% donne).

Grafico che mostra i tassi di fallimento dell'innesto della vena safena un anno dopo il CABG.
I dati provengono da Sandner S, et al. gamma. 2022; doi: 10.1001/collezionista.2022.11966.

Fallimento dell'innesto venoso

Il gruppo aspirina più ticagrelor ha avuto un tasso più basso di insuccesso venoso safeno per innesto a 1 anno rispetto al gruppo aspirina da sola (11,2% vs 20%; differenza, -8,7 punti percentuali; IC 95%, da -13,5 a -3,1; OR = 0,51, IC 95%, 0,35-0,74; S <.001), Sigrid Sandner, MD, Il professore associato di cardiochirurgia e direttore del programma di chirurgia dell'arteria coronaria presso l'Università di medicina di Vienna e colleghi hanno scritto.

Anche il tasso di fallimento dell'innesto di vena safena per paziente a 1 anno era inferiore nel gruppo aspirina più ticagrelor rispetto al gruppo aspirina da sola (13,2% vs 23%; differenza, -9,7 punti percentuali; IC 95%, da -14,9 a -4,4 ;OR = 0,51;IC 95%, 0,35-0,74; S <.001), secondo i ricercatori.

Tuttavia, il gruppo aspirina più ticagrelor ha avuto tassi più elevati rispetto al gruppo aspirina da solo del consorzio di ricerca accademica (BARC) di tipo 2, 3 o 5 sanguinamento a un anno (22% vs 8,7%; differenza, 13,3 punti percentuali; 95%). ) CI, 8,6-18, OR = 2,98, IC 95%, 1,99-4,47; S <.001).

Il tasso di emorragia BARC di tipo 3 o 5 era dell'1,8% in entrambi i gruppi (differenza, 0 punti percentuali; IC 95%, da -1,8 a 1,8; OR = 1; IC 95%, 0,37-2,69; S = .99), hanno scritto i ricercatori.

Gli eventi avversi clinici netti, un composito di insufficienza del trapianto di vena safena, sanguinamento clinicamente rilevante, morte, infarto del miocardio e ictus, non differivano tra i gruppi (odds ratio = 1,21; intervallo di confidenza al 95%, 0,9–1,61).

Quando i ricercatori hanno confrontato ticagrelor in monoterapia con aspirina in monoterapia, non hanno riscontrato differenze nel fallimento dell'innesto della vena safena per ciascun innesto (ticagrelor, 19,3%; aspirina, 21,7%; differenza, -2,6 punti percentuali; IC 95%, da -9,1 a 3,9; OR = 0,86; IC 95%, 0,58-1,27; S = 44.; S = .46).

Nel complesso, l'analisi attuale suggerisce che il rischio individuale del paziente di fallimento del trapianto, eventi ischemici e sanguinamento dovrebbe essere attentamente misurato quando si decide se aggiungere ticagrelor all'aspirina dopo un intervento di CABG. "È necessario un follow-up a lungo termine per valutare appieno il potenziale beneficio della terapia antipiastrinica binaria con ticagrelor negli eventi clinici".

Considera le indicazioni, la fisiopatologia

sole a rau

Io Magnus Uman

In un editoriale correlato, Sunil V. Rao, MD, FSCAI, FACC, Professore di Medicina presso la Duke University Health System, capo di cardiologia presso il Durham Veterans Health System e presidente della Society for Cardiovascular Angiography and Interventions, e E. Magnus Uhmann, MD, Professore di Medicina e Vice President of Development and Innovation presso la Duke University School of Medicine e membro del Duke Institute for Clinical Research ha scritto: "È utile considerare sia le indicazioni per la chirurgia CABG che la fisiopatologia del fallimento dell'innesto della vena safena. Se un paziente sta subendo un intervento di CABG, è utile considerare sia la Sindrome Coronarica Nell'ambito della strategia di gestione della sindrome coronarica, devono essere indicati almeno 12 mesi di trattamento DAPT postoperatorio e se il paziente non è a rischio di sanguinamento.L'obiettivo della DAPT dopo un evento di SCA è trattare l'ambiente sottostante per la trombosi arteriosa e prevenire futuri eventi di rottura della placca come l'infarto del miocardio, indipendentemente dalla strategia di rivascolarizzazione.

"Nel contesto della chirurgia CABG per indicazioni diverse dall'ACS (es. angina stabile), l'uso della DAPT può avere un valore limitato e può essere meglio orientato considerando i meccanismi di [saphenous vein graft] Hanno scritto "blocco".

Riferimento:

#Adding #ticagrelor #aspirin #reduces #vein #graft #failure #increases #bleeding #CABG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin diam justo, scelerisque non felis porta, placerat si. Vestibulum ac elementum massa. In rutrum quis risus quis sollicitudin.

navigation
newsletter
contact info
1, My Address, My Street, New York City, NY, USA