Mending hearts and fences in scarred Kashmir Valley

Sto investendo nella speranza, afferma il dottor Abendra Kaul quando ha inaugurato il Prasad Jo Khan Heart Center all'avanguardia per i pazienti poveri e bisognosi nel villaggio di Hawally a Pulwama

Sto investendo nella speranza, afferma il dottor Abendra Kaul quando ha inaugurato il Prasad Jo Khan Heart Center all'avanguardia per i pazienti poveri e bisognosi nel villaggio di Hawally a Pulwama

Le relazioni tra i musulmani del Kashmir e la comunità Pandit potrebbero aver vissuto momenti di tensione negli ultimi tre decenni, anche di recente, quando molti indù e Pandit sono stati vittime di omicidi mirati in Jammu e Kashmir, provocando una diffusa paura nella comunità minoritaria. Tuttavia, ciò non ha impedito ad Abendra Kaul, il famoso cardiologo e pandit del Kashmir, di conquistare il cuore dei musulmani anche negli angoli più remoti del territorio sindacale.

Il dottor Kaul sabato ha inaugurato il Prasad Jo Khan Heart Center all'avanguardia per i pazienti poveri e bisognosi nel villaggio di Hawally, Pulwama. Alka Mittal, Presidente e Amministratore Delegato, Oil and Natural Gas Company, ha inaugurato la struttura.

Prende il nome dal nonno del dottor Cowell, il centro soddisferà i bisogni della gente del Kashmir meridionale. "Questo progetto significa tornare a casa. Sto cercando di restituire alla comunità a cui appartengo fornendo cure cardiache di qualità. Sto investendo nella speranza", ha affermato il dottor Cole. indù.

Il Dr. Kaul, Presidente e Preside del settore accademico e della ricerca presso l'Ospedale Batra e il Centro di ricerca medica, Delhi, assisterà i pazienti nell'ambulatorio del centro a Pulwama una volta alla settimana e li incontrerà anche a Srinagar.

Freddo da Pulwama

Veniva dal distretto di Hawalli di Pulwama prima che suo padre si trasferisse a Delhi. Le sezioni pianeggianti sopra le alture di Hawally ospitavano 44 famiglie di Pandit del Kashmir. Tuttavia, solo una famiglia Pandit è sopravvissuta, Amkar Nath, dopo che il resto è emigrato negli anni '90 di fronte a furiosi combattimenti.

Sabato, la gente del posto ha accompagnato il signor Nath alla cerimonia di apertura del progetto. Alla cerimonia hanno partecipato anche molti Pandit del campo temporaneo di Al-Hol. "Il progetto dei sogni non avrebbe potuto essere realizzato senza l'aiuto della popolazione locale", ha affermato il dottor Cole.

In effetti, molti abitanti dei villaggi musulmani di Hawwal hanno lanciato una campagna di firme e hanno scritto al vice commissario Basir-ul-Haq Chaudhry "per assegnare terreni governativi alla Fondazione Gauri Kul, che ha istituito il centro, per la costruzione di un centro del cuore". Gli abitanti del villaggio temono che l'ampliamento dell'autostrada smantelli il centro.

“Noi gente dei villaggi - Hawally, inclusa la colonia di immigrati, Ghabarpura, Kochpura e altri distretti vicini vicini e adiacenti al distretto, chiediamo che il figlio del suolo Padma Shri Dr.

Centro di Telemedicina

Il dottor Kaul, che trascorre i fine settimana in Kashmir dal 2008 per vedere i pazienti, ha istituito un centro di telemedicina di successo nel 2020 nel remoto distretto di Machel di Kupwara, nel Kashmir settentrionale, che è rimasto isolato per più di tre mesi a causa delle nevicate. "Qualsiasi paziente che visita il centro di telemedicina viene sottoposto a test di base e i referti mi vengono inviati immediatamente online. Consiglio il personale sulla linea di trattamento situata a Delhi. Circa 20-25 pazienti vengono trattati per cardiologia a Makil ogni mese", ha affermato il dottor Kaul .

Lo specialista presenta anche il lavoro sui leader separatisti in passato, tra cui Syed Ali Shah Gilani, Shabbir Shah, Abdul Jani Lone e Yasin Malik. "Quando Malik è stato portato all'AIIMS (All India Institute of Medical Sciences) negli anni '90 dal carcere per farsi sostituire la valvola cardiaca, ho firmato un modulo di consenso preoperatorio. Ha mostrato completa fiducia in me", ricorda il dottor Cole.

Sulla recente violenza contro le minoranze, il dottor Cole ha detto: "Certo, i miei parenti e la mia famiglia hanno paura. Non ho paura di nulla. Ho curato diversi Kashmir dove i pazienti, dopo la guarigione, mi hanno invitato a casa in luoghi molto lontani come Shopian. Sono stato trattato come uno sposo. Le persone si metteranno in fila per darmi il benvenuto. Questo può accadere solo in Kashmir. "

#Mending #hearts #fences #scarred #Kashmir #Valley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.