A challenge for antiabortion states: Doctors reluctant to work there

Sospensione

Tra qualche anno, le competenze di Olgert Bardi saranno molto richieste. Un residente del primo anno in medicina interna presso l'Università del Texas Southwestern Medical Center di Dallas, sarà un medico pienamente qualificato entro il 2025 nello stato Di fronte alla carenza di medici di base.

Il problema del Texas: a causa delle rigide leggi statali contro l'aborto, Bardi non è sicuro se rimarrà lì.

Sebbene attualmente non offra cure per l'aborto, le leggi che limitano la procedura hanno causato confusione e incertezza sui trattamenti legali per l'aborto e gli hanno persino impedito di fornire consulenza in gravidanza. Pazienti sull'opzione dell'aborto, ha detto. Aiutare e favorire un aborto in Texas espone anche i medici a cause civili e procedimenti penali.

"Mi dà decisamente fastidio", ha detto Bardy. "Se arriva un paziente e tu non sei in grado di fornirgli le cure che dovresti dargli per il suo benessere, probabilmente non dovrei allenarmi qui. L'idea mi è passata per la mente. "

Sta bilanciando la sua ansia con la sensazione di poter fare più bene rimanendo, incluso consigliare ai pazienti di assumere contraccettivi.

L'incertezza di Bardi riflette una più ampia riluttanza di alcuni medici e studenti di medicina che stanno riconsiderando le loro prospettive di carriera negli stati rossi dove le leggi che regolano l'aborto sono cambiate rapidamente dopo il ribaltamento della Corte Suprema. Raw contro Wadesecondo interviste con operatori sanitari e sostenitori della salute riproduttiva.

Una grande azienda di personale medico ha affermato di aver recentemente avuto 20 ostetriche e ginecologi che hanno rifiutato le loro posizioni negli stati rossi a causa delle leggi sull'aborto. La riluttanza va oltre coloro che sono interessati a fornire cure per l'aborto, perché le leggi intese a proteggere il feto possono aprire i medici a nuove responsabilità o limitare la loro capacità di praticare.

Non è chiaro quanto siano state prese decisioni professionali accurate in mezzo al tumulto e alla confusione dalla decisione della Corte Suprema Dobbs contro la salute delle donne Jackson Si tradurrà in uno spostamento geografico permanente. Ma in mezzo a una carenza nazionale di professionisti della salute riproduttiva, le prime prove suggeriscono che gli stati rossi, almeno, si stanno mettendo in una posizione di svantaggio nella competizione per i fornitori essenziali, hanno affermato gli esperti.

Un gran numero di operatori sanitari AMN Healthcare ha affermato che i clienti negli stati che vietano gli aborti hanno più problemi a riempire i posti vacanti perché alcuni potenziali candidati ostetricia/ginecologici non prenderanno nemmeno in considerazione le opportunità negli stati con divieti di aborto nuovi o in sospeso.

Tom Florence, presidente di Merritt Hawkins, una sussidiaria di AMN Healthcare, ha citato 20 casi dalla sentenza della Corte Suprema in cui i potenziali clienti si rifiutavano specificamente di trasferirsi in stati in cui i legislatori prendono di mira i diritti riproduttivi.

"Parlando con quasi 20 candidati che affermano che rifiuterebbero di esercitarsi in quegli stati restrittivi, è sicuramente una tendenza che stiamo vedendo", ha detto Florence. "Influirà sicuramente sulle cose in futuro".

Una delle reclute dell'azienda, che aveva lavorato per un lavoro in medicina materno-fetale in Texas, è stata respinta da tre candidati, che hanno affermato: "Tutti e tre hanno espresso il timore di essere multati o di perdere la licenza per svolgere il proprio lavoro".

In un altro esempio, un medico che è stato contattato telefonicamente da un reclutatore di AMN Healthcare che cercava di ricoprire una posizione in una situazione anti-aborto "ha semplicemente detto 'Roe v. Wade' e ha riattaccato", ha detto Florence.

Questo spostamento ha implicazioni particolarmente gravi per i piccoli ospedali rurali, che possono fornire solo pochi ostetrici o, in alcuni casi, un solo medico, ha affermato Florence.

"Possono dare alla luce centinaia di bambini ogni anno e vedere molte migliaia di pazienti", ha detto. "La potenziale assenza di un ginecologo/ginecologo nella loro comunità, se non per una decisione della Corte Suprema, è fondamentale. I pazienti ne sopporteranno l'onere".

Vale la pena notare, ha aggiunto Florence, che nessuna delle reclute ha incontrato un solo medico in cerca di pratica in uno stato perché l'aborto era vietato.

