Tulane School of Medicine appoints Chief Clinical Diversity Officer to lead EDI efforts

La dottoressa Tina Simpson si unirà a Tulane il 1 ottobre come Chief Clinical Diversity Officer presso la School of Medicine.

Nell'ambito del continuo impegno di Tulane nel dare priorità, come valore fondamentale, all'uguaglianza, alla diversità e all'inclusione in tutti gli aspetti della vita universitaria, compresa la formazione clinica e la cura del paziente, il College of Medicine ha nominato la dott.ssa Tina Simpson come suo Chief Clinical Diversity Officer . .

Simpson, che è entrato a far parte di Tulane il 1° ottobre, lavorerà direttamente con la dirigenza all'interno della scuola e con i partner sanitari distrettuali per garantire che si impegnino continuamente a costruire e supportare un ambiente in cui pazienti, stagisti e operatori sanitari si rispettino e si apprezzino a vicenda. Ciò includerà iniziative pionieristiche che aumentano la diversità della forza lavoro medica, creano ambienti di apprendimento sicuri e inclusivi e promuovono l'uguaglianza affrontando le disparità sanitarie che influiscono sui risultati per neri, indigeni, persone di colore, LGBTQ+ e altri pazienti provenienti da comunità emarginate.

"Il superamento delle disuguaglianze razziali nell'assistenza sanitaria che portano a risultati disparati per i pazienti delle comunità emarginate è un valore fondamentale e un obiettivo di Tulane mentre ci sforziamo quotidianamente per creare una comunità inclusiva, accogliente e solidale per tutti", ha affermato il presidente Tulane. Michele A. Ingegno.

Questa settimana ha inviato una lettera congiunta con il preside Lee Hamm alla comunità della scuola di medicina annunciando la nomina del dottor Simpson.

Da quando è arrivato alla Tulane University nel 2014, Fitts ha fatto della creazione di un'università inclusiva dedicata all'uguaglianza, alla diversità, all'empatia, al rispetto e alle opportunità per tutti una pietra angolare della sua amministrazione. Gli sforzi in questo campo includono impegni a lungo termine a livello universitario attraverso le numerose iniziative della Commissione presidenziale sull'uguaglianza razziale, la diversità e l'inclusione; istituzione dell'Academic Justice Center; Più del doppio della spesa per la programmazione EDI; Nomina del primo capo del dipartimento di diversità dell'università e molto altro.

Simpson è attualmente Vice President of Faculty Development presso il Dipartimento di Pediatria e Direttore del Programma di formazione in medicina degli adolescenti presso l'Università dell'Alabama presso la Birmingham School of Medicine. È anche direttrice del programma presso la Ryan White Clinic dell'Abu Dhabi Open University, che fornisce cure mediche e di supporto complete per bambini, adolescenti e famiglie che vivono con l'HIV. Simpson guida molte iniziative di equità, diversità e inclusione relative al reclutamento, all'istruzione e all'assistenza tecnica di docenti e stagisti sia a livello nazionale che a livello nazionale.

A Tulane, Simpson lavorerà a stretto contatto con l'assistente del preside per l'uguaglianza, la diversità e l'inclusione Benita Horn e il dottor Lee Hamm, vicepresidente senior e preside della Tulane School of Medicine. La scuola aiuterà a reclutare e promuovere una forza lavoro più diversificata di medici e personale per fornire cure migliori a un gruppo eterogeneo di pazienti nell'area. Ricoprirà anche il ruolo di Direttore della Medicina dell'adolescenza presso il Dipartimento di Pediatria

"Sono molto entusiasta di entrare a far parte della Tulane Medical School come Chair of Clinical Diversity. Questa posizione mi consentirà di portare avanti il ​​mio lavoro e il mio impegno nel promuovere un ambiente più diversificato e inclusivo per coloro che lavorano nel settore sanitario e ottenere risultati sanitari più equi per il Comunità." "Non vedo l'ora di collaborare con Dean Hamm e Associate Dean Horn e di far parte del continuo sforzo di Tulane per avere una forza lavoro sanitaria che rifletta meglio la variegata popolazione di pazienti nell'area metropolitana di New Orleans e migliori la capacità della forza lavoro di fornire risposte culturalmente cura."

Simpson lavorerà con i programmi accademici, di specializzazione in medicina e di residenza della scuola per migliorare i programmi di sviluppo delle competenze culturali per docenti, residenti e studenti. Inoltre, svilupperai o migliorerai programmi di formazione per tutti gli studenti di medicina, i residenti e i docenti, inclusa la creazione di una comunicazione efficace incentrata sul paziente sull'uguaglianza e la diversità nei contesti medici.

"La dott.ssa Tina Simpson è una pioniera nel lancio di iniziative EDI che promuovono un cambiamento duraturo. Riconosce che un'assistenza sanitaria equa è per tutti e che la creazione di una cultura di inclusione porta a risultati migliori per i pazienti e i tirocinanti in tutte le aree". "In qualità di Chief Clinical Diversity Officer di Tulane, svolgerai un ruolo importante nella costruzione di un ponte tra le iniziative EDI in corso presso il College of Medicine e tutti i nostri siti di formazione clinica in tutta la regione".

Per più di 10 anni, Simpson ha svolto un ruolo attivo negli sforzi di equità, diversità e inclusione presso la UAB School of Medicine. Ha fatto parte dei comitati di ammissione e di selezione e come mentore per diversi programmi di fondazione. La leadership del Dr. Simpson negli sforzi per la diversità, l'equità e l'inclusione è stata riconosciuta dal Diversity and Inclusion Award 2020 del Dipartimento di pediatria dell'Università di Abu Dhabi per i membri senior della facoltà e dal Presidential Diversity Champion Award 2021 dell'ADU.

Simpson, originario di Jackson, Mississippi, non è estraneo a New Orleans. Ha conseguito la laurea presso l'Università di New Orleans prima di trasferirsi a Birmingham per completare la sua scuola di medicina, la residenza pediatrica e la borsa di studio in medicina degli adolescenti presso l'UAB.

#Tulane #School #Medicine #appoints #Chief #Clinical #Diversity #Officer #lead #EDI #efforts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.