Cardiologists sound the alarm as ‘staggering’ new data suggest CVD rates in the U.S. will rise dramatically

Nuovi dati dell'US Census Bureau indicano che i tassi di malattie cardiovascolari negli Stati Uniti aumenteranno notevolmente nei prossimi anni. Un team di specialisti del Massachusetts General Hospital e della Harvard Medical School ha esaminato i numeri in dettaglio, condividendo un'analisi dettagliata in Giornale dell'American College of Cardiology.[1]

Gli autori hanno utilizzato i dati del censimento dell'esame nazionale della salute e della nutrizione degli Stati Uniti per determinare le prospettive per le malattie cardiovascolari e i fattori di rischio correlati alle malattie cardiovascolari per gli anni dal 2025 al 2060. Si prevede che tutti i principali fattori di rischio (diabete, dislipidemia, ipertensione e obesità) continueranno ad aumentare di almeno il 18% e l'aumento del diabete è stimato intorno al 40%.

I ricercatori hanno aggiunto che i tassi di ictus negli Stati Uniti potrebbero aumentare del 33,8% entro il 2060. Si prevede che anche i tassi di insufficienza cardiaca (33,4%), cardiopatia ischemica (30,7%) e attacchi di cuore (16,9%) aumenteranno notevolmente.

L'autore senior James L. Dichiarazione dell'American College of Cardiology (ACC). "Queste sbalorditive previsioni influenzeranno in modo sproporzionato le minoranze razziali ed etniche negli Stati Uniti. Ci auguriamo che la comprensione di questi risultati informerà gli sforzi futuri della politica di salute pubblica e ci consentirà di implementare misure di prevenzione e trattamento in modo equo".

Un dettaglio chiave della valutazione di gruppo è che è probabile che questi aumenti significativi dei fattori di rischio CVD e CVD siano significativamente più elevati tra le minoranze razziali ed etniche del paese, in particolare i pazienti neri e ispanici. Nel frattempo, i tassi di CVD per la popolazione bianca dovrebbero diminuire lentamente nel tempo.

"Al fine di ridurre il carico di malattie cardiovascolari sulla popolazione degli Stati Uniti, i responsabili delle politiche sanitarie dovranno destinare misure preventive e risorse sanitarie alle popolazioni più vulnerabili in cui ci si aspetterebbe un aumento dei tassi di malattia", ha affermato Barry, un collega in cardiologia al Massachusetts General Hospital, nella stessa dichiarazione.

#Cardiologists #sound #alarm #staggering #data #suggest #CVD #rates #U.S #rise #dramatically

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.