In un sondaggio della Kaiser Family Foundation del 2021, il 75% dei ginecologi ha affermato che le loro pratiche non prevedono aborti ai fini dell'interruzione della gravidanza.

Tuttavia, i divieti scritti diffusi di aborto negli Stati Uniti hanno gettato un'ombra sulla pratica più ampia della salute riproduttiva, affermano i leader dei medici tradizionali che sostengono i diritti all'aborto. Negli stati in cui non ci sono eccezioni alla vita e alla salute delle donne, dicono, gli standard di cura di routine sono aboliti.

Temono che le restrizioni sulla formazione di nuovi medici pregiudichino il reclutamento di giovani talenti. Sono preoccupati per le restrizioni sul trattamento della fertilità. Si aspettano che le legislature conservatrici chiedano il divieto di determinati tipi di contraccettivi, inclusi i farmaci IUD e Plan B. La maggior parte dei repubblicani alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha votato il mese scorso contro una misura a tutela del diritto alla contraccezione.

Inoltre, molti ostetrici e ginecologi, anche se non eseguono gli aborti da soli, credono fortemente nell'autonomia del paziente e nel processo decisionale, hanno affermato i leader accademici e clinici.

"Anche i medici negli stati ristretti non hanno mai dovuto fare i conti con questo tipo di interferenza politica e supervisione legislativa", ha affermato Eve Espy, capo di ostetricia e ginecologia presso l'Università del New Mexico e medico presso il Centro UNM per la salute riproduttiva. . "È una straordinaria intrusione in un'ampia gamma di assistenza sanitaria riproduttiva".

Un terzo anno ostetrico/ginecologico residente presso le Nazioni Unite. M., Alana Carstens Yalom ha frequentato la Tulane University School of Medicine, a New Orleans. Aveva preso in considerazione l'idea di tornare in Louisiana per la sua pratica medica. Non più. Vuole che le cure per l'aborto facciano parte della sua clinica ostetrica/ginecologica, Louisiana Prohibition.

"Ora non penso che sia nemmeno un'opzione per me", ha detto.

Medici, residenti e studenti di medicina hanno dichiarato nelle interviste di essere preoccupati per l'impatto sulla professione. Hanno affermato che come orientarsi tra i lavori nel nuovo panorama è un importante argomento di discussione sia tra i medici che tra i tirocinanti.

Myrose Porter, nativa di Austin e studentessa al Baylor College of Medicine di Houston, ha detto che avrebbe fatto domanda per la residenza nel suo stato d'origine, ma che il resto delle opzioni sulla sua lista sarebbero solo negli stati in cui l'aborto è legale. A lungo termine, Porter, membro del Medical Students for Choice Program, non prevede di esercitare la professione medica in Texas.

"L'idea che io e altri futuri medici non saremo qui è triste per me personalmente e per la comunità", ha detto, sottolineando che stava parlando solo per se stessa, non per Baylor. "C'è un certo senso di colpa che sto lasciando andare della società in cui sono cresciuto".

In Nebraska, il Methodist Health System di Omaha ha solo due specialisti esperti in gravidanze ad alto rischio e possono anche eseguire dilatazioni ed evacuazioni per rimuovere il feto. L'ospedale consente l'aborto solo nei casi che minacciano la salute e la vita della donna. Un gruppo di ginecologi e ginecologi del Nebraska, tra cui l'embriologa materna metodista Emily Patel, ha formato un comitato di azione politica locale per sollecitare il legislatore a non approvare il divieto di aborto.

Avvertono più in generale degli "effetti a valle" del divieto di aborto sulla salute riproduttiva.

Un esempio comune è una donna le cui acque si sono rotte intorno a 18 o 19 settimane. I rischi di continuare quella gravidanza per la salute della donna e del feto includono problemi di sviluppo per il feto e il rischio di infezione per la donna.

Ma Patel ha affermato che in base al divieto di aborto proposto dal Nebraska, non è chiaro se anche spiegare le opzioni di risoluzione in tali circostanze sarebbe legale.

Immagina di essere in uno stato di embargo, e il feto batte con un battito cardiaco e il paziente seduto di fronte a me non è malato. "Questa sarà una situazione difficile per un medico", ha detto Patel. "Il medico non vorrà trovarsi in una posizione in cui sarà perseguito penalmente per aver fornito cure e consigli di routine".

Ed è il tipo di incertezza legale e di rischio che i migliori medici cercheranno di evitare, ha aggiunto: "Questi paesi in cui inizierà il divieto avranno difficoltà a reclutare la prossima generazione di ginecologi e ginecologi".

