North Korea pushes traditional medicine to fight COVID-19

BAJO, Corea del Sud (AP) - Da studente di medicina in Corea del Nord, Lee Gwang-jin ha affermato di aver curato la febbre e altri disturbi minori con la medicina tradizionale a base di erbe. Ma una brutta malattia potrebbe significare guai perché gli ospedali della sua città rurale non hanno le ambulanze, i letti e talvolta anche l'elettricità necessari per curare i pazienti in situazioni critiche o di emergenza.

Quindi Lee era scettico quando ha ascoltato i recenti resoconti dei media statali nordcoreani che affermavano che la cosiddetta medicina tradizionale di Koryo svolge un ruolo importante nella lotta della nazione contro COVID-19, che ha causato milioni di vittime in tutto il mondo.

"La Corea del Nord usa molto la medicina Koryo (per COVID-19)... ma non è una cura sicura", ha detto Lee, che ha studiato medicina Koryo prima di fuggire dalla Corea del Nord nel 2018 per una nuova vita in Corea del Sud. "Una persona destinata a sopravvivere vivrà (con un farmaco del genere), ma la Corea del Nord non può aiutare gli altri che stanno morendo".

Come molti altri aspetti della vita in Corea del Nord, il farmaco che secondo il Paese cura i suoi pazienti è usato come simbolo politico. Gli esperti affermano che ciò alla fine consentirà al paese di dire che i suoi leader hanno superato l'epidemia, in cui altri paesi hanno ripetutamente fallito, fornendo rimedi locali, Indipendente dall'assistenza esterna.

Mentre i media statali stanno pubblicando storie sull'efficacia del farmaco e sugli enormi sforzi di produzione per farne di più, ci sono domande sul fatto che le persone che sono gravemente malate stiano ricevendo le cure di cui hanno bisogno.

Disertori ed esperti ritengono che la Corea del Nord stia imbottigliando Koryo solo perché non ha abbastanza medicina moderna per combattere il COVID-19.

"Il trattamento dei sintomi lievi con i farmaci Koryo non è una cattiva opzione... Ma il coronavirus non causa solo sintomi lievi", ha affermato Yi Junhyuk, medico e ricercatore tradizionale presso l'Istituto sudcoreano di medicina orientale. e pazienti ad alto rischio, la Corea del Nord ha bisogno di vaccini, sistemi di assistenza di emergenza e altre risorse mediche che possono utilizzare" per ridurre i decessi.

Sono passati più di due mesi da quando la Corea del Nord ha riconosciuto il suo primo focolaio di coronavirus. Il paese ha riportato una media di 157 casi di febbre al giorno negli ultimi sette giorni, un calo significativo rispetto al picco di 400.000 casi al giorno di maggio. Mantiene inoltre una pretesa ampiamente contestata Che solo 74 dei circa 4,8 milioni di pazienti con febbre siano morti, un tasso di mortalità dello 0,002% sarebbe il più basso al mondo se fosse vero.

Nonostante il diffuso scetticismo esterno sulla verità delle statistiche riportate dalla Corea del Nord, non ci sono indicazioni che l'epidemia abbia causato disastri in Corea del Nord. Alcuni esperti esterni affermano che il Nord potrebbe presto dichiarare ufficialmente la vittoria sul COVID-19 nel tentativo di rafforzare l'unità interna. La Corea del Nord potrebbe quindi sottolineare il ruolo della medicina Koryo come causa.

"La Corea del Nord chiama la medicina Koryo 'medicina juchi (autosufficiente)', la tratta in modo importante e la considera uno dei suoi simboli politici", ha affermato Kim Dongsu, professore al College of Korean Medicine presso la Dongchin University in Corea del Sud. "La Corea del Nord non ha molti risultati accademici e culturali da annunciare, quindi è probabile che diffonda attivamente la medicina Koryo".

La Corea del Nord ha ufficialmente incorporato la medicina Goryeo - dal nome di un antico regno coreano - nel suo sistema sanitario pubblico negli anni '50. La sua importanza è cresciuta notevolmente dalla metà degli anni '90, quando la Corea del Nord iniziò a sperimentare una grave carenza di medicina moderna durante una grave carestia e disordini economici che uccisero centinaia di migliaia di persone.

La medicina Koryo si riferisce a formulazioni a base di erbe che a volte includono parti di animali, agopuntura, coppettazione, moxibustione e massaggio dei meridiani. Tali antichi rimedi sono usati anche in molti paesi asiatici e occidentali. Ma mentre le medicine tradizionali e moderne operano in quei paesi in modo indipendente, la Corea del Nord ha combinato i due.

