How Do You Get Hepatitis C? Here’s Everything To Know

Fonte: Frank Bienewald / Getty

nI primi 2,4 milioni di americani condividono una cosa in comune: vivono insieme collettivamente epatite C. Pur affrontando la stessa realtà, le storie che illustrano le vie della deflazione non sono omogenee.

Abbiamo parlato con il gastroenterologo del Texas e specialista in trapianti di fegato certificato dal consiglio di amministrazione Crystal Brown, MD, MHS – che serve come assistente professore presso il Dipartimento di Medicina Interna presso la Dell Medical School – per conoscere come viene trasmessa l'epatite C e i miti che circondano virus, chi è più a rischio e come gli individui possono essere proattivi nel ripristinare le proprie narrazioni sulla salute. Guarda l'intervista qui sotto.

NewsOne: Come è l'infezione da epatite C?

Dr. Crystal Brown: L'epatite C è un virus che vive nel sangue e nei fluidi corporei. Il metodo di trasmissione più comune è l'uso endovenoso o intranasale. Qualsiasi attività in cui le persone trasferiscono fluidi corporei è una possibilità di trasmissione dell'epatite C. Altre cose includono l'uso di dispositivi personali come rasoi o spazzolini da denti utilizzati da una persona infetta. L'attività sessuale può anche portare alla trasmissione di infezioni.

NewsOne: Quali attività ad alto rischio sono associate alla trasmissione dell'epatite C?

Dott. Brown: L'uso di farmaci per via endovenosa e intranasale comporta il più alto grado di rischio. Questa è una popolazione in cui abbiamo fatto molti esami; Cerca di educare i pazienti che praticano questi comportamenti. Inoltre, i tatuaggi e i piercing fatti in casa possono portare alla trasmissione di infezioni. Se ti fai un tatuaggio o un piercing e qualcuno non pulisce il dispositivo, questo è un altro modo in cui le persone possono trasmettere l'epatite C.

Quando si pensa al rapporto sessuale, se si ha una relazione monogama e si fa sesso vaginale, non è considerata un'attività ad alto rischio perché colpisce meno del 2%. Se svolgi attività ad alto rischio, specialmente per uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, le lacrime microscopiche e il trasferimento di liquidi corporei comportano un aumentato rischio di trasmissione dell'epatite C.

I servizi di consulenza medica e familiare gestiscono un furgone per lo scambio di aghi che fornisce screening sanitari ambulatoriali, test per l'epatite C, strisce reattive per fentanil, overdose di Narcan e una gamma di servizi.

Terence Cooper, coordinatore dello scambio di aghi con i servizi di consulenza medica e familiare, veglia sui clienti poco dopo che il camion si è fermato in Minnesota Avenue e Clay Street nel nord-est. I servizi di consulenza medica e familiare gestiscono un furgone per lo scambio di aghi che fornisce test per l'epatite C e una gamma di servizi. | (Foto di Andre Chung per The Washington Post via Getty Images) | Fonte: The Washington Post/Getty

NewsOne: Quali sono alcuni sintomi comuni?

Dott. Brown: Con l'epatite C, la maggior parte delle persone con l'infezione non ha idea di avere il virus. Questo è il motivo per cui lo screening per l'epatite C è cambiato radicalmente. Siamo abituati a cercare di prendere di mira individui ad alto rischio; Persone che facevano uso di droghe, persone che venivano imprigionate, persone che si facevano tatuaggi e piercing fatti in casa, uomini che facevano sesso con uomini. Le linee guida di screening più vecchie dovevano verificare la presenza di baby boomer. Quello che abbiamo scoperto è che c'erano molte persone che non avevano nessuno dei tradizionali fattori di rischio che sarebbero stati positivi per l'epatite C.

Nel 2020 hanno modificato le linee guida in modo che tutti gli adulti di età pari o superiore a 18 anni debbano essere sottoposti a screening per l'epatite C almeno una volta nella vita. Questo perché la maggior parte delle persone non ha alcun sintomo. Le persone raramente dicono di provare cose come una maggiore stanchezza. Certamente, se si sviluppa la cirrosi epatica da epatite C, i sintomi di una malattia epatica avanzata come ittero, accumulo eccessivo di liquidi e sanguinamento gastrointestinale possono spiegare l'infezione di qualcuno. Questo generalmente accade dopo che qualcuno ha contratto il virus tra i 10 e i 40 anni e non vogliamo aspettare così tanto per trovarlo. Ecco perché stiamo facendo molti sforzi per aumentare lo screening.

NewsOne: Negli ultimi anni, ci sono stati molti progressi relativi al trattamento dell'epatite C. Puoi essere infettato di nuovo dopo il recupero dall'epatite C?

Dott. Brown: Puoi certamente. Esistono sette diversi tipi di epatite C. Come parte del trattamento, controlliamo quale tipo di persona è interessata. Anche se lo curiamo, parte dell'istruzione che diamo ai pazienti che stanno subendo un trattamento è che le attività continue ad alto rischio porteranno a un'ulteriore infezione del virus. La maggior parte delle persone che si sono riprese tendono a non tornare alle stesse attività. I tassi più alti che vediamo sono tra le persone che continuano a fare uso di droghe e sono senzatetto.

NewsOne: Negli ultimi anni, c'è stato un aumento significativo dell'incidenza dell'infezione da epatite C. Tra il 2010 e il 2018, la ricerca ha rivelato che le infezioni acute da virus dell'epatite C sono quadruplicate. Quali pensi siano le cause profonde dell'aumento dell'infezione?

