Fewer and fewer OB-GYNS are being trained to perform abortions

È una delle armi più spietatamente efficaci della storia umana: la distruzione della conoscenza. Gli oppositori dei diritti riproduttivi in ​​America lo capiscono bene. Non è sufficiente limitare o vietare completamente l'accesso all'aborto. Non basta rendere insufficiente l'accesso a opzioni sicure e legali. Devi cancellare la sua educazione, la sua formazione.

Questo è esattamente ciò che stava accadendo negli Stati Uniti.

L'erosione dell'educazione all'aborto non è nuova. Un rapporto della stampa della National Academies intitolato "The Safety and Quality of Abortion Care in the United States" ha lanciato l'allarme sul problema nel 2018. "Sebbene la maggior parte degli operatori sanitari delle donne interagirà con i pazienti che affrontano problemi di gravidanza e aborto non intenzionali, la formazione sull'aborto non è disponibile Universale per medici o mezzi corazzati per il trasporto di personale [advanced practice clinicians] che intendono fornire servizi di salute riproduttiva.

Le restrizioni alla formazione includevano "geografia, politica istituzionale e diritto statale", nonché l'emergere del "più grande gruppo di ospedali senza scopo di lucro di proprietà religiosa" nello stato: strutture di proprietà cattolica e cattolica, che devono seguire rigorosi criteri etici e religiosi linee guida della Conferenza episcopale americana. Ciò significa che per un numero crescente di aspiranti fornitori di salute riproduttiva, "studenti di medicina, residenti e altri studenti professionisti della salute sono spesso responsabili della ricerca di opportunità di apprendimento da soli". Questo è stato quattro anni prima della decisione di Dobbs.

Il 43,9% della popolazione si allena attualmente negli stati che dovrebbero vietare l'aborto.

A maggio, una ricerca della David Geffen School of Medicine dell'UCLA ha riportato sulla rivista Obstetrics & Gynecology che "il 43,9% di [OB/GYN] I residenti si stanno attualmente formando negli stati che dovrebbero vietare l'aborto, una componente ostetrica e ginecologica richiesta per la certificazione. Le possibilità inquietanti sono chiare: come hanno continuato gli autori, "Nel 2020, il 92% della popolazione ostetrica e ginecologica ha riferito di aver accesso a un certo livello di formazione sull'aborto". Ci aspettiamo che se il Roe v. Wade, questo scenderà al massimo al 56%. E peggiora, perché "questo probabilmente sottovaluta gli effetti dell'allenamento del cardio Roe v Wade, in quelle residenze al di fuori dell'ostetricia e della ginecologia, come la medicina di famiglia, che non sono state incluse nello studio".

Parlando con MedPage Today, l'autore principale del rapporto, Kavita Vinekar, MD, MPH, ha dichiarato: "Temo che la mancanza di formazione interna sull'aborto avrà un impatto negativo sulle competenze dei residenti nell'evacuazione uterina di emergenza, nelle procedure d'ufficio, nella gestione dell'aborto e consulenza incentrata sul paziente e assistenza informata. Traumatizzato. Queste sono tutte competenze che sono fondamentali per la formazione sull'aborto. "


Vuoi più storie di salute e scienza nella tua casella di posta? Iscriviti alla newsletter settimanale del salone, The Vulgar Scientist.


"È quasi la metà dei residenti", afferma la dottoressa Catherine White, assistente professore di OB-GYN presso la Boston University School of Medicine e autrice di Your Sexual Health: A Guide to Understanding, Loving, and Caring for your body. "Ha importanti implicazioni per tutte le persone che sono in grado di rimanere incinta che si prendono cura di loro per il resto della loro carriera".

Come sa chiunque abbia una vaga comprensione dei sistemi riproduttivi, creare un vuoto in qualsiasi forma di formazione medica ha conseguenze di vasta portata. "Influisce sulle competenze relative alle procedure di aborto e alla gestione dei farmaci con l'aborto medico", afferma White, indipendentemente dal fatto che l'interruzione della gravidanza sia dovuta all'aborto o in connessione con l'aborto. Ciò significa che ogni anno centinaia di migliaia di persone subiscono una perdita di gravidanza, che rischiano di non essere curate da un caregiver a proprio agio." E se un numero sempre minore di fornitori sapesse come somministrare un D&C, quante più persone dovrebbero portare i loro feti morti nei loro corpi?Cosa stanno veramente soffrendo di questo incubo adesso?Quante donne troveranno la loro vita in pericolo perché la loro gravidanza non è praticabile?

