Speaker: Recognizing patients’ emotional stress can reduce CV risk, improve outcomes

05 agosto 2022

3 minuti per leggere

Fonte/Informazioni
fonte:

Chinnaiyan K. Il ruolo della gestione dello stress nelle malattie cardiovascolari. Presentato a: The American Society of Cardiovascular Disease Prevention Conference; 29-31 luglio 2022; Louisville, Kentucky.

Divulgazioni: Chinnaiyan ha riferito di essere un consulente e di aver ricevuto supporto per la ricerca da Heartflow.

Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contattare customerservice@slackinc.com.

LOUISVILLE, Ky. - Un relatore all'American Society of Preventive Cardiology Conference on CVD Prevention ha invitato i medici a prestare maggiore attenzione agli effetti dei fattori psicosociali sulle CVD e sui relativi esiti.

Durante la presentazione, Kavitha Shenyan, MD, FACC, FSCCTMD, professore di medicina presso il William Beaumont College of Medicine e il Beaumont Hospital dell'Università di Oakland a Royal Oak, Michigan, ha dettagliato i potenziali fattori scatenanti psicosociali ed emotivi di CVD accidentali e sottolinea l'importanza di sviluppare resilienza e neuroplasticità nei pazienti a rischio.

Stress del paziente 1_172195110
Fonte: Adobe Stock

"Lo stress mentale è un problema complesso che coinvolge il sistema nervoso centrale, il sistema nervoso autonomo, il sistema ormonale, il sistema immunitario e quasi tutti i sistemi di organi. Anche lo stress è vario, dai gravi disturbi della salute mentale ai cosiddetti disturbi normali. stress della vita quotidiana. In effetti, qualsiasi cosa al di là della nostra capacità di far fronte. Potrebbe diventare un fattore di stress ", ha detto Chennayan a Helio. "A seconda dei nostri fattori di stress - salute, finanze, relazioni, sopravvivenza, disuguaglianza percepita, ecc. - il nostro cervello cerca di affrontarli in diversi modi, incluso l'inondazione del sistema di sostanze chimiche dello stress - neurotrasmettitori e ormoni pro-infiammatori al sistema CV, che porta a disfunzione endoteliale, aterosclerosi, CAD, infarto miocardico acuto, disfunzione miocardica, aritmia, morte cardiaca improvvisa e così via.

Chenyan ha affermato che quasi l'80% delle decisioni umane si basa sull'emozione e sullo stress mentale; Tuttavia, le metriche in medicina si basano sul ragionamento.

"La cosa più importante da capire e riconoscere è che lo stress rappresenta un rischio di malattie cardiovascolari", ha detto Chennayan a Helio. "Nello studio INTERHEART, lo stress psicologico era il fattore di rischio più importante per l'infarto miocardico acuto rispetto ai fattori di rischio convenzionali".

Lo studio INTERHEART del 2004 è stato uno studio caso-controllo standardizzato in 52 paesi che ha valutato l'associazione tra fumo, ipertensione, diabete, rapporto vita-fianchi, dieta, attività fisica, assunzione di alcol, contenuto proteico sierico e fattori psicosociali in un MI incidente.

I ricercatori hanno riferito che i fattori psicosociali erano associati a un OR di MI 2,67, che si traduce in un rischio attribuibile alla popolazione del 32,5%, rispetto ai controlli senza fattori di rischio psicosociale.

Un altro studio è stato pubblicato in Dialoghi nelle neuroscienze cliniche Valutare la relazione tra malattia coronarica e disturbi mentali. I ricercatori hanno scoperto che disturbi come la schizofrenia, il disturbo bipolare e il disturbo depressivo erano associati a un rischio maggiore di malattia coronarica rispetto ai controlli (frequenza cardiaca corretta = 1,54; IC 95%, 1,3-1,82; S <.0001) secondo lo studio. Sebbene disturbi come l'ansia in misura minore (RR = 1,41; IC 95%, 1,23-1,61; S <.0001) e stress persistente o grave o PTSD (aHR = 1,27; IC 95%, 1,08–1,49) sono stati anche associati a un rischio più elevato di malattia coronarica.

"Purtroppo, diamo per scontato lo stress e spesso non lo riconosciamo o addirittura non chiediamo ai nostri pazienti lo stress nella loro vita", ha detto Chennayan a Helio. Quando i pazienti sono stressati, è meno probabile che aderiscano ai farmaci e allo stile di vita, o addirittura si prendano cura della propria salute. D'altra parte, lo sviluppo della resilienza e tratti come la gratitudine sono associati agli effetti opposti. Riconoscere lo stress e indirizzare i pazienti ai professionisti appropriati è estremamente importante nella cura completa del paziente”.

Chenyan ha aggiunto che i fattori di stress possono includere eventi della vita, disastri naturali, crisi finanziarie, attacchi terroristici, guerre, partite sportive e vacanze.

Tali stress possono influenzare la neuroplasticità, che il presentatore ha definito come la capacità del cervello di adattarsi a stimoli mutevoli attraverso proprietà funzionali e strutturali alterate.

Esposizioni come esercizio, musica e linguaggio promuovono una neuroplasticità benefica, secondo la presentazione; Tuttavia, il cervello può anche apprendere comportamenti disadattivi. L'eliminazione dei comportamenti disadattivi può portare a una riduzione dello stress e a un aumento della lunghezza dei telomeri, ha affermato Chinayan, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche nel campo dell'epigenetica e della neuroplasticità.

"Professionisti della salute mentale, consulenti, terapisti e coloro che comprendono i benefici di metodi come la meditazione sono molto importanti da includere nel team di assistenza di un paziente", ha detto Chinian a Helio. "La mente è un argomento molto complesso e molto sottile, ed è il motore delle nostre scelte e delle nostre vite. Possiamo fare tutto il bene al corpo di un paziente, ma se le loro menti non collaborano, i trattamenti possono solo arrivare fino a un certo punto .”

Riferimenti:

#Speaker #Recognizing #patients #emotional #stress #reduce #risk #improve #outcomes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin diam justo, scelerisque non felis porta, placerat si. Vestibulum ac elementum massa. In rutrum quis risus quis sollicitudin.

navigation
newsletter
contact info
1, My Address, My Street, New York City, NY, USA