Gli studenti di medicina sono tenuti a studiare sia la medicina moderna che la medicina tradizionale a scuola, indipendentemente dalla loro specializzazione. Quindi, una volta diventati professionisti del settore medico, possono praticare entrambi. Ogni ospedale della Corea del Nord ha un dipartimento di medicina Koryo. Ci sono anche ospedali Koryo solo per la medicina.

Kim Geun, dissidente e medico tradizionale della Corea del Sud, ha detto di essersi laureata in medicina Goryeo a una scuola nel Nord, ma alla fine ha lavorato come pediatra e medico di medicina interna. Ha detto che i sudcoreani generalmente usano la medicina tradizionale per mantenere o migliorare la propria salute, ma i nordcoreani la usano per curare una varietà di disturbi.

"In Corea del Sud, i pazienti con emorragia cerebrale, cirrosi, cancro al fegato, ascite, diabete e infezioni renali non vengono nelle cliniche tradizionali. Ma Kim, che è stato reinsediato in Corea del Sud nel 2002 e ora lavora al Well Saim Hospital of Korean Medicine a Seoul, ha detto: "Ma in Corea del Nord, i medici tradizionali li curano".

Il principale quotidiano della Corea del Nord, Rodong Sinmun, ha recentemente pubblicato una serie di articoli che elogiano la fitoterapia e l'agopuntura per il trattamento dei pazienti con febbre e per la riduzione degli effetti collaterali delle malattie COVID-19, inclusi dolori anormali, problemi cardiaci e renali, nausea e tosse.

Il giornale ha anche pubblicato richieste affinché il leader Kim Jong-un adotti la medicina Koryo. Altri resoconti dei media governativi hanno affermato che la produzione di Koryo è quadruplicata rispetto allo scorso anno, mentre un'enorme quantità di farmaci moderni è stata rapidamente consegnata alle istituzioni mediche locali, un'affermazione che non può essere verificata in modo indipendente.

Il sistema medico socialista nominalmente libero della Corea del Nord rimane allo sbando, con i disertori che attestano che devono acquistare le proprie medicine e pagare i medici per interventi chirurgici e altri trattamenti. Dicono che gli ospedali avanzati della Corea del Nord siano in gran parte concentrati nella capitale, Pyongyang, dove vivono l'élite dominante e i cittadini della classe superiore fedeli alla famiglia Kim.

Lee, 29 anni, che ha frequentato la scuola di medicina nella città nordcoreana di Hyesan, ha affermato che i medici di Koryo riutilizzano gli aghi per agopuntura dopo averli sterilizzati con alcol e che gli ospedali di solito addebitano ai pazienti l'uso dell'elettricità per una visita medica.

HK Yoon, un ex medico nordcoreano fuggito dal paese a metà del 2010, ha detto che il suo ospedale di livello medio nel nord-est non ha ambulanze o concentratore di ossigeno e ci sono solo da tre a quattro letti nel pronto soccorso. Ha detto di aver condiviso attrezzature chirurgiche con altri medici e il suo stipendio mensile era l'equivalente di 800 grammi (1,76 libbre) di riso.

"Mi duole il cuore quando ricordo la mancanza di attrezzature chirurgiche", ha detto Yoon, che ha chiesto che il suo nome fosse identificato solo dalle sue iniziali a causa dei problemi di sicurezza dei suoi parenti in Corea del Nord. "Quando i miei pazienti erano critici, volevo che gli interventi chirurgici fossero eseguiti rapidamente. Ma non potevo farlo perché l'attrezzatura chirurgica veniva utilizzata da qualcun altro ed ero preoccupata per quanto velocemente avrei potuto sterilizzarla e usarla".

Alcuni esperti in precedenza avevano previsto che l'epidemia di COVID-19 potrebbe causare gravi conseguenze in Corea del Nord perché la maggior parte dei suoi 26 milioni di residenti non è immunizzata e circa il 40% della sua popolazione è denutrita. Ora, ipotizzano che la Corea del Nord probabilmente sotto-riporterà il bilancio delle vittime per prevenire il danno politico di Kim Jong-un.

Lee, un ex studente di medicina nordcoreano, ha detto che le persone a Hyesan andavano negli ospedali solo se erano molto malate.

"Quando sono moderatamente malati, ricevono solo l'agopuntura o la medicina koryo a base di erbe. Si fidano della medicina Koryo ma non fanno molti soldi e la medicina Koryo è più economica della medicina occidentale", mi ha detto.

#North #Korea #pushes #traditional #medicine #fight #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.