Questo inevitabile cambiamento nella formazione riguarderà non solo il luogo in cui gli studenti scelgono di andare a scuola, ma anche il luogo in cui si stabiliranno, e quindi le comunità che serviranno. Il rapporto AAMC del 2021 sulla conservazione dei residenti ha rilevato che "più della metà (57,1%) delle persone che hanno completato la formazione in residenza dal 2011 al 2020 praticano la formazione nello stato in cui hanno condotto la formazione in residenza". E se questa previsione ginecologica è vicina all'accuratezza, si tratta di un numero sbalorditivo di imminenti operatori ginecologici che vengono formati e rimangono in stati in cui non sono state insegnate tecniche di aborto.

"La partita del prossimo anno per la residenza sarà molto divertente all'OB-GYN."

"I residenti e i fornitori di servizi in questi stati devono decidere se devo restare o andare?" dice il dottor White. Per i residenti, 'Devo provare a ottenere questa formazione altrove? Accetto di non averlo? "Per le persone che stanno facendo domanda per la residenza, dovrei anche fare domanda per programmi che limiteranno la mia formazione? Penso che la partita del prossimo anno per la residenza sarà molto interessante a OB-GYN. "

Il bianco è preoccupato per le increspature a lungo termine che queste opzioni alla fine creeranno.

"Se hai fornitori e tirocinanti che lasciano questi stati, aggraverà le disuguaglianze sanitarie già esistenti, perché disponiamo di buoni dati che dicono che l'aborto porta a una maggiore mortalità materna", ci dice, o andiamo da qualche altra parte dove c'è è anche una necessità, e in realtà riceviamo tutti i tipi di assistenza? Non stiamo parlando di piccoli numeri. Metà della nostra popolazione riceverà quella formazione. Metà della nostra popolazione rimane dove si esercita o rimane dove si allena. È un grande impatto. Estremamente. "

Anche negli stati che offrono una formazione più completa sull'aborto, gli effetti sono ancora inevitabili, soggetti a linee guida basate sulla religione per particolari istituzioni o alla mancanza di strutture. "I numeri non sono grandiosi e sono decisamente diminuiti nel tempo", afferma la dott.ssa Susan Gilberg-Lenz, autrice del Menopause Bootcamp e autrice del Menopause Bootcamp. "Ma questo non significa che non ci siano abbastanza persone per abortire. Il problema è dove si trovano. Il problema è più del tipo, 'Guarda, ci sono fornitori in California, ma non c'è nessuno a Fresno.'"

E questo, spiego, approfondisce alcune delle dinamiche più inquietanti della cura riproduttiva. "Se guardi davvero ai movimenti generali per la giustizia riproduttiva, ci sono molti problemi con la supremazia bianca", afferma Gilberg-Lenz. "Probabilmente ci saranno centinaia di aborti che medici e servizi forniscono nella contea di Los Angeles, per esempio. Quando qualcuno può andare a Fresno e fare cliniche gratuite, sì, fornisce un servizio, ma è anche possibile che ci sia una grave supremazia sulle uova , Colonialis, perché ora stanno rendendo molto difficile per una persona marrone o nera trasferirsi in questa comunità a tempo pieno e guadagnarsi da vivere facendo così.

Continua: "Quando parliamo di razzismo medico, dobbiamo capire che questo colpisce non solo i pazienti, ma anche i tirocinanti, i potenziali medici e i medici. Il modo in cui viene fornita e gestita l'assistenza sanitaria è fortemente influenzato da chi fornisce tale assistenza. Questo è davvero un punto importante, e se ne sta discutendo." molto nella comunità che pratica l'aborto".

Anche se un futuro fornitore finisce, per motivi personali o professionali, per non aver mai eseguito un solo aborto su richiesta nella sua carriera, chi crede nella sua mente giusta che non fornire ai medici la massima abilità per gestire lo scenario medico più appropriato sia qualcosa tutt'altro che un po' irresponsabile? Tuttavia, questo è esattamente il percorso che gli Stati Uniti sembrano pronti a inviare i propri fornitori in questo momento. "Penso, filosoficamente, che non chiedere a tutti i residenti di ginecologo di imparare come eseguire un aborto sia semplicemente moralmente ed eticamente sbagliato", afferma la dott.ssa Susan Gilberg-Lenz.

Leggi di più

Sull'impatto sanitario delle restrizioni all'aborto

#OBGYNS #trained #perform #abortions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.