A Quick and Easy Scan Is a Reliable Predictor of Dementia

Queste scansioni sono spesso relativamente veloci e semplici, meno invasive, convenienti ed espongono i pazienti a radiazioni molto inferiori rispetto ai raggi X o alle scansioni TC.

La ricerca a lungo termine ha dimostrato che una scansione di routine della densità ossea può anche rivelare un accumulo di placca calcificata nell'aorta addominale, che indica se una persona è a maggior rischio di sviluppare demenza.

La demenza in età avanzata sta diventando più frequente negli adulti di età superiore agli 80 anni. Un esame semplice e comune può identificare coloro che hanno maggiori probabilità di sviluppare la condizione più avanti nella vita, secondo un recente studio a lungo termine.

Quando le cellule cerebrali sono danneggiate da una serie di malattie, alcune delle quali implicano la costrizione dei canali del sangue al cervello, la demenza inizia a svilupparsi in tarda età.

I ricercatori della Edith Cowan University (ECU) hanno trovato un'importante relazione tra salute vascolare e demenza in età avanzata. L'aorta addominale, l'arteria più grande del corpo e il condotto del sangue ossigenato dal cuore agli organi addominali e agli arti inferiori, può trasformarsi in placche che possono calcificare. Sono queste placche che causano il contatto.

Questo accumulo di calcio, denominato "calcificazione dell'aorta addominale" o CAA, può essere molto utile nel predire il rischio di malattie cardiovascolari, inclusi infarto e ictus. Ma ora gli esperti hanno scoperto che è un indicatore affidabile della demenza in età avanzata.

visita ortopedica

Un test di densità ossea può mostrare un rischio di demenza più avanti nella vita.

Il team internazionale, guidato dall'Institute for Nutrition and Health Innovation dell'ECU e dal Center for Precision Health, comprendeva accademici della Harvard Medical School, dell'Università dell'Australia occidentale, del Sir Charles Girdner Hospital, del Marcus Institute for Research on Aging, Hebrew Life Higher e del Università del Minnesota. Hanno studiato 968 punteggi di CAA delle donne alla fine degli anni '90 e poi hanno monitorato la loro salute per più di 15 anni.

Hanno scoperto che, indipendentemente da eventuali varianti cardiovascolari o genetiche, una donna anziana su due aveva livelli di CAA da moderati ad alti e aveva il doppio delle probabilità di essere ricoverata in ospedale o morire di demenza in tarda età.

Secondo il professor Simon Luz, presidente del Center for Precision Health, la CAA è in grado di rilevare i rischi di demenza nelle prime fasi della vita delle persone, che possono essere cruciali per prevenire la malattia.

"C'è un vecchio detto nella ricerca sulla demenza che ciò che è buono per il tuo cuore è buono per il tuo cervello", ha detto.

"Questo studio riafferma questa associazione e aggiunge ulteriore alla nostra comprensione del rischio di demenza a esordio tardivo e delle potenziali strategie preventive. Ciò che è emersa è l'importanza di modificare i fattori di rischio come la dieta e l'attività fisica nella prevenzione della demenza: è necessario intervenire presto e si spera questo studio consentirà il cambiamento più precoce possibile e otterrà il maggiore impatto”.

Continua: "La CAA è importante perché è stata in grado di identificare il rischio di demenza nelle persone che non hanno il principale fattore di rischio genetico riscontrato nel 50% delle persone che sviluppano la demenza.[{" attribute="">Alzheimer’s disease, which is the most common form of dementia.”

A simple test

Conveniently, AAC can be easily detected using lateral spine scans from bone density machines. These machines are common, with some 600,000 bone density tests performed each year in Australia to screen for osteoporosis.

#Quick #Easy #Scan #Reliable #Predictor #Dementia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.