A behavioural data scientist unravels the ‘gender exercising gap’

Un sondaggio del Nuffield Healthier Nation Index ha rilevato che 8.000 adulti - quasi il 38% delle donne - non si erano esercitati nell'ultimo anno, salendo al 48% tra i 16 ei 24 anni. Il numero era inferiore per gli uomini. L'NHS afferma sul suo sito web che una persona di età compresa tra 19 e 64 anni dovrebbe fare almeno 150 minuti di attività di intensità moderata a settimana o 75 minuti di attività vigorosa a settimana.

Allora perché esiste questo divario di genere?

Ci sono molti fattori che contribuiscono all'incapacità di una donna di esercitare regolarmente.

Sebbene i media abbiano coperto queste statistiche sulle donne che non si esercitano, non hanno menzionato gli altri dati nel rapporto Nuffield in cui si afferma che il 40% di queste donne del gruppo di studio ha citato l'imbarazzo come motivo principale per non esercitare (rispetto al 29% degli uomini ). Sappiamo dalla ricerca che le donne tendono a sentirsi insoddisfatte dei loro corpi. Questa preoccupazione per l'idealismo corporeo è maggiore negli adolescenti e nei giovani adulti, principalmente a causa dell'influenza dei social media. Una meta-analisi di 20 articoli di ricerca ha mostrato che l'immagine corporea negativa è strettamente correlata allo scorrimento dei social media, in particolare Instagram.

Questo contenuto è stato importato da {embed-name}. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

Le donne in particolare hanno paragonato negativamente i loro corpi a quelli di celebrità e coetanei. Attraverso diversi studi di ricerca nel corso degli anni, abbiamo visto che gli adolescenti e gli adulti con un'immagine corporea più bassa hanno meno probabilità di impegnarsi in attività fisica rispetto a quelli con un'immagine corporea più alta. Anche quelle donne che praticano sport e sono atletiche spesso lottano con il paradosso di apparire forti e toniche ma vogliono comunque l'immagine corporea perfetta.

La dott.ssa Pragya Agarwal esplora le complesse barriere sociali ed emotive che le donne devono affrontare per fare esercizio regolarmente

Simon Songhurst

C'è anche una forte relazione tra abbigliamento sportivo e design da palestra (così come costumi da bagno) e immagine corporea. L'abbigliamento sportivo modesto è ancora una sfida difficile da trovare. Quando i vestiti non si adattano correttamente a una persona e coprono la maggior parte dei loro corpi, molte donne possono rendersi conto che il motivo è il difetto del loro corpo e non i vestiti. Questo può quindi manifestarsi sotto forma di sentimenti negativi sui loro corpi, che possono impedire loro di essere motivati ​​a fare esercizio.

Mentre nell'ultimo anno abbiamo iniziato a vedere più aziende che progettano e promuovono abbigliamento sportivo per vari corpi, molti di questi marchi sono molto costosi e raggiungono solo la taglia 18 che non include la taglia. Classificare queste taglie come "più" può rafforzare lo stigma che accompagna una corporatura più grande dell'ideale.

"Le madri hanno trascorso 1 ora e 5 minuti nell'assistenza all'infanzia attiva, mentre i padri hanno una media di 25 minuti".

Anche le palestre e le piscine possono essere luoghi intimidatori - lo so per esperienza. Trovo difficile andare in questi posti da parente e novizio, qualcuno che è completamente inadatto e non può colpire il tapis roulant o fare chilometri interminabili in piscina. A meno che tu non abbia i vestiti giusti e il corpo giusto, è molto facile sentirsi un estraneo. E questa mancanza di inclusione - nel design dell'abbigliamento sportivo, la cultura che si è sviluppata in alcune palestre e piscine - può portare non solo all'imbarazzo, ma anche alla mancanza di motivazione per andare in palestra o per correre o nuotare.

Una donna che impara a ballare si muove in classe

Luis AlvarezGetty Images

Poi c'è la corsa su strada che è sempre gratuita e alla portata di tutti. Bene, ca. Un sondaggio del Runner's World del 2021 su oltre 2.000 donne ha rilevato che il 60% delle donne ha subito molestie durante la corsa. Tra queste donne, quasi il 25% ha anche riferito di essere stato regolarmente esposto a commenti sessisti o tentativi sessuali indesiderati mentre correva da solo. E il 6% ha affermato di aver persino temuto per la propria vita. Il 37% delle donne ha ridotto la corsa alle ore diurne specificate e l'11% ha smesso del tutto di correre. Molti smettono di correre regolarmente. Quattro donne su cinque hanno ritenuto pericoloso uscire da sole dopo il tramonto per una passeggiata o una corsa.

Alcuni potrebbero chiedersi perché le donne non usano le ore diurne. Questo perché le donne tendono a sopportare gran parte del carico emotivo e fisico della genitorialità in un matrimonio o in una relazione eterosessuale. I dati del Centro nazionale per la ricerca sociale raccolti utilizzando i diari sull'uso del tempo per padri e madri con figli di età inferiore ai 16 anni, hanno rilevato che le madri trascorrevano in media circa 2 ore e 21 minuti a cucinare, pulire e altre faccende domestiche mentre per gli uomini tale cifra era di circa 57 minuti. Le madri hanno trascorso 1 ora e 5 minuti nell'assistenza all'infanzia attiva mentre i padri hanno una media di 25 minuti al giorno.