Dott. Brown: La prima causa che abbiamo visto è stata la crisi degli oppioidi e l'aumento del consumo di eroina. Abbiamo riscontrato un aumento significativo dei giovani adulti. Abbiamo visto molti adolescenti e persone tra i venti ei trent'anni che hanno avuto l'epatite C acuta, e molto di ciò è stato correlato all'uso di droghe e alla condivisione di dispositivi. Fortunatamente, verso la metà di quel periodo, la Food and Drug Administration statunitense ha approvato il primo trattamento per Harvoni, che era un farmaco orale che permetteva di curare le persone senza farmaci per via endovenosa. Ci ha dato la possibilità di trattare questa nuova infezione in modo più efficace, ma abbiamo visto un picco davvero grande negli ultimi dieci anni.

NewsOne: Gli studi mostrano che circa il 75% delle persone che vivono con l'HIV che riferiscono una storia di consumo di droghe per via parenterale sono infette da HBV. Puoi parlare della relazione tra epatite C e HIV?

Dott. Brown: I due virus si trasmettono allo stesso modo; Attraverso il sangue e i fluidi corporei. L'epatite C è più facile che contrarre l'HIV. I tre virus che di solito controlliamo sono l'epatite B, l'epatite C e l'HIV. L'epatite B è il tipo più semplice di infezione, seguita dall'epatite C e dall'HIV. Sembra che se ne prendi uno, aumenti il ​​rischio di infettare gli altri. Ci sono momenti in cui le persone contraggono un'infezione articolare e la trasmettono a un'altra persona. Gran parte di ciò può essere correlato alle attività. In particolare, i pazienti che assumono farmaci per via endovenosa sembrano avere più di questa coinfezione.

NewsOne: Quali sono alcuni miti comuni sulla diffusione dell'epatite C?

Dott. Brown: Molte persone pensano che fare sesso con qualcuno che ha l'epatite C comporti un rischio elevato. Ci sono certamente dei rischi, ma sono abbastanza bassi. L'epatite B è in realtà più una malattia a trasmissione sessuale rispetto all'epatite C.

Virus dell'epatite C

Virus dell'epatite C. | Fonte: BSIP/Getty

NewsOne: Quali sono i gruppi più a rischio di infezione da epatite C?

Dott. Brown: Chiunque sia stato incarcerato o imprigionato rientra in un gruppo ad alto rischio che dovrebbe essere sottoposto a screening. Le donne in gravidanza vengono sottoposte a screening durante la prima visita prenatale con una serie di esami del sangue. Anche i pazienti sottoposti a dialisi rientrano nel gruppo a causa della quantità di sangue che hanno regolarmente. Per le persone che vivono o hanno una relazione con qualcuno che è stato esposto o ha un'infezione attiva, condividere dispositivi personali come spazzolini da denti e rasoi può metterti ad alto rischio. Ogni persona dovrebbe essere esaminata almeno una volta nella vita. Se partecipi a una qualsiasi delle attività ad alto rischio, dovresti continuare a essere sottoposto a screening almeno una volta all'anno.

NewsOne: In che modo gli esiti differiscono tra epatite C acuta e cronica?

Dott. Brown: Vediamo pochissima epatite C perché la maggior parte dei pazienti non ha una reazione clinica significativa, il che significa che non hanno molti sintomi. Quando sviluppano un'infezione acuta, molte persone pensano di aver avuto l'influenza o un altro virus, quindi finiscono per non cercare cure mediche. Circa il 15% delle persone può eliminare il virus da solo. Se troviamo pazienti con un'infezione grave, non li tratterai per i primi tre o sei mesi per vedere se possono curare il virus da soli.

Per coloro che sviluppano un'infezione cronica, è qui che vediamo gli scarsi risultati. I pazienti che hanno convissuto per decenni con l'epatite C possono sperimentare infiammazioni e cicatrici del fegato e se l'intero fegato è sfregiato, questa è la definizione di cirrosi. L'epatite C è sempre stata la ragione numero uno per i trapianti di fegato. Può anche causare insufficienza renale. Sfortunatamente, molte persone che contraggono l'epatite C e non sono in grado di qualificarsi per il trattamento svilupperanno una malattia epatica avanzata e alla fine moriranno per complicazioni di essa.

La maggior parte dei farmaci che abbiamo a disposizione hanno un'efficacia superiore al 97% nel trattamento dell'epatite C. Le persone con infezioni acute hanno una grande capacità di smettere di sviluppare una malattia cronica a lungo termine perché possiamo curarla entro i primi giorni. anni di esposizione. Vedremo nei prossimi decenni che l'impatto dell'epatite C sarà notevolmente ridotto.

NewsOne: Come possiamo cambiare la narrativa che circonda l'impatto sproporzionato dell'epatite C sulla comunità nera?

Dott. Brown: Molto di ciò ha a che fare con l'assicurarsi che i neri possano accedere al sistema sanitario e avere le informazioni di cui hanno bisogno per prendere decisioni terapeutiche se hanno l'epatite C. Uno dei maggiori ostacoli è che i neri sono generalmente meno in grado di accedere alla salute sistema di cura. Quando entrano nel sistema sanitario, non sempre ricevono i test che dovrebbero.

Incoraggio i pazienti a chiedere al proprio medico di base o a qualsiasi specialista che vedono se sono stati testati per l'epatite C. Se non sei stato sottoposto a screening in passato, assicurati di fare un test di screening. Se questo test di screening è positivo, è importante assicurarsi di essere indirizzati a un operatore sanitario in grado di curare l'epatite C. Nella nostra società, dobbiamo essere proattivi.

Guarda anche:

Statistiche dell'epatite C per razza: fatti in nero per numeri

Quello che gli afroamericani devono sapere sulle malattie del fegato

0 foto
#Hepatitis #Heres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.