Gli oppositori dell'aborto hanno affermato che le preoccupazioni per i rischi legali e le restrizioni oltre gli aborti elettivi erano esagerate.

"Ci sono molti miti e idee sbagliate su cosa questo significhi per la salute riproduttiva", ha affermato Sandy Christiansen, MD, ostetrico e ginecologo e direttore medico del Maryland CareNet Pregnancy Center, che incoraggia le donne a continuare le gravidanze. Ha detto che "non dovrebbero esserci problemi" nel trattamento dell'aborto spontaneo con farmaci o interventi chirurgici.

"Non dovrebbero preoccuparsi delle loro licenze se praticano uno standard di cura", ha detto Christiansen, che è un membro della Società americana di ostetrici e ginecologi pro-vita.

Ha ammesso con una certa confusione: "Speriamo che chiarirai le leggi che verranno su alcune di queste cose".

Un'altra membro del Doctors' Anti-Abortion Group, la professoressa associata Susan Bean, del Barton College, una piccola istituzione affiliata ai cristiani nella Carolina del Nord, ha affermato di ritenere che la riluttanza a trasferirsi in stati in cui l'aborto è proibito sarebbe limitata a una piccola percentuale di ostetricia e Ginecologia. Medici che vogliono eseguire aborti elettivi.

"Se dovessi frequentare la facoltà di medicina e volessi fare l'ostetrica e volessi abortire, sceglieresti un paese in cui la legge sarebbe legale", ha detto.

I sistemi ospedalieri negli stati con restrizioni all'aborto, inclusi Utah, Texas, Mississippi, Alabama e Ohio, non hanno risposto alle richieste di commento o si sono rifiutati di rispondere alle domande su come hanno gestito potenziali problemi di conservazione e arruolamento.

Un grande sistema sanitario con sede nello Utah, Intermountain Healthcare, elenca 10 posti vacanti di medico ostetrico/ginecologico sul suo sito web, che sono più di qualsiasi specialità per cui stanno assumendo. Una portavoce di Intermountain, apparentemente inavvertitamente, ha incluso un giornalista del Post in un'e-mail al team di pubbliche relazioni dopo che ho chiesto al Post le sfide che riempiono quei posti vacanti alla luce della legge sull'aborto dello Utah: stai lontano da questo problema".

I medici hanno affermato di essere alle prese con le ricadute di una legislazione ampia scritta da politici senza conoscenze mediche dettagliate. L'ambiente crea un alto grado di rischi legali e professionali per i professionisti, ha affermato David Turok, professore associato di OB/GYN presso l'Università dello Utah e anche membro del consiglio di Physicians for Reproductive Health, che sostiene il diritto all'aborto.

"Quello che abbiamo sono leggi che non rappresentano la pratica medica, che non sono inquadrate in modi in cui pensiamo o di cui parliamo come professionisti medici, e questo crea confusione", ha detto Turok.

Funzionari in alcuni stati stanno lavorando per chiarire come far rispettare il divieto di aborto. Il Dipartimento della Salute della Louisiana lunedì ha pubblicato un elenco di 25 condizioni fetali che potrebbero giustificare la risoluzione.

L'incertezza giuridica si aggiunge agli oneri per ginecologi e ginecologi. che essi L'ostetricia deve rispondere 24 ore al giorno, le emergenze sono emotivamente stressanti e i professionisti devono affrontare alcuni dei più alti tassi di cause legali per negligenza e conseguenti costi assicurativi.

Il governo federale ha affermato che gli Stati Uniti hanno bisogno di 9.000 ostetricia e ginecologia e che la carenza raggiungerà 22.000 entro il 2050.

Nel Michigan era vecchioRo Il divieto di aborto è stato rinnovato dopo la sentenza della Corte Suprema. L'incombente divieto ha spinto Tim Johnson, un veterano delle cure per la gravidanza ad alto rischio presso la Michigan Health, a prendere in considerazione l'idea di lasciare lo stato. Sebbene abbia 73 anni e non offra più aborti elettivi, sta ancora curando i pazienti e non è pronto per andare in pensione. Se il divieto di aborto continua nel Michigan, ha detto, potrebbe trasferirsi nel Maryland per praticarlo.

"Ho sempre detto se (Ro capovolto) a una tale velocità, sarebbe terribilmente devastante", ha detto, "Stiamo iniziando a capire quanto sia davvero fastidioso. "

#challenge #antiabortion #states #Doctors #reluctant #work

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.