NYC jury hears closings at neurologist’s sex crimes trial

NEW YORK (Associated Press) - Martedì, a una giuria di New York è stato chiesto di valutare se un neurologo stesse usando la sua pratica di gestione del dolore in crescita per aggredire sessualmente sei pazienti o se fosse vittima di accusatori di storie false.

L'assistente del procuratore generale Shannon Lucy ha affermato in chiusura delle discussioni per il processo di Crociani che il caso contro il dottor Riccardo Crociani si basava su "storie di sopravvissute di sei donne molto diverse".

"Questa è l'esperienza di un medico che ha violentato, violentato, abbracciato e manipolato i suoi pazienti", ha detto Lucy.

Il pubblico ministero ha sostenuto le prove che dimostrano che Crocciani si prendeva cura dei pazienti prescrivendo antidolorifici in eccesso, a volte per curare lesioni gravi dovute a incidenti stradali e altri incidenti.

Gli imputati hanno testimoniato che le aggressioni sessuali hanno avuto luogo spesso a porte chiuse durante gli appuntamenti nel 2013 in un centro medico di Manhattan, dove un medico si stava esponendo e chiedeva sesso.

Uno ha detto: "Non ha finito di scrivere le mie prescrizioni finché non ho fatto qualcosa per lui".

Ha detto che il comportamento era "solo puro male", aggiungendo: "Questo accusato non è altro che uno spacciatore che ha usato la propria prescrizione come arma".

L'avvocato difensore Fred Sosinski ha risposto dicendo che i testimoni erano inaffidabili, dicendo ai giurati: "Dovreste avere tutte le ragioni per dubitare di queste accuse".

Ha aggiunto che i testimoni "erano disposti a mentire" e "discussione indiscutibile".

Sosinski ha affermato che i registri ospedalieri minano i programmi dei testimoni per gli attacchi e confermano le affermazioni della difesa secondo cui stavano ricevendo cure adeguate. L'avvocato ha anche citato appunti amorevoli scritti da alcuni testimoni del presunto aggressore, incluso uno che ha scritto in parte: "Spero che tu abbia una bella vacanza .... Sei stato davvero il miglior dottore che abbia mai avuto".

Crociani si è dichiarato non colpevole di molteplici accuse, tra cui stupro, aggressione sessuale e aggressione sessuale predatoria.

Tra i testimoni del processo iniziato sette settimane fa c'era Hilary Tulane, che ha contribuito ad alimentare il caso chiamando un numero verde per aggressioni sessuali nel 2017 e segnalando che Crociani ha abusato di lei tra il 2005 e il 2013. L'arresto ha affermato che "ha bisogno di reclusione".

L'AP di solito non identifica le persone che affermano di essere sopravvissute ad aggressioni sessuali a meno che non diano il permesso, cosa che ha fatto Tulane.

Crociani deve anche affrontare accuse federali in un atto d'accusa che lo accusa di aver abusato di più pazienti per un periodo di 15 anni nei suoi uffici a New York City, Philadelphia e Hopewell, nel New Jersey.

Le accuse federali e il processo statale arrivano dopo anni di denunce pubbliche da parte degli accusatori di Crociani secondo cui le autorità in alcuni luoghi non stavano prendendo sul serio i suoi crimini, in particolare a Filadelfia, dove si è dichiarato colpevole di reati relativamente minori che coinvolgono sette pazienti.

Lucy, il procuratore generale nel caso di New York, ha dichiarato martedì che agli accusatori di Crociani dovrebbe essere riconosciuto il merito di aver avuto il coraggio di farsi avanti.

"Possono riprendersi parte del potere e del controllo che hanno preso loro", ha detto. "Tutti si rompono. Tutti ricostruiscono."

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

#NYC #jury #hears #closings #neurologists #sex #crimes #trial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.