Even simple exercise may help aging brain, study hints

Una nuova ricerca suggerisce che anche il semplice esercizio può aiutare gli americani più anziani con lievi problemi di memoria.

I medici raccomandano da tempo l'attività fisica per mantenere il cervello sano. Ma lo studio finanziato dal governo rappresenta il test più lungo per verificare se l'esercizio fa la differenza una volta che la memoria inizia a scivolare, una ricerca condotta nel mezzo di una pandemia che ha aggiunto l'isolamento all'elenco dei rischi per la salute del cervello dei partecipanti.

I ricercatori hanno reclutato circa 300 anziani sedentari con alterazioni della memoria difficili da identificare chiamate decadimento cognitivo lieve, o MCI, una condizione che a volte, ma non sempre, è un precursore del morbo di Alzheimer. La metà è stata assegnata all'aerobica, allo stretching e ai movimenti di equilibrio rimanente che hanno comportato un modesto aumento della frequenza cardiaca.

Un altro componente chiave: i partecipanti di entrambi i gruppi sono stati inondati dall'attenzione degli allenatori che hanno lavorato con loro negli YMCA in tutto il paese e quando il COVID-19 ha chiuso le palestre, li ha aiutati a continuare a muoversi per casa tramite videochiamate.

Video correlato: più della quantità di esercizio raccomandata riduce il rischio di morte

Dopo un anno, i test cognitivi hanno mostrato che nessuno dei due gruppi era peggiorato, ha affermato la ricercatrice principale Laura Becker, neuroscienziata presso la Wake Forest School of Medicine. Ha detto che le scansioni cerebrali non hanno mostrato il restringimento che accompagna il peggioramento dei problemi di memoria.

In confronto, pazienti con MCI simili in un altro studio a lungo termine sulla salute del cervello, ma senza esercizio, hanno sperimentato un declino cognitivo significativo nel corso di un anno.

Questi primi risultati sono stati sorprendenti e il National Institute on Aging ha avvertito che il monitoraggio dei non allenatori nello stesso studio avrebbe fornito prove migliori.

Ma i risultati suggeriscono che "è possibile per tutti", non solo per gli anziani che sono abbastanza sani da sudare, ha affermato Baker, che ha presentato i dati martedì alla Conferenza internazionale dell'Alzheimer's Association. "L'esercizio dovrebbe far parte delle strategie di prevenzione" per le persone anziane a rischio.

Precedenti ricerche hanno scoperto che un'attività fisica regolare di qualsiasi tipo può ridurre l'infiammazione dannosa e aumentare il flusso sanguigno al cervello, ha affermato Maria Carrillo, direttrice scientifica dell'Alzheimer's Association.

Ma il nuovo studio è particolarmente interessante perché l'epidemia si è diffusa a metà, lasciando gli anziani già vulnerabili socialmente isolati, qualcosa che è noto da tempo per aumentare il rischio di problemi di memoria nelle persone, ha detto Carrillo.

È un momento frustrante per la ricerca sulla demenza. I medici sono riluttanti a prescrivere un nuovo farmaco costoso chiamato Aduhelm che avrebbe dovuto essere il primo a rallentare la progressione del morbo di Alzheimer, ma non è ancora chiaro se aiuti davvero i pazienti. I ricercatori hanno riferito il mese scorso che un altro farmaco che funziona in modo simile - prendendo di mira le placche amiloidi che sono un segno distintivo del morbo di Alzheimer - ha fallito in uno studio importante.

Sebbene l'amiloide svolga un ruolo ovvio, è importante che i produttori di farmaci prendano di mira sempre più i molti altri fattori che possono portare alla demenza, ha affermato Carrillo, perché un trattamento o una prevenzione efficaci richiedono probabilmente una serie di strategie personalizzate.

Un esempio di un nuovo approccio: a volte nella demenza, il cervello ha difficoltà a elaborare lo zucchero nel sangue e i grassi per ottenere l'energia di cui ha bisogno, ha detto John Didsbury di T3D Therapeutics all'Alzheimer's Meeting. La sua azienda sta testando una pillola che mira ad aumentare il tasso metabolico, con risultati attesi per il prossimo anno.

Nel frattempo, c'è un urgente bisogno di appianare se i passi che le persone possono intraprendere oggi - come l'esercizio fisico - possono offrire almeno una certa protezione.

Quanto e che tipo di esercizio? Nello studio di Becker, agli anziani era richiesto di muoversi da 30 a 45 minuti quattro volte a settimana, sia che si trattasse di vigorose rotazioni sul tapis roulant o di esercizi di stretching. Questa è una grande richiesta per chiunque sia sedentario, ma Baker ha affermato che gli effetti dell'MCI sul cervello rendono difficile per le persone pianificare e attenersi alla nuova attività.

Da qui la motivazione sociale, alla quale attribuisce a ciascun partecipante il completamento di più di 100 ore di esercizio. Becker sospetta che la sola dimensione possa spiegare perché anche il semplice allungamento aggiunge un chiaro vantaggio. I partecipanti avrebbero dovuto esercitarsi senza supporto formale per altri sei mesi e i dati che Becker non ha ancora analizzato non sono stati analizzati.

"Non avremmo fatto questo esercizio da soli", ha detto il ricercatore agricolo in pensione Doug Maxwell di Verona, nel Wisconsin, che si è unito allo studio con sua moglie.

I due, entrambi 81 anni, seguiranno lezioni di stretching. In seguito si sono sentiti così bene che, al termine dello studio, hanno acquistato biciclette elettriche sperando in una maggiore attività: Maxwell ha ammesso che era difficile tenere il passo.

Prossimo: Becker sta conducendo uno studio più ampio sugli anziani per vedere se l'aggiunta di esercizio ad altri passaggi innocui come una dieta sana per il cuore, giochi cerebrali e stimolazione sociale insieme potrebbe ridurre il rischio di demenza.

___

Il Dipartimento della Salute e della Scienza dell'Associated Press riceve il sostegno della Divisione di Educazione Scientifica dell'Howard Hughes Medical Institute. AP è l'unico responsabile di tutti i contenuti.

#simple #exercise #aging #brain #study #hints

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.