Transforming the Trajectory of Lung Cancer [Sponsored]

Questo podcast per l'iniziativa sul cancro del polmone Johnson & Johnson è stato prodotto da Scientific American Custom Media, una sezione separata del comitato editoriale della rivista.

Avrum Spira, MD, MSC, presidente globale della Lung Cancer Initiative (LCI) presso Johnson & Johnson, condivide le sue opinioni come medico polmonare e di terapia intensiva e la sua visione per trasformare questa malattia mortale. Discute come LCI adotta un approccio interventistico per mirare alla causa principale della malattia, comprendere meglio le esigenze dei pazienti e dei medici e innovare con opzioni di trattamento meno invasive e più accurate per il cancro del polmone in fase iniziale.

testo:

Megan Hall: Qualsiasi diagnosi di cancro è devastante, ma i malati di cancro ai polmoni devono affrontare un viaggio particolarmente arduo. Il cancro del polmone è la principale causa di morte per cancro nel mondo. È difficile da rilevare nelle sue fasi iniziali e difficile da trattare una volta che è stato finalmente rilevato.

Ma c'è speranza all'orizzonte.

Il Dr. Avrum Spira guida un team multidisciplinare che adotta un approccio convergente per individuare la causa principale della malattia e rilevare il cancro ai polmoni prima che si sviluppi per aiutare a migliorare i risultati dei pazienti.

Fa tutto parte dei suoi sforzi come capo globale dell'iniziativa contro il cancro del polmone presso Johnson & Johnson.

Scientific American Custom Media ha recentemente incontrato il Dr. Spira per saperne di più sul suo lavoro e sul futuro del trattamento del cancro ai polmoni.

Sala: Il dottor Avi Spira ha appreso degli effetti devastanti del cancro ai polmoni all'inizio della sua carriera.

Avi Spira: All'epoca ero residente e all'improvviso ho ricevuto una chiamata nel fine settimana.

Sala: Riguardava sua zia.

spira: Era pieno di vita. Sempre, da quando la conosco fin dall'infanzia. Conduceva una vita molto sana, non fumava mai, non faceva esercizio e mangiava bene.

Sala: Ma aveva del liquido intorno ai polmoni

spira: E si è scoperto, nel giro di pochi giorni, che le avevano diagnosticato un cancro ai polmoni in stadio 4. La sua diagnosi era che sarebbe vissuta solo pochi mesi.

Sala: Mentre combatteva valorosamente la malattia, morì entro un anno dalla sua diagnosi

spira: Guardarla prendere il suo ultimo respiro è stato incredibilmente doloroso. Ma ho anche capito a quel punto della mia carriera che volevo fare qualcosa per cambiare il corso di questa malattia.

Sala: La zia Avi era una non fumatrice con un cancro ai polmoni

spira: Il cancro del polmone è il più mortale di tutti i tumori perché viene quasi sempre diagnosticato in uno stadio avanzato.

Sala: È facile non sapere di avere un cancro ai polmoni a causa del modo in cui si sviluppa.

spira: Inizia in modo ingannevole perché un minuscolo, minuscolo gruppo di cellule nella profondità del tessuto polmonare, non altera la respirazione, non ha dolore al petto, non emette sangue e cresce silenziosamente per mesi, forse anni. . E quando inizi a sentirlo, è già troppo tardi.

Sala: Man mano che Avi progrediva nella sua carriera, lo fece concentrandosi sulla diagnosi precoce del cancro ai polmoni.

spira: Come accademico, ho passato 15 anni a fare scoperte sorprendenti nel campo del cancro ai polmoni sulla diagnosi precoce del cancro ai polmoni, ma è stato molto difficile tradurre queste scoperte in benefici per i pazienti, ed è stato molto difficile farlo come accademico.

Sala: Avi non era soddisfatto di queste scoperte. Voleva vederlo usato nel mondo reale per aiutare i pazienti, subito.

spira: Sono diventato un imprenditore seriale. E hanno iniziato tre società, una delle quali ha condotto un test di diagnosi precoce per il cancro ai polmoni e lo ha commercializzato con successo.

Ci sono voluti più di un decennio per passare dalla scoperta nel 2007 al vederlo effettivamente in clinica per aiutare i pazienti.

Sala: Ecco perché, mentre lavorava come consulente per Johnson & Johnson, ha visto una grande opportunità. L'azienda era alla ricerca di un modo per utilizzare tutta la sua ampiezza e profondità di risorse per cambiare il modo in cui preveniamo, rileviamo e curiamo le malattie.

spira: Abbiamo sostenuto con forza la leadership di Johnson & Johnson che nessuna malattia è un bisogno insoddisfatto più grande oggi in tutto il mondo del cancro ai polmoni, in termini di una soluzione completa in tutti i settori.

Sala: Quindi stavo come sussurrando loro all'orecchio e dicendo: Ehi, prima c'è il cancro ai polmoni?

spira: Penso di essere stato più di un sussurro. Potrei urlare un po'. A quel tempo, come medico in prima linea, vedevo giorno dopo giorno ciò che questa malattia sta facendo ai miei pazienti, alle loro famiglie, alla comunità, al mondo: il costo della malattia. E ho sentito che questa era una malattia che, più di ogni altra, aveva bisogno di un nuovo approccio: l'innovazione trasformativa. Non potevo immaginare nessuna azienda al mondo che potesse farlo come potrebbe fare J&J, dato che ci sono dispositivi medici e medicinali sotto lo stesso ombrello.

