Teenage soldier died while training in 40.3C heatwave after Army refused to cancel training exercise

Un soldato adolescente è morto durante l'allenamento in un'ondata di caldo di 40,3°C dopo che i militari si erano rifiutati di annullare l'allenamento nonostante un'allerta meteo.

  • Si ritiene che il soldato, il cui nome non è stato ancora rivelato, sia crollato durante l'addestramento
  • Era in allenamento fisico il 21 luglio in un'ondata di caldo record
  • I militari affermano che l'udienza si è svolta nelle prime ore del mattino seguendo rigide linee guida

Un soldato adolescente è morto durante l'allenamento in un'ondata di caldo record il mese scorso dopo che i militari si erano rifiutati di annullare l'allenamento fisico.

Si ritiene che il soldato sia caduto durante una sessione di addestramento il 21 luglio, due giorni dopo il picco dell'ondata di caldo in cui le temperature hanno raggiunto i 40,3 gradi Celsius.

Resta inteso che è morto due giorni dopo la sessione nell'East Anglia, sebbene i dettagli della sua unità e del luogo esatto di addestramento non siano stati rivelati.

I militari hanno detto che gli esercizi si sono svolti al mattino presto, molto prima del caldo, e rientravano nelle linee guida di sicurezza per calore e umidità.

Il soldato era in addestramento durante l'ondata di caldo record del mese scorso quando è morto. Nella foto: soldati dell'esercito britannico in addestramento a Brecon Beacons, nel Galles del Sud

Una fonte ha detto a The Sun che l'esercizio è andato avanti "nonostante l'allerta meteo" e che il reggimento in cui si trovava il soldato aveva "subito un allenamento fisico".

Un portavoce dell'esercito ha detto al giornale: "I nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici del soldato".

Il ministero della Difesa è stato contattato per un commento.

Secondo i dati del ministero della Difesa, tra gennaio 2000 e agosto 2021, il numero dei membri delle forze armate morti per il caldo nelle esercitazioni è stato di cinque.

Questo si confronta con 29 morti in incidenti aerei, 22 morti in incidenti di trasporto su strada e 17 sparatorie dal vivo.

Tuttavia, negli ultimi anni, le forze armate sono state prese di mira in una serie di incidenti durante intense esercitazioni di calore.

Un totale di 20 soldati britannici erano morti nei Brecon Beacons dal 1984, la maggior parte dei quali stava subendo un estenuante addestramento SAS in quel momento.

Il caporale James Donsby, nella foto, era uno dei tre riservisti dell'esercito morti durante la selezione del SAS a Brecon Beacons nel 2013.

Il caporale James Donsby, nella foto, era uno dei tre riservisti dell'esercito morti durante la selezione del SAS a Brecon Beacons nel 2013.

Caporale Edward Maher
Il caporale Craig Roberts

Anche il caporale Edward Maher, a sinistra, e il caporale Craig Roberts, a destra, sono morti alla marcia di selezione della SAS nel 2013. L'esercito organizza due di queste marce all'anno

Tre riservisti dell'esercito - il caporale James Donsby, il caporale Edward Maher e il caporale Craig Roberts - sono morti durante una marcia di selezione nel 2013.

Le reclute dovrebbero trasportare un pacco da 45 libbre e il loro fucile su un percorso di 16 miglia.

Un altro soldato morto durante la marcia è stato il caporale Joshua Howell nel luglio 2016.

Un'indagine sulla sua morte l'ha trovata "estremamente pericolosa; l'addestramento e la pianificazione a tutti i livelli sono falliti durante quella che è stata una giornata calda.

Annunci

#Teenage #soldier #died #training #40.3C #heatwave #Army #refused #cancel #training #exercise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.