China blocks some Taiwan imports but avoids chip disruption

PECHINO (AFP) - La Cina ha vietato l'importazione di agrumi e pesce da Taiwan in risposta alla visita dell'importante legislatore statunitense Nancy Pelosi nell'isola autonoma, ma ha evitato di interrompere uno dei legami tecnologici e produttivi più importanti del mondo.

Non ci sono legami ufficiali tra le due parti, scoppiata nel 1949 dopo una guerra civile, ma miliardi di dollari in rapporti d'affari, soprattutto con l'afflusso di chip per processori di fabbricazione taiwanese necessari alle fabbriche cinesi che assemblano smartphone e altri dispositivi elettronici di tutto il mondo. dispositivi.

Hanno costruito quell'attività mentre per decenni Pechino ha minacciato di far rispettare la rivendicazione del Partito Comunista al governo dell'isola attraverso un attacco.

Il commercio bilaterale è aumentato del 26% lo scorso anno a 328,3 miliardi di dollari. Taiwan, che produce metà dei chip di processore del mondo e dispone di una tecnologia che la terraferma non può eguagliare, ha affermato che le vendite di fabbrica cinesi sono aumentate del 24,4% a 104,3 miliardi di dollari.

Le persone leggono anche...

Carl B. ha detto: Weinberg di High-Frequency Economics afferma in un rapporto: "L'economia globale non può funzionare senza chip prodotti a Taiwan o in Cina".

Mercoledì, Pechino ha vietato le importazioni di agrumi e sgombri congelati da Taiwan dopo che Pelosi, il presidente della Camera dei rappresentanti, è arrivato a Taiwan in ritardo martedì. Ma il partito al governo ha evitato di interrompere il flusso di chip e altri componenti industriali, una mossa che avrebbe mandato onde d'urto attraverso l'economia globale traballante.

Pechino ha anche annunciato quattro giorni di esercitazioni militari con fuoco di artiglieria nelle acque intorno a Taiwan. Ciò potrebbe ritardare o interrompere la spedizione da e verso l'isola, uno dei più grandi mercanti del mondo.

Le potenziali turbolenze si stanno aggiungendo alle preoccupazioni per un indebolimento della crescita economica globale, ma mercoledì i mercati azionari asiatici sono saliti dopo che non c'è stato alcun segno immediato di un'azione militare cinese.

Il Partito Comunista afferma che la visita di Pelosi potrebbe incoraggiare Taiwan a realizzare la sua decennale indipendenza de facto. Pechino dice che questo porterà alla guerra.

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha cercato di attenuare la portata della visita, insistendo sul fatto che non vi è alcun cambiamento nella "politica della Cina unica" degli Stati Uniti di lunga data, che riconosce Pechino ma consente legami informali e di difesa con Taipei.

Durante il suo incontro con i leader a Taiwan, Pelosi ha detto che lei e altri membri del Congresso in una delegazione in visita stavano dimostrando che non avrebbero abbandonato il loro impegno per l'isola di autogoverno.

"La determinazione dell'America a mantenere la democrazia, qui a Taiwan e in tutto il mondo, rimane inflessibile", ha detto Pelosi in un breve discorso durante un incontro con il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen.

"Di fronte a minacce militari deliberatamente crescenti, Taiwan non si tirerà indietro", ha affermato Tsai.

Il divieto di importazione di agrumi e sgombri congelati danneggerà i fornitori che sono visti come sostenitori dello Tsaí.

Taiwan svolge un ruolo importante nella produzione di chip per un'isola di 15 milioni di persone, che rappresenta più della metà della fornitura mondiale.

I suoi produttori, tra cui Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp. I processori più avanzati per smartphone, tablet, dispositivi medici e altri prodotti. Taiwan afferma che le vendite di chip alle fabbriche cinesi sono aumentate del 24,4% lo scorso anno a 104,3 miliardi di dollari.

Pechino ha investito miliardi di dollari nello sviluppo della propria industria, che fornisce chip a basso costo per auto ed elettrodomestici ma non può supportare gli ultimi smartphone, tablet, dispositivi medici e altri prodotti.

Le patatine sono la più grande importazione della Cina con oltre $ 400 miliardi all'anno, davanti al petrolio greggio.

Questa attenzione ha sollevato preoccupazione negli Stati Uniti e in Europa per un'eccessiva dipendenza dalle forniture che potrebbero essere interrotte dal conflitto. Il governo degli Stati Uniti sta cercando di espandere la sua capacità di produzione interna di chip.

Nel complesso, la Cina è il principale partner commerciale di Taiwan, rappresentando più del doppio delle sue esportazioni dagli Stati Uniti, il secondo mercato estero dell'isola.

Pechino ha cercato di utilizzare il suo accesso al mercato per indebolire Tsai e altri leader taiwanesi che accusa di cercare l'indipendenza.

L'agenzia doganale ha vietato l'importazione di biscotti e altri prodotti alimentari da oltre 100 fornitori taiwanesi lunedì prima della visita di Pelosi, secondo il Global Times e altri organi di stampa cinesi. Non c'è stato alcun annuncio ufficiale.

Il Partito Comunista ha anche utilizzato in passato l'azione militare per cercare di danneggiare i leader di Taiwan interrompendo l'economia dell'isola.

La terraferma ha cercato di allontanare gli elettori dall'allora presidente Lee Teng-hui prima delle prime elezioni presidenziali dirette dell'isola nel 1996 lanciando missili contro le rotte marittime.

Ciò ha costretto i caricatori a cancellare i voli e ad aumentare i costi dell'assicurazione, ma si è ritorto contro quando mi ha permesso di vantarmi di difendere Pechino di fronte a sostenitori esultanti. Lee ha vinto le elezioni a quattro con il 54% dei voti.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

#China #blocks #Taiwan #imports #avoids #chip #disruption

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.