Most high blood pressure in children and teenagers is linked with unhealthy lifestyle

L'inattività, le diete ricche di zucchero e sale e l'eccesso di peso causano nove casi su 10 di ipertensione nei bambini e negli adolescenti, secondo un consenso di esperti di salute del cuore pubblicato oggi su Giornale europeo del cuore, Giornale della Società Europea di Cardiologia (ESC). Il documento, che si concentra sull'ipertensione nei bambini di età compresa tra 6 e 16 anni, raccomanda che le famiglie riacquistino salute insieme.

"I genitori sono importanti agenti di cambiamento nella promozione di comportamenti sani per i bambini", ha detto il primo autore, il professor Giovanni Di Simon dell'Università di Napoli Federico II, Italia. "Spesso, pressione alta e/o obesità coesistono nella stessa famiglia. Ma anche quando non è così, si raccomanda che le modifiche allo stile di vita includano tutti i membri della famiglia".

Le raccomandazioni dietetiche per il trattamento dell'ipertensione nei bambini includono concentrarsi su verdure fresche, frutta e altri cibi ricchi di fibre, limitare l'assunzione di sale ed evitare bevande addolcite con zucchero e grassi saturi. I bambini e gli adolescenti dovrebbero impegnarsi in almeno un'ora di attività fisica da moderata a vigorosa ogni giorno, come fare jogging, andare in bicicletta o nuotare, e dedicare non più di due ore al giorno ad attività sedentarie. Il prof. de Simon ha affermato: "I genitori dovrebbero monitorare la quantità di tempo che i propri figli trascorrono guardando la TV o utilizzando gli smartphone e suggerire alternative attive".

Dovresti fissare obiettivi realistici per peso, dieta e attività fisica che si concentrino sulle aree che necessitano di maggiori miglioramenti. Il prof. de Simon ha affermato: "Registrare nel tempo le abitudini di peso, alimentazione ed esercizio fisico, ma senza diventare ossessivi, può aiutare i giovani e le loro famiglie a monitorare i progressi verso i loro obiettivi".

Si raccomanda un "sistema di ricompensa per il miglioramento della salute". "Gli incentivi ideali sono quelli che aumentano il supporto sociale e valorizzano i comportamenti target, come andare in bicicletta con la famiglia o camminare con gli amici", ha affermato il professor de Simon.

Il documento si riferisce all'obesità infantile e all'ipertensione come "fratelli ingannevoli" che si stanno gradualmente trasformando in un grave rischio per la salute. Gli studi hanno dimostrato che l'ipertensione infantile sta diventando più comune e che questa parte dell'aumento può essere spiegata dall'obesità, in particolare dall'obesità addominale. Si stima che meno del 2% dei bambini normopeso abbia la pressione alta, rispetto al 5% dei bambini in sovrappeso e al 15% dei bambini obesi. Il professor de Simon ha affermato: "L'ipertensione infantile è una delle principali preoccupazioni perché è associata a pressione alta persistente e altri problemi cardiovascolari durante l'età adulta.

La diagnosi precoce dell'ipertensione è fondamentale in modo che possa essere gestita con lo stile di vita e i farmaci, se necessario. Anche una misurazione della pressione sanguigna da parte di un medico o un infermiere può identificare i bambini con ipertensione, ma si consiglia una seconda visita per confermare. Il Prof. de Simon ha affermato: "Lo screening nell'ambito delle cure primarie dovrebbe essere eseguito almeno una volta all'anno, indipendentemente dai sintomi. Questo perché l'ipertensione nei bambini, come negli adulti, è solitamente asintomatica".

Quando le misurazioni della pressione sanguigna indicano la pressione alta, sono necessari un'anamnesi e un esame fisico per identificare le possibili cause e identificare comportamenti che possono essere modificati. Le informazioni includono la storia familiare di ipertensione, malattie cardiovascolari, peso alla nascita ed età gestazionale; Dettagli sullo stile di vita come fumo, assunzione di sale, consumo di alcol, esercizio fisico e attività del tempo libero; e possibili sintomi tra cui mal di testa, epistassi, vertigini, disturbi visivi, riduzione delle prestazioni scolastiche, difficoltà a prestare attenzione, respiro corto, dolore toracico, palpitazioni e svenimento.

Nelle fasi iniziali, il trattamento dell'ipertensione nei bambini dovrebbe concentrarsi sull'educazione e sul cambiamento del comportamento. Se non vengono raggiunti gli obiettivi di pressione sanguigna, deve essere introdotto un unico farmaco a basso dosaggio. Se uno dei medicinali è inefficace, possono essere necessarie piccole dosi di due medicinali.

Gli autori chiedono alle agenzie di salute pubblica di dare la priorità alla prevenzione e al trattamento dell'ipertensione nei bambini e negli adolescenti. Ad esempio, campagne di sensibilizzazione sui rischi dell'ipertensione nei giovani e sull'impatto positivo di uno stile di vita sano, compresa l'attività fisica, una dieta nutriente povera di sale e zucchero e non fumare. Altre azioni consigliate includono il tempo protetto dei bambini in TV e sui social media senza promuovere cibo spazzatura o abitudini di vita potenzialmente dannose.

Il documento di consenso è stato preparato dall'ESC Council on Hypertension, dalla European Society of Preventive Cardiology, dall'European Association of Cardiovascular Imaging, dall'Association of Cardiovascular Nursing and Allied Professions, dall'ESC Council for Cardiology Practice e dall'European Association of Pediatrics and Congenited Malattie cardiache.

#high #blood #pressure #children #teenagers #linked #unhealthy #lifestyle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.