Sala: Si sente la guida. Con il supporto del Dr. Bill Heat, che all'epoca era il Global Head of Outside Innovation, nel 2018 è stata costituita la Johnson & Johnson Lung Cancer Initiative e Avi è diventato il Global Head. Da allora, ha assemblato un team diversificato all'interno e all'esterno dell'azienda.

spira: Lo chiamo il dream team che siamo riusciti a mettere insieme. E questo perché penso che sia relativamente unico avere una competenza così profonda nei dispositivi medici combinata con una competenza molto profonda nei prodotti farmaceutici, il tutto sotto lo stesso tetto. Quindi ciò che ci consente di fare è davvero mettere insieme un gruppo multidisciplinare di scienziati e clinici e tutto il personale di supporto, che dovrà uscire e creare soluzioni uniche e inimmaginabili a questa malattia.

Sala: Nei quattro anni trascorsi dalla creazione della Lung Cancer Initiative, il team di Avey ha lavorato per soddisfare le due maggiori esigenze insoddisfatte durante il viaggio di un paziente. Prendi in considerazione un broncoscopio automatizzato che può rendere più facile dire se un tumore o una macchia nel polmone di qualcuno è canceroso.

spira: È un endoscopio che passa attraverso la bocca o il naso ed è controllato roboticamente e può uscire in modo relativamente non invasivo, fino a parti dei polmoni precedentemente inaccessibili.

Sala: Una volta che questo broncoscopio raggiunge quella parte lontana del polmone, può prelevare un piccolo campione della crescita per testare le cellule tumorali. Ma c'è altro da vedere sull'iniziativa contro il cancro ai polmoni di Johnson & Johnson. Dr. Spira, può condividere cosa potrebbe accadere in futuro per soddisfare altre esigenze non soddisfatte?

spira: Siamo entusiasti di utilizzare questo broncoscopio robotico non solo per uscire e diagnosticare precocemente il cancro ai polmoni, che è stata la prima esigenza insoddisfatta, ma anche in questa procedura per curare il cancro ai polmoni iniettando un farmaco o energia direttamente al suo interno attraverso il broncoscopio. E avere un modo meno invasivo e più accurato per trattare e curare questa malattia in modo più efficace

Sala: È molto emozionante sapere che un giorno in futuro potresti essere in grado di curare il tumore, noto come terapia intrauterina, e si spera che il dottor Spira torni di nuovo per dirci quali ulteriori progressi sono stati fatti. La Lung Cancer Initiative sta anche lavorando con un consorzio globale su qualcosa chiamato Pre-Cancer Atlas, che è entusiasmante in termini di ricerca per approfondire la comprensione della malattia. Puoi parlarci di questo?

spira: Che potenziale atlante del cancro è -- pensa a tutti i cambiamenti cellulari e molecolari che si verificano quando una cellula normale nei polmoni diventa precancerosa e alla fine diventa un carcinoma invasivo in piena regola. Quindi è una mappa di tutti questi cambiamenti.

Sala: Il team Avi spera di utilizzare questa mappa in futuro per identificare i primi segni di sviluppo del cancro ai polmoni prima che diventi un problema clinico.

spira: L'analogia qui è la malattia cardiovascolare. Sai, negli ultimi 30 o 40 anni, i cardiologi non aspettano più che qualcuno abbia un attacco cardiaco completo per iniziare a curare un paziente. Trattano i pazienti anni e decenni prima che si ammalino. E sono in grado di farlo perché acquisiscono una comprensione di base della causa principale di ciò che guida la prima parte della loro malattia.

Sala: Avi spera di trovare il modo per determinare se qualcuno è sulla strada per lo sviluppo del cancro ai polmoni.

spira: Se avessimo questa mappa dei cambiamenti molecolari dal precanceroso al cancro, potremmo sviluppare modi per trovare persone che ospitano queste lesioni precancerose e quindi impedire loro di sviluppare malattie invasive.

Sala: Questi sviluppi futuri avrebbero impedito a sua zia di morire? Avi dice che forse non a breve termine. Era una non fumatrice, quindi potrebbe non aver avuto un test di screening per il cancro ai polmoni.

spira: Ma penso che in futuro a lungo termine, un esame del sangue non invasivo o un tampone nasale o una sorta di esame del respiro potrebbero essere eseguiti ogni anno durante la tua visita annuale dal tuo medico di famiglia. Mia zia avrebbe potuto sottoporsi a uno di quei test quando aveva tra la trentina e l'inizio dei quarant'anni, e poi aveva ricevuto una sorta di trattamento che le avrebbe impedito di ammalarsi in primo luogo, o almeno di essere seguita da vicino.

Sala: Grazie al lavoro della Lung Cancer Initiative, Avi crede che un tale futuro sia possibile. Un futuro che includa diagnosi e cure precoci in un'unica procedura... e che trasformi il paradigma della cura del cancro del polmone che contribuirà ad avere un impatto su milioni di persone in tutto il mondo.

Sala: Il Dr. Avram Spira è il capo globale della Lung Cancer Initiative di Johnson & Johnson. È anche medico curante presso la Medical Intensive Care Unit presso il Boston University Medical Center e professore di medicina, bioinformatica e patologia presso la Boston University. La Lung Cancer Initiative è stata costituita nel 2018 per liberare tutto il potenziale della scienza e della tecnologia per cambiare il corso di questa complessa malattia.

Questo podcast è stato prodotto da Scientific American Custom Media e reso possibile grazie al supporto della Johnson & Johnson Lung Cancer Initiative.

Scopri di più su come Johnson & Johnson adotta un approccio multidisciplinare al cancro del polmone.

#Transforming #Trajectory #Lung #Cancer #Sponsored

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.