Toronto General Hospital ICUs hit capacity amidst health-care strain: ‘People in the community don’t know how bad the problem is’

Un allerta sul letto di terapia intensiva è stata emessa a tre unità di terapia intensiva del Toronto General Hospital, rendendole l'ultimo ospedale messo a dura prova dalla carenza di personale su scala più ampia.

Sono stati richiesti avvisi per le unità di terapia intensiva cardiovascolare, cardiaca e chirurgica medica, che hanno una capacità totale di posti letto e/o hanno risorse umane limitate per mantenere aperti in sicurezza tutti i letti di terapia intensiva.

"A causa di molteplici fattori, tra cui i problemi causati dalla pandemia in corso, i nostri servizi chirurgici in corso e le esigenze dei pazienti medici negli ospedali, la carenza di personale e le vacanze di cui le persone hanno bisogno, siamo in unità di terapia intensiva pubbliche a Toronto", University Health Network Il portavoce Jillian Howard ha detto in una e-mail. .

Ci sono circa 60 posti letto nelle tre unità di terapia intensiva (30 letti medici e chirurgici, 15 cardiovascolari e 12 cardiaci), che supportano il grande volume di interventi chirurgici cardiovascolari, oncologici e trapianti che si verificano nell'ospedale.

Durante il periodo di allerta, Howard ha affermato, "stiamo valutando i pazienti che necessitano di cure specializzate nell'unità di terapia intensiva" e collaboriamo con un servizio regionale a cui tutti gli ospedali forniscono dati sui loro letti di terapia intensiva, chiamato CritiCall.

Ha aggiunto che questi avvisi si verificano "di tanto in tanto". Durante il culmine dell'epidemia, quando i pazienti venivano trasferiti da un'unità di terapia intensiva all'altra, "la maggior parte degli ospedali in cui i pazienti si trasferivano erano in allerta di terapia intensiva e i ricevitori erano al completo".

"CritiCall, come al solito - in consultazione con i servizi di ambulanza - assicurerà che il paziente venga trasportato in una situazione di emergenza in un ospedale con capacità di terapia intensiva".

L'avvertimento arriva quando gli ospedali sono sotto pressione per far fronte alla carenza di personale, in particolare tra gli infermieri, e altri problemi di vecchia data esacerbati dalla pandemia. La scorsa settimana, Lakeridge Health ha chiuso la sua unità di terapia intensiva di Bowmanville e ha trasferito i servizi di terapia intensiva negli ospedali Ajax, Pickering e Oshawa, a causa di problemi di personale.

Altri ospedali della contea hanno chiuso, tra cui Kingston General, St. Joseph's Healthcare Hamilton, letti chiusi. Il pronto soccorso di Perth ha chiuso a luglio a seguito di un'epidemia di COVID tra il personale; Da allora è stato riaperto.

Il premier Doug Ford è stato interrogato sulle pressioni che il sistema sanitario sta affrontando in una conferenza stampa a Stratford, in Ontario, martedì. Sottolineando che la carenza di personale è un problema nazionale e internazionale, ha elencato le misure adottate dal suo governo, incluso il lavoro con il College of Nurses per coinvolgere più rapidamente infermieri formati a livello internazionale, offrendo un bonus di $ 5.000 agli infermieri che hanno lavorato durante la pandemia e costruendo nuovi ospedali.

"Ci gettiamo tutto e il lavello della cucina", ha detto.

Catherine Hoy, un'infermiera registrata e presidente dell'Ontario Nurses Association, ha chiesto al primo ministro di abrogare immediatamente il disegno di legge 124, che fissava la paga degli infermieri, per inviare loro un messaggio che la provincia sta ascoltando. Hoy, che ha paragonato il sistema sanitario al Titanic affondato, ha aggiunto che i letti d'ospedale senza personale erano "inutili".

"Non puoi semplicemente offrire una soluzione rapida", ha detto.

Ha aggiunto che è difficile tenere traccia del numero di ospedali e di pronto soccorso nella provincia che rischiano la chiusura.

Ha detto che gli ospedali devono essere più trasparenti con il pubblico, perché "le persone nella comunità non sanno quanto sia grave il problema".

Matthew Anderson, amministratore delegato di Ontario Health, ha dichiarato di recente a The Star che il sistema è sottoposto a "una tensione enorme", con tempi di attesa record per le emergenze, lunghe code chirurgiche e dipendenti al collasso a causa delle successive ondate di pandemia in partenza per altri lavori.

Inoltre, il numero del personale ospedaliero che è stato disoccupato a causa del COVID è quasi raddoppiato da maggio, a circa 4.800 durante la settimana dal 16 al 22 luglio.

Unisciti alla conversazione

Le conversazioni sono le opinioni dei nostri lettori e sono soggette a regole comportamentali. La star non approva queste opinioni.
#Toronto #General #Hospital #ICUs #hit #capacity #healthcare #strain #People #community #dont #bad #problem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.