‘When she spoke people listened’: UMKC leader, community activist Reaner Shannon dies

È morto Rainer Shannon, ex decano associato dell'Università del Missouri-Kansas City.
È morto Rainer Shannon, ex decano associato dell'Università del Missouri-Kansas City. famiglia Shannon

Nota del redattore: questa funzione fa parte di un focus settimanale di The Star che mira a evidenziare e ricordare le vite dei Black Kansas Citians che sono morti.

Rayner Shannon, insegnante, autore e filantropo, è stato sepolto giovedì. Il servizio è stato riempito non solo da familiari e amici, ma anche da molte persone le cui vite sono state influenzate dal lavoro di questo ex Decano Associato dell'UMKC.

Per le persone che la conoscevano, Shannon era l'incarnazione della grazia e della dignità in ogni situazione.

"Era una donna molto generosa e impegnata nella scuola e nella comunità di medicina dell'UMKC", afferma Martha Cockrell, CEO di Raytown Education. Cockrell ha servito insieme a Shannon nel Consiglio di fondazione della Fondazione dal 1999 e ricorderà sempre la presenza e il rispetto di Shannon. "Era un taccuino pacato ma strategico, e quando parlava le persone ascoltavano quello che aveva da dire".

Shannon, nativo di Kansas City che si diplomò alla Lincoln High School nel 1955, morì il 13 luglio all'età di 85 anni per complicazioni di salute.

La vita di Shannon è stata decorata con onorificenze, nomine e premi che dimostrano il suo impegno duraturo nel servizio all'interno della sua comunità. Viene assegnata alla Raytown Foundation, un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per sostenere le scuole lì. Inoltre, ha fatto parte del consiglio di amministrazione della Black Health Care Alliance e della Edgar Snow Foundation. Il suo amore per l'istruzione era anche ampiamente diretto verso la University of Missouri-Kansas City School of Medicine, dove ha conseguito il dottorato di ricerca e ha ricoperto il ruolo di presidente del Minority Recruitment and Retention Board, nonché del consiglio per la diversità della scuola fino al suo pensionamento nel 2008.

Reaner2.PNG
Rainer Shannon con suo marito, Henry Shannon, 62 anni famiglia Shannon

Ha iniziato la sua carriera come tecnologa medica presso il Kansas City General Hospital, per poi diventare professore associato presso l'Università della California, a Londra, e successivamente preside associato.

La collega e amica intima Sally Frederick, che conosce Shannon dagli anni '70, ricorderà sempre la spinta che Shannon ha mostrato nell'aiutare la prossima generazione di medici neri.

"La passione che ho visto in lei è sempre stata per l'istruzione. Ha lavorato duramente per ottenere la propria istruzione. Ha pagato per il suo percorso scolastico e conosceva il valore di un'istruzione", ha affermato Frederick, che era anche un membro del consiglio di fondazione di Raytown Anni di amicizia, Frederick non era a conoscenza fino alla morte di Shannon della portata del suo lavoro in molteplici aspetti della comunità nera.

Era molto modesta. Sono stato sopraffatto da tutti i premi, i documenti che ha pubblicato, il suo insegnamento e i ruoli che ha interpretato in ospedale. Era una donna appassionata ma riservata e generosa”.

Mentre molte persone piangono la perdita di un pilastro della comunità medica ed educativa nera, Frederick sente la perdita di uno dei suoi più vecchi amici.

"Mi mancherà come amica e mentore. Mi mancherà la sua umile presenza alle riunioni del consiglio. È stata una buona ascoltatrice e conversatrice e sembra voler sempre ascoltare la tua storia".

Per la figlia di Pamela Shannon, 59 anni, l'improvvisa perdita è ancora in corso.

Ci stiamo ancora riprendendo dallo shock. Siamo appesi lì. Mi mancherà di più l'amicizia. Non solo ho perso mia madre, ho perso la mia migliore amica. Abbiamo parlato tutti i giorni, a volte due o tre volte al giorno. Dice che la sua eredità e il suo esempio vivono in me. Si è trasferita dal Kentucky a Dallas 22 anni fa ed è tornata a pianificare il servizio funebre di sua madre. Lì, poteva vedere un altro lato della vita della donna che amava e rispettava così tanto.

"È stato un servizio bellissimo. È stata una celebrazione della vita che ha messo in evidenza i miei successi e i miei risultati in tutta Kansas City. Le persone che ho toccato e da cui sono stato toccato avranno sicuramente un 'vai avanti' lungimirante. Questo deve dare l'aiuto , guida e saggezza che hai dato loro”, come dici tu.

