VWCH relaunches interventional cardiology program

I funzionari del Vanderbilt Wilson County Hospital stanno tagliando il nastro per celebrare il rilancio del programma di intervento coronarico percutaneo dell'ospedale. (Foto di Don Jones)

di Emily Stimbridge

Il Vanderbilt Wilson County Hospital (VWCH) ha lanciato un programma di intervento coronarico percutaneo per il trattamento di pazienti con diagnosi di infarto e malattia coronarica. Il lancio arriva dopo un intervento cardiaco di successo, il primo per VWCH da diversi anni.

Questo programma rappresenta un investimento significativo nella cura del cuore della massima qualità per i nostri pazienti nella contea di Wilson. "Ora possiamo fornire queste cure vicino a casa a coloro che vivono nella contea di Wilson", ha affermato J. Scott McCarver, capo del Vanderbilt Wilson County Hospital.

"Grazie a questi progressi, siamo in grado di offrire tecnologie e trattamenti all'avanguardia ai pazienti nella contea di Wilson che stanno avendo un infarto o una malattia coronarica", ha affermato Xiangke Huang, MD, MBBS, MS, professore associato di medicina clinica presso il Dipartimento di Cardiologia. "Con questo nuovo programma, possiamo fornire un trattamento tempestivo per gli attacchi di cuore per salvare il muscolo cardiaco, che alla fine salva la vita dei pazienti nella comunità".

In qualità di medici del personale della nuova clinica di cardiologia interventistica presso il Vanderbilt Heart and Vascular Institute, Huang e Ahmed Arham, MD, professore associato di medicina clinica presso la Divisione di Cardiologia, forniscono diagnosi, imaging e capacità di copertura per l'intera gamma di condizioni cardiovascolari .

La clinica è centrata sul paziente e facilmente accessibile e funge da luogo in cui i pazienti possono ottenere ulteriori cure cardiovascolari nel campus VUMC in centro, se necessario, afferma Huang.

Dopo aver condotto esercizi di infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST con il sindaco della contea di Wilson Randall Hutto all'inizio di giugno, l'obiettivo del Vanderbilt Cardiovascular Institute per la clinica era costruire reti STEMI 24 ore su 24, 7 giorni su 7 con copertura presso gli ospedali VWCH e Vanderbilt Tulwama Harton.

Donovan McCord, di origine libanese, è stato il primo paziente del programma.  (Foto di Don Jones)
Donovan McCord, di origine libanese, è stato il primo paziente del programma. (Foto di Don Jones)

"Siamo molto orgogliosi del team che abbiamo costruito per servire la contea di Wilson", ha affermato Laurie Martin, direttore senior dei servizi di radiologia, chirurgia e procedure presso VWCH. "Finora abbiamo eseguito diversi interventi cardiaci, consentendo ai pazienti e alle famiglie di rimanere nei loro cortili e ricevere cure di livello mondiale con un tocco curativo".

Il primo di questi interventi cardiaci è stato eseguito all'inizio di giugno. Mentre andava al lavoro, il cittadino libanese Donovan McCord si sentiva a disagio, quindi ha girato la macchina e si è recato nello studio del suo medico. Quando arrivò nell'ufficio accanto al VWCH, sapeva che la situazione era pericolosa.

"Ho pensato che fosse un attacco di cuore quando sono arrivato in ufficio", ha detto McCord. "Nessun dolore al petto, mancanza di respiro o dolore alle braccia. Altri sintomi simili al raffreddore e perdita di flusso sanguigno. Sapevo di non aver ragione. "

VWCH ha agito rapidamente e ha valutato McCord prima di spostarlo in sala operatoria. Un elettrocardiogramma ha rivelato segni di infarto miocardico con sopraslivellamento ST inferiore (STEMI) che coinvolge l'arteria coronaria destra.

Huang ha eseguito un cateterismo cardiaco interventistico e ha posizionato uno stent per aprire l'arteria bloccata. Arham ha supervisionato le sue cure nell'unità di terapia intensiva il giorno successivo. McCord si è ripreso rapidamente senza prendere un analgesico ed è tornato a casa dopo aver trascorso due giorni nell'unità di terapia intensiva.

È grato per le cure ricevute e afferma scherzosamente che il personale ha dovuto sopportarle per tre giorni.

"Mi sono sentito benissimo", ha aggiunto McCord. "Ero pronto per partire. Ma il personale VWCH si è preoccupato molto per me. Se avessi viaggiato da qualche altra parte, probabilmente non lo avrei fatto. Apprezzo molto il personale e i medici qui. Ho la possibilità di vivere di nuovo e ho intenzione di sfruttalo al meglio".

C'era ulteriore tranquillità per McCord attraverso il trattamento presso VWCH. Sua nipote, Amber Shrum, è attualmente una LPN in ospedale e lavora nelle unità COVID-19, chirurgia e cardiologia. Sua sorella e sua madre hanno lavorato per decenni alla VWCH.

McCord prevede di iniziare presto il suo programma di riabilitazione cardiaca in modo da poter tornare alle esplorazioni nelle caverne che ama. Nel frattempo, è tornato al suo lavoro e si gode il tempo extra che trascorre con la sua famiglia.

#VWCH #relaunches #interventional #cardiology #program

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.