Refugee camps short of food, medicine in Myanmar’s Kayah state

Fonti della zona affermano che gli abitanti del villaggio che sono stati sfollati a causa dei combattimenti nello stato di Kayah del Myanmar, dilaniato dalla guerra, soffrono per la carenza di cibo e medicine di cui hanno tanto bisogno e che i bambini e gli anziani sono i più colpiti nei campi. fino ad ospitarli.

I bambini ora soffrono di febbre dengue e diarrea nella parte orientale della città di Loikaw a Kayah, dove circa 4.000 rifugiati vivono nei campi profughi, ha detto venerdì a Radio Free Asia un operatore umanitario in uno dei campi.

"Il problema principale che stiamo affrontando qui in questo momento è la mancanza di medicinali", ha affermato la lavoratrice Aung Ning. "In un altro campo vicino c'è l'influenza. È molto comune. Poi ci sono casi di gastroenterite.

"Ora stiamo assistendo a lievi cambiamenti nei sintomi, con bambini che mostrano tracce di sangue nel vomito. Succedono molte cose", ha detto Aung Ning.

Ai rifugiati anziani mancano anche le medicine per la pressione alta, il diabete e i problemi cardiaci, ha detto, e ora nei campi c'è un disperato bisogno di antidolorifici, acqua salata e medicine per la febbre.

Un portavoce del gruppo per i diritti umani Karenni ha affermato che le spedizioni di droga sono ora limitate nello stato di Kayah, dove il PDF si scontra con le forze della giunta militare che ha rovesciato il governo civile del Myanmar il 1 febbraio 2021.

Il portavoce di Banya ha affermato che i prezzi dei farmaci sono aumentati anche nei mercati locali a causa della carenza.

"Non abbiamo assolutamente la capacità di produrre medicinali qui e dobbiamo acquistare principalmente dall'estero. I prezzi qui sono più che raddoppiati e gli aiuti internazionali sono pochissimi.

Ha affermato che l'UNHCR e il Programma alimentare mondiale stanno fornendo assistenza ai campi principalmente per il cibo, senza fornire alcuna assistenza per le necessità mediche.

"Molte persone vivono nei campi qui da mesi o addirittura anni, e si stanno indebolendo", ha detto Banya. "Non esiste un'assistenza sanitaria adeguata per le donne incinte e le giovani madri, e i rifugiati devono affrontare più sfide per la salute perché non hanno accesso alle vaccinazioni".

I rifugiati sono in una "situazione pessima"

Un portavoce del Carini People's Progressive Force, che aiuta anche i profughi di guerra, ha detto che almeno sei persone sono morte nei campi in cui opera il gruppo per mancanza di medicine e cibo.

Le medicine sono assolutamente necessarie e recentemente c'è stata una carenza di riso e razioni essiccate. "Alcuni dei profughi si trovano in una pessima situazione", ha detto il portavoce, che ha parlato in condizione di anonimato per motivi di sicurezza.

Abbiamo visto persone morire in alcuni campi per sfollati perché non avevano abbastanza medicine. A causa delle restrizioni al trasporto su strada, ora è anche difficile spostarsi da un luogo all'altro o fornire un'assistenza sanitaria completa.

Il portavoce ha aggiunto che molti nei campi ora sopravvivono solo mangiando le foglie e le radici commestibili che si trovano nelle foreste circostanti.

In una dichiarazione rilasciata il 3 agosto, l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari ha affermato di incontrare difficoltà nel fornire cibo e medicine alle vittime della guerra in Myanmar a causa delle restrizioni imposte dall'esercito del Paese.

Il portavoce dell'esercito birmano, il maggiore generale Zaw Min Tun e il portavoce del Consiglio militare statale di Kayah, venerdì, hanno lanciato richieste di commento dal portavoce dell'esercito birmano, senza rispondere.

Tradotto da Khin Maung Nyan per Radio birmana Free Asia. Scritto da Richard Finney in inglese.

#Refugee #camps #short #food #medicine #Myanmars #Kayah #state

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.