Questo lavoro ineguale e non retribuito è aumentato in particolare negli ultimi due anni durante la pandemia. Uno studio condotto dall'Institute of Education (IOE) dell'Università di Londra e dall'Institute of Fiscal Studies nel 2020, ha mostrato i dati di 3.500 famiglie con genitori eterosessuali e ha scoperto che le madri si prendevano cura dei bambini in media 10,3 ore al giorno (2,3 ore in più rispetto ai padri). Le donne svolgevano anche 1,7 ore in più di faccende domestiche rispetto ai padri. Allora, dove diavolo hai il tempo per fare esercizio?

"Sta diventando sempre più difficile per le donne impegnarsi in qualsiasi attività fisica rigorosa"

La maggior parte delle donne che hanno risposto al mio tweet a riguardo ha detto che prendersi cura dei bambini, correre dietro di loro e trascinarsi dietro gli attrezzi per la pulizia è un lavoro stressante, non c'è energia e non hanno tempo per pensare di entrare in palestra o uscire a correre. . Inoltre, l'unico momento in cui raggiungono se stessi è dopo che i bambini sono andati a letto (cioè assomigliano al mio bambino e non dormono prima delle 21:00!) quando è troppo tardi e non è sicuro per correre o troppo sfiniti fisicamente e mentalmente per pensare a qualsiasi cosa. attività fisica

Donna in buona salute che fa yoga a casa

JLco - Julia AmaralGetty Images

Se guardiamo solo all'ultimo anno, un altro fattore che ha giocato un ruolo nel limitare l'attività fisica delle donne sono gli effetti del Covid. La ricerca ha indicato che le donne hanno molte più probabilità degli uomini di sperimentare un Covid prolungato. Da 1,3 milioni di persone in più di 600.000 articoli di ricerca pubblicati tra giugno 2020 e 2021, è stato osservato che per il Covid-19 prolungato, le donne avevano maggiori probabilità di avere la condizione, con un OR di 1,22 (intervallo di confidenza al 95%, da 0,75 a 0,93 ). Il 22% in più di uomini ha mostrato una varietà di sintomi inclusi sintomi di affaticamento che sono stati osservati come meno comuni negli uomini.

Mentre questo è il caso, come discuterò nel mio prossimo libro istericoIl pregiudizio di genere esiste ancora nel nostro campo sanitario, quindi il dolore e la condizione delle donne sono spesso trascurati e ignorati e le donne vengono descritte come isteriche ed estremamente sensibili. Ciò ha anche causato la persistenza di alcuni di questi sintomi per settimane e mesi. Con la prolungata malattia da Covid, è diventato difficile per le donne partecipare a qualsiasi attività fisica rigorosa.

Madre nera che fa yoga con un bambino in soggiorno

JGI / Jimmy GrillGetty Images

Quindi, sì, l'esercizio è importante e sia gli uomini che le donne dovrebbero essere incoraggiati a fare quanta più attività fisica possibile. Ma piuttosto che usare questo rapporto come un altro bastone per picchiare le donne, attribuendo tutti i loro problemi mentali e fisici alla mancanza di un esercizio adeguato, è necessaria una discussione più sfumata che esamini le barriere all'esercizio. La mancanza di risorse, tempo ed energia sembrano essere i fattori principali. Una volta che inizieremo ad avere una conversazione più trasversale, inclusiva e onesta su come le donne possono intraprendere una qualche forma di esercizio anche quando pensano - e gli è stato detto - di non essere un'atleta o pensano che sia improbabile che lo facciano sii bravo, possiamo fare più donne Si dedicano allo sport (e anche gli uomini lo fanno). Non è mai troppo tardi per iniziare.

"C'è bisogno di una discussione più sfumata che esamini le barriere da esercitare"

Alcuni di noi sono stati educati a credere di non essere atletici e quindi si sono allontanati da qualsiasi tipo di sport o attività fisica invecchiando. Di recente ho iniziato a prendere lezioni di tennis, mi sono liberato di un po' del mio imbarazzo per l'inizio di uno sport in cui potrei non essere bravo e indosso abbigliamento sportivo in cui non mi sento a mio agio. Oltre a questi inconvenienti e al fatto che non lo faccio. Hai tempo per farlo regolarmente, è stato bello avere quelle lezioni occasionali di tennis. Mi hanno dato la convinzione che tutti possiamo essere atleti e fare la maggior parte degli sport a qualsiasi età ci piace.

La dottoressa Pragya Agarwal è un'autrice e scienziata dei dati comportamentali, e il suo prossimo libro, Hysterical: Exploding the Myth of Gender Emotions, è stato pubblicato il 1 settembre con Canongate ed è disponibile per il preordine.


Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e viene importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire il proprio indirizzo e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

#behavioural #data #scientist #unravels #gender #exercising #gap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.