Telehealth could improve access to health care for pregnant mothers, their infants

La ricerca di Amy Kantor, MD, MPH, professoressa associata di informatica medica ed epidemiologia clinica e medicina di famiglia, ostetricia e ginecologia presso la OHSU School of Medicine, mostra che la telemedicina ha risultati di salute simili e talvolta migliori all'assistenza materna. (OHSU/Kristen Torres Hicks)

I ricercatori dell'Oregon Health & Science University hanno scoperto che la sostituzione o l'integrazione dell'assistenza materna di persona con la telemedicina generalmente produce risultati simili, e talvolta migliori, rispetto all'assistenza di persona.

Lo studio è stato pubblicato la scorsa settimana sul quotidiano Annali di medicina internasegue la rapida e diffusa implementazione della telemedicina durante la pandemia di coronavirus, quando i medici si sono affidati improvvisamente a video o telefonate per molti tipi di appuntamenti di routine.

Amy Kantor, MD, MPH, posa su un balcone con gli edifici dell'OHSU sullo sfondo.

Amy Kantor, MD, MPH (OHSU)

"La pandemia di COVID-19 e la crescente domanda di servizi di telemedicina che abbiamo visto negli ultimi anni ci mettono in una posizione unica come medici, in cui ora possiamo rivalutare e reimmaginare il modo in cui viene fornita l'assistenza", ha affermato il leader autore. Amy Kantor, MD, MPHD., professore associato di informatica medica, epidemiologia clinica, medicina di famiglia, ostetricia e ginecologia presso la OHSU School of Medicine. "I risultati di questo studio sono incoraggianti perché indicano che la telemedicina può migliorare ed espandere le opzioni di assistenza sanitaria, in particolare per le comunità svantaggiate e per coloro che potrebbero incontrare ostacoli all'accesso alle cure tradizionali".

La salute delle madri e dei loro bambini dipende dall'accesso a un'assistenza sanitaria materna di alta qualità. L'assistenza attenta durante la gravidanza consente ai fornitori di identificare le condizioni di salute che possono aumentare il rischio di scarsi risultati e offre un'opportunità per la prevenzione e il trattamento di eventuali complicanze.

Ci sono poche prove a sostegno dell'idea che l'approccio tradizionale all'assistenza materna - basandosi solo sulle visite di persona - sia preferibile. Quando la pandemia di COVID-19 ha improvvisamente limitato l'accesso alle cure di persona, i medici si sono rivolti ai servizi di telemedicina, offrendo l'opportunità di ripensare a come fornire con successo le cure. Dati i tassi sproporzionatamente elevati di morbilità e mortalità materna negli Stati Uniti, nonché le gravi disparità di salute, i ricercatori stanno ora considerando l'uso della telemedicina come strategia per espandere e migliorare l'erogazione dell'assistenza sanitaria materna.

Il team di Cantor ha eseguito una rapida revisione di 28 studi randomizzati controllati e 14 studi osservazionali su quasi 45.000 donne. L'obiettivo era comprendere l'impatto della telemedicina come supplemento o alternativa all'assistenza sanitaria materna di persona, rispetto alla sola assistenza di persona, sui risultati sanitari significativi delle donne in gravidanza, degli adolescenti e dei loro bambini.

I ricercatori hanno scoperto che quando l'assistenza fornita a distanza è stata utilizzata per integrare o sostituire i servizi di assistenza alla maternità di persona, i risultati clinici e la soddisfazione del paziente erano simili all'assistenza di persona e talvolta anche migliori.

In particolare, lo studio ha rilevato che le strategie di telemedicina erano particolarmente promettenti per alcuni servizi sanitari, come il trattamento della depressione postpartum e il monitoraggio remoto di condizioni come il diabete e l'ipertensione durante la gravidanza. E per le gravidanze a basso rischio, la telemedicina può sostituire alcune cure generali di maternità di persona.

Nonostante i risultati promettenti dello studio, Kantor ha affermato che l'impatto della telemedicina sull'accesso delle madri alle cure rimane poco chiaro, evidenziando la continua necessità di valutare e migliorare l'equità sanitaria. Guardando al futuro, Cantor ha affermato che la ricerca futura dovrebbe concentrarsi su studi più ampi che esaminino gli effetti della telemedicina sulle popolazioni ad alto rischio, come quelle che vivono nelle aree rurali, e valutino i risultati in base alle caratteristiche della popolazione al fine di comprendere meglio l'impatto della telemedicina sulle disparità sanitarie .

finanziamento per questo studia È stato fornito dall'Institute for Patient Centered Outcomes Research (PROSPERO: CRD42021276347).

#Telehealth #improve #access #health #care #pregnant #mothers #infants

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.