Sua figlia trova conforto nell'eredità lasciata da Shannon e nell'impatto che ha avuto sulla vita di molti professionisti sanitari neri a Kansas City. Per decenni, Shannon ha cercato continuamente di diffondere la consapevolezza delle disparità di salute delle persone di colore. Sua figlia dice che continuerà anche a svolgere il lavoro di sua madre a modo suo e si sforzerà di migliorare la qualità della vita all'interno della comunità nera.

"Ho detto a un'operatrice dei servizi che mia madre ha lasciato le sue impronte in tutta Kansas City. Mi hanno detto che l'ha fatto, ma ha anche lasciato delle impronte di pugno perché ha dovuto combattere per così tanti operatori sanitari per Black e la sua comunità".

Oltre a sua figlia, Shannon è sopravvissuta al marito Henry Shannon. i fratelli Millie Grace Morris, Kristen Bolshul, Maisie Miller, Gladys Burton, Esther Jackson e Billy Jones; Insieme a un gruppo di cugini, nipoti, nipoti e amici.

Altri ricordi

Qualls.jpg
Evry Jean Coles, un insegnante, è morto il 5 luglio. Aveva 71 anni. Reclami familiari

Avery Jean chiama

Evry Jean Coles, un insegnante, è morto il 5 luglio. Aveva 71 anni.

Qualls è nato il 15 dicembre 1950 da Heressie Singleton e Ivery L. Qualls a Minden, Louisiana. Conosciuta da coloro che la circondano come "Berry" o "Jean", la famiglia e gli amici ricordano Qualls come una persona compassionevole, tenera e di buon cuore. Trascorre gran parte della sua prima infanzia con la chiesa e cantando nel coro, un aspetto che l'avrebbe seguita fino all'età adulta con i suoi studi in teologia.

Era appassionata di calcio, basket e marmo. Fu una delle prime donne di colore a frequentare la Minden High School nell'autunno del 1966, aiutando a integrare la scuola. Ha conseguito il diploma di scuola superiore nel 1968. Crescere nel sud durante il Movimento per i diritti civili l'ha portata ad essere attivista per tutta la vita. Qualls avrebbe partecipato a molte marce, proteste ed eventi per i diritti civili durante la sua giovinezza nella sua comunità.

Si è trasferita a Kansas City nel 1978. Oltre ai suoi figli, Coles è stata madre adottiva e madre surrogata di molti dei bambini che vengono da lei. Secondo i suoi cari, ha sempre accolto le persone nella sua casa così come nel suo cuore.

Qualls continuerà ad essere un membro attivo del Miracle Temple Christian Center per più di 50 anni. Oltre al suo lavoro nel coro della chiesa, ha anche fondato il Coro dei Ministeri della Gioventù e ha ricoperto gli incarichi di annunciatrice e insegnante della Scuola Domenicale.

Ha conseguito una laurea in studi biblici nel 2002 prima di conseguire la laurea, il master e il dottorato in educazione cristiana.

Le sopravvivono i bambini Latonia Koles-Martin, Joanomansky Koals, Lashunda Koals e Donnell Johnson. due sorelle, Fanny Gaskins e Annie Fay Thomas; due fratelli, Larry Singleton ed Evry Jo Qualls; E un gruppo di nipoti, pronipoti, nipoti e nipoti di parenti e amici.

brendadavis.jpg
Brenda Davis è morta l'11 luglio all'età di 54 anni. famiglia Davis

Brenda Davis

Brenda Davis, mamma e supervisore del Marriott, è morta l'11 luglio all'età di 54 anni.

Davis è nato a Kansas City il 24 maggio 1968 da Kelly Roy Richard Sr e Willie Mae Wayne Bozeman. Dopo essersi diplomata alla Southeast High School nel 1986, ha insegnato giustizia penale al Penn Valley Community College per due anni. Davis inizierà la sua carriera in un centro di detenzione minorile aiutando i giovani in difficoltà nella metropolitana di KC.

Si è trasferita a Mapleville, in Arkansas, per 10 anni ed è tornata a Kansas City nel 2010 e ha iniziato la sua carriera al Marriott.

Gli amici la ricorderanno come una persona attiva che ama lo sport, la pesca, il canto, la danza e i viaggi. Soprattutto, Davis amava stare con la sua famiglia e i suoi cari.

Davis lascia due figlie, Janita Ammons e Brittany Davis. i fratelli Doris Abdullah, Sharon Bozeman Brown, Thomas Bozeman, Sunita Staker, Kelly Richard Jr., Jeffrey Richard; cognata Juanita Bozeman; 10 nipoti, molti nipoti e nipoti. Partner di Robert Principal, Jr. E tanti amici per la vita.

Storie correlate da Kansas City Star

GM Banks è una Star Identity and Culture Reporter. È cresciuto nell'area di Kansas City e ha lavorato per vari media della comunità come The Pitch KC e Urban Alchemy Podcast.

#spoke #people #listened #UMKC #leader #community #activist #Reaner #Shannon #dies

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.