New HF Guidelines Put Focus on Prevention, Bozkurt Says

Bekim Bozkurt, MD, PhD, ha affermato che le nuove linee guida sull'insufficienza cardiaca stanno riorganizzando la malattia per enfatizzare la prevenzione, ma è necessario fare di più per identificare le persone ad alto rischio.

Nuove linee guida sono state adottate questa primavera per ridefinire le fasi dell'insufficienza cardiaca (HF) per enfatizzare la prevenzione, ha detto Bekim Bozkurt, MD, MD, ai partecipanti alla Conferenza 2022 dell'American Society of Preventive Cardiology (ASPC), tenutasi dal 29 al 31 luglio a Louisville, Kentucky.

Questa è la buona notizia. Bozkurt ha detto che la sua specialità è a un "bivio", con la necessità di attirare l'attenzione sia sulle linee guida che sul motivo generale per lo screening HF.

Bozkurt, MD, professore di medicina e cardiologia al Baylor College of Medicine di Houston, è direttore del Winters Heart Failure Research Center ed è stato vicepresidente del comitato di scrittura 2022 per l'American College of Cardiology (ACC), l'American Heart Association (AHA) e le Linee guida 2022 dell'American Heart Failure Association (HFSA). Per aumentare la consapevolezza delle linee guida, ha detto: "Sto cercando una partnership con i nostri cardiologi preventivi".

"Perché è importante adesso?" Lei chiese. "Perché abbiamo strategie preventive specifiche per l'insufficienza cardiaca".

Infine, l'insufficienza cardiaca è sotto gli occhi del pubblico, ha affermato Bozkurt, e i professionisti del settore stanno lavorando non solo per istruire i medici su come identificare i pazienti a rischio, ma anche per motivare lo sviluppo di codici di fatturazione in modo che lo screening possa essere parte dello screening dei pazienti .

In passato, i medici in genere aspettavano i sintomi caratteristici e la disfunzione ventricolare sinistra prima di fare una diagnosi di insufficienza cardiaca. "È troppo tardi", ha detto Bozkurt. "È come il cancro allo stadio IV. Abbracciamo la prevenzione di questo: l'insufficienza cardiaca è maligna come il cancro".

Ha offerto dati che hanno mostrato tassi di mortalità, affermando che i tassi di insufficienza cardiaca sono "alti quanto alcuni dei tumori più mortali per uomini e donne".

Sfortunatamente, HF riceve solo una frazione della consapevolezza e dei finanziamenti che riceve il cancro, ha detto, anche se è altrettanto mortale. Ha detto che i finanziamenti per il controllo del cancro sono aumentati costantemente, mentre i finanziamenti per la ricerca sulle malattie cardiovascolari sono stati coerenti.

Nel cancro, lo screening ha aiutato a prevenire la morte prematura. I dati dell'American Cancer Society mostrano che una maggiore attenzione allo screening nell'ultima generazione ha contribuito a ridurre la mortalità per cancro del 32% dal suo picco nel 1991 fino al 2019, con forti cali da quando alcuni screening del cancro sono diventati obbligatori senza co-pagamento ai sensi della legge. Assistenza conveniente. .

fasi di insufficienza cardiaca

Le nuove linee guida coprono 4 fasi dell'insufficienza cardiaca, con le prime due fasi asintomatiche.

Fase A: A rischio di contrarre l'HIV. I pazienti non mostrano ancora una cardiopatia strutturale dalle analisi del sangue che suggeriscono un coinvolgimento del cuore, ma condizioni come ipertensione, diabete, obesità e sindrome metabolica, nonché fattori genetici o esposizione a farmaci come la chemioterapia li mettono a rischio.

Fase B: Pre-HF. Non ci sono ancora sintomi, ma i pazienti ora mostrano evidenza di cardiopatia strutturale o testano i segni vitali che sono indicatori di danno miocardico, come livelli elevati di peptide natriuretico di tipo B (BNP) o troponina cardiaca persistentemente elevata.

Bozkurt ha notato l'importanza delle anomalie dei segni vitali, "anche in assenza di sintomi e segni" che ora sono incluse nella definizione di pre-HF.

Stadio C: SC sintomatico. I pazienti presentano una cardiopatia strutturale con sintomi quali mancanza di respiro, tosse persistente, gonfiore delle gambe/piedi o dell'addome, affaticamento o nausea.

Fase D: HF avanzato. I sintomi ora interferiscono con la vita quotidiana e i pazienti possono subire ripetuti ricoveri nonostante abbiano ricevuto cure mediche mirate.

Trattamento per prevenire i sintomi dell'epatite C

Bozkurt si è concentrato su ciò che le linee guida ACC/AHA/HFSA dicono sul trattamento nelle fasi A e B, prima che i pazienti sperimentino gli effetti disabilitanti dell'insufficienza cardiaca. La fase A richiede un trattamento ottimale dell'ipertensione, una gestione ottimale delle malattie cardiovascolari e l'uso di inibitori del trasportatore del glucosio di sodio 2 (SGLT2) per le persone con diabete e malattie cardiovascolari. Gli inibitori SGLT2 sono ora tra le 4 classi terapeutiche (insieme ai diuretici) riconosciute per il trattamento dell'insufficienza cardiaca a bassa frazione di eiezione (HFrEF), che secondo le linee guida riviste è definita come frazione di eiezione ventricolare sinistra ≤ 40%.

Inoltre, ha osservato Bozkurt, le linee guida di fase A richiedono che le persone esposte ad agenti tossici avversi ricevano una valutazione multidisciplinare e che quelle con cardiomiopatia ereditaria siano sottoposte a test genetici e consulenza.

Per i pazienti allo stadio B, si applicano ancora le raccomandazioni allo stadio A, ma potrebbero essere necessari più farmaci per prevenire i sintomi dell'insufficienza cardiaca. Per quelli con HFrEF, si raccomanda un ACE inibitore, ma possono essere usati bloccanti del recettore dell'angiotensina (ARB) se i pazienti non possono tollerare un ACE inibitore. Le statine sono raccomandate per abbassare il colesterolo LDL nelle persone con una storia di infarto o sindrome coronarica acuta.

Bozkurt ha esaminato diversi studi che hanno mostrato come un migliore uso diagnostico e di screening del BNP consente ai medici di migliorare l'assistenza e ridurre gli eventi cardiovascolari. Ha aggiunto che i pazienti in tutte le fasi sono incoraggiati a condurre uno stile di vita sano.

"Questo è vivere nel nuovo paradigma", ha detto. Identificare quelli con livelli di peptidi naturalmente elevati che potrebbero aver bisogno di un intervento precoce - e continuare il messaggio di una dieta migliore e più attività fisica - consentirà cure migliori e più efficaci. Le diete a base vegetale, in particolare, hanno dimostrato di ridurre il rischio di insufficienza cardiaca.

Ha detto che l'attenzione alla prevenzione porterebbe il trattamento alle prime fasi dell'epatite C.

"Questo è [where] disse Bozkurt al gruppo. "La modifica dello stile di vita è una componente importante che voglio sottolineare. L'attività fisica regolare a un ritmo normale, diete sane ed evitare il fumo sono tutte raccomandazioni di Categoria 1 nelle linee guida per prevenire futuri rischi di insufficienza cardiaca".

#Guidelines #Put #Focus #Prevention #Bozkurt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.