Intravenous tenecteplase non-inferior to alteplase for thrombolysis in acute ischemic stroke | 2 Minute Medicine

1. Tenecteplase per via endovenosa non era inferiore ad alteplase IV per ictus acuto rispetto al punteggio mRS iniziale di 0-1 dopo 90-120 giorni dopo il trattamento.

2. Gli eventi avversi, inclusa l'emorragia intracerebrale entro 24 ore dal trattamento e la morte entro 90 giorni, erano comparabili tra i due gruppi di farmaci.

Livello di valutazione della directory: 1 (eccellente)

Riepilogo dello studio: L'alteplase per via endovenosa era lo standard di cura per la gestione dell'ictus acuto nei pazienti eleggibili per la terapia anticoagulante. Il farmaco in studio, tenecteplase, è una variante dell'alteplase ora preferita nella terapia trombolitica dell'infarto miocardico acuto. Questo studio mirava a determinare se tenecteplase non fosse inferiore ad alteplase per i pazienti con ictus acuto eleggibili per la trombolisi. I pazienti con ictus acuto sono stati randomizzati (1:1) a una dose in bolo di tenecteplase IV oa ricompensa di alteplase IV seguita da un'infusione. L'outcome primario è stato misurato con una scala di Rankin modificata 90-120 giorni dopo il trattamento. Di conseguenza, lo studio ha rilevato che tenecteplase non era inferiore ad alteplase sulla base di criteri predefiniti nel trattamento dell'ictus acuto. Anche gli eventi avversi erano comparabili tra i due farmaci. I limiti di questo studio includono le sfide poste dalla pandemia di COVID-19, nonché l'impossibilità di registrare i risultati di base della mRS. Tuttavia, questo studio fornisce supporto per un'alternativa potenzialmente più sicura allo standard di cura per i pazienti che necessitano di trombolisi endovenosa per ictus acuto.

Clicca per leggere lo studio su The Lancet

Lettura correlata: Raccomandazioni sulle migliori pratiche per l'ictus canadese per la gestione dell'ictus acuto: pre-ospedale, pronto soccorso e cura dell'ictus acuto, sesta edizione, aggiornamento 2018

in profondità [randomized controlled trial]: Lo studio Alteplase vs. Tenecteplase (AcT) era uno studio di non inferiorità che confrontava tenecteplase IV con alteplase in tutti i pazienti con ictus acuto che erano eleggibili per trombosi venosa. Lo studio è stato condotto in 22 centri in tutto il Canada e ha incluso tutti i pazienti con ictus acuto che soddisfacevano i criteri di idoneità per la trombolisi con alteplase IV sulla base delle linee guida CSBPR del 2018 preesistenti. I partecipanti sono stati randomizzati 1:1 a una dose in bolo una tantum di 0,25 mg/kg di tenecteplase EV (n = 816) o ad alteplase EV somministrata come una dose in bolo di 0,09 mg/kg seguita da 60 minuti di infusione (n = 784). L'età media dei partecipanti era di 74 anni con il 47,9% di donne. L'outcome primario è stato misurato mediante un punteggio della scala Rankin (mRS) modificato di 0-1 a 90-120 giorni dopo il trattamento mediante valutazione alla cieca. Nell'analisi intention-to-treat, 296/802 (36,9%) del gruppo tenecteplase contro 266/765 (34,8%) hanno raggiunto l'esito primario (differenza di rischio non aggiustata 2,1%) [95% CI -2.6 to 6.9]). Ciò soddisfa i criteri di non inferiorità prestabiliti del 95% in meno rispetto a un IC maggiore di -5%. Gli eventi avversi sono stati raccolti 24 ore dopo la trombolisi data la breve emivita dei farmaci. Entrambi i gruppi avevano tassi simili di emorragia intracerebrale a 24 ore dopo il trattamento e tassi simili di morte entro 90 giorni.

Foto: PD

© 2022 Medicina di 2 minuti, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna opera può essere riprodotta senza l'espresso consenso scritto di Medicina di 2 minuti, Inc. Richiedi una licenza qui. Nessun articolo deve essere interpretato come un consiglio medico e non è inteso dagli autori o da 2 Minute Medicine, Inc.

#Intravenous #tenecteplase #noninferior #alteplase #thrombolysis #acute #ischemic #stroke #Minute #Medicine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.