Novak Djokovic should be allowed to play at US Open despite his ‘pure selfishness’, says leading cardiologist

Novak Djokovic al lavoro Credit: PA Images

Novak Djokovic dovrebbe essere autorizzato a competere agli US Open nonostante un "totale fallimento" quando si tratta di responsabilità pubblica durante la pandemia di coronavirus, con il famoso cardiologo Jonathan Rayner che ha affermato di aver mostrato "puro egoismo" durante il punto più oscuro della battaglia.

Avendo già perso le difese del titolo dell'Australian Open, dell'Indian Wells Open e del Miami Open all'inizio di quest'anno a causa delle sue condizioni non vaccinate, ora sembra che Djokovic salterà anche la finale del Grande Slam di quest'anno a Flushing Meadows.

Sebbene la US Tennis Association non abbia un mandato per vaccinare, ha confermato che seguirà le normative del governo degli Stati Uniti, che affermano che gli stranieri non vaccinati non sono ammessi nel paese.

Djokovic non resta immune al Covid-19 e ha chiarito che difficilmente cambierà posizione, e quindi non gli è permesso entrare negli Stati Uniti.

Ci sono state richieste al presidente degli Stati Uniti Joe Biden di cambiare la posizione del paese con una petizione online #LetNovaPlay, mentre il grande americano John McEnroe ha esortato le autorità a consentire al 21 volte vincitore del Grande Slam di competere.

Djokovic stesso Inserito sui social La scorsa settimana si stava preparando come se gli fosse permesso di competere a Flushing Meadows.

Il dottor Rainer, cardiologo e professore di medicina e chirurgia al George Washington University Hospital, sostiene che i serbi dovrebbero essere ammessi negli Stati Uniti, ma non ha fatto marcia indietro sulle sue critiche al 35enne.

parlando Podcast di Court Holdings di Patrick McEnroeHa detto: “Quando guardo qualcuno come Djokovic, qualcuno che ha guadagnato centinaia di milioni di dollari giocando a tennis, che ha vissuto questa vita incredibilmente fortunata, lo guardo come una sorta di simbolo di responsabilità pubblica.

"Nonostante il fatto che penso che dovrebbe suonare negli Stati Uniti, penso che non sia riuscito a farlo durante il punto più oscuro di questa pandemia in cui avrebbe dovuto davvero essere preso come esempio, non è riuscito a farlo. Quello che ha fatto in realtà è stato mostrare egoismo. Ecco com'era l'inverno scorso, puro egoismo".

Reiner ha spiegato che gli atleti dovrebbero anche considerare il bene più grande della società e dare l'esempio, soprattutto per i giovani.

Ha continuato: "Quando guardo gli atleti, li guardo come persone che si rivolgono al pubblico e cercano di rappresentare il meglio di noi. Quando i bambini vanno alle partite di baseball o vanno agli US Open e cercano un giocatore... Cerco un giocatore che mi mostri qualcosa che mi faccia desiderare di raggiungere livelli ancora più alti nel gioco La mia vita... una parvenza di coraggio, disciplina o sacrificio.

"Credo che indossare una maschera in pubblico durante la pandemia non sia stato un enorme sacrificio, e solo vaccinare per proteggere te e la comunità locale non è stato un sacrificio per te. Ma è una dichiarazione del tuo impegno nei confronti della tua comunità".

Un eminente cardiologo apparso per la prima volta su Tennis365.com afferma che Novak Djokovic dovrebbe essere autorizzato a giocare agli US Open nonostante il suo "puro egoismo".

#Novak #Djokovic #allowed #play #Open #pure #selfishness #leading #cardiologist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.