The world is ‘losing the window’ to contain monkeypox, experts warn

Presto potrebbe essere troppo tardi per porre fine all'epidemia globale di vaiolo delle scimmie.

"Stiamo perdendo la finestra in modo da poter contenere questo focolaio", ha detto il 21 luglio Bogoma Titanji, medico di malattie infettive e virologo presso la Emory University di Atlanta, durante un simposio sponsorizzato dal Belfer Center for Science and International Affairs della Harvard Kennedy School.

Un focolaio globale di vaiolo delle scimmie ha infettato più di 15.700 persone dall'inizio di maggio, secondo Global.health (SN: 26/5/22). Più di 2.800 casi sono stati segnalati negli Stati Uniti a partire dal 22 luglio, secondo un rapporto dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. I commenti di Titange sono arrivati ​​mentre l'Organizzazione Mondiale della Sanità stava ancora una volta esaminando se l'epidemia costituisse un'emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale, il più alto allarme dell'organizzazione.

Il vaiolo delle scimmie ha causato focolai della malattia per decenni in alcune parti dell'Africa, ha detto Anne Rimoen, un'epidemiologa della Wilding School of Public Health dell'UCLA, in un simposio di Harvard. Ma il virus “è stato trascurato dalla comunità sanitaria globale”. Remoen ha affermato che il virus del vaiolo delle scimmie "ci ha fornito segnali di avvertimento" per anni in Congo, Nigeria e altre parti dell'Africa occidentale, ma non è stato notato fino a quando non ha recentemente iniziato a causare casi al di fuori del continente.

Titangi ha affermato che non vi è stato alcuno sforzo globale coordinato per contenere il virus associato al vaiolo. Ogni paese è lasciato a stabilire le proprie politiche.

Ciò ha portato a disparità. I paesi con risorse adeguate hanno accesso a test, vaccini e medicinali, che possono aiutare a ridurre la diffusione del virus o la gravità della malattia. I paesi poveri di risorse spesso non hanno questo accesso, lasciando loro una capacità limitata di tracciare o controllare il virus. La continua diffusione del vaiolo delle scimmie nei paesi poveri di risorse potrebbe lasciare luoghi che sono riusciti a contenere un focolaio iniziale vulnerabili alla reintroduzione, ha affermato al simposio Jay K. Pharma, direttore del Cornell Center for Epidemic Prevention and Response a New York City.

Anche per le nazioni più ricche, contenere l'epidemia è una sfida. Le domande abbondano su come viene trasmesso il virus e se i vaccini e le cure - quando le persone possono ottenerli - possono fermarne la diffusione. Anche la diagnosi della malattia può essere difficile, poiché i test sono spesso difficili da ottenere e le diagnosi mancate possono potenzialmente portare a più casi.

La stragrande maggioranza dei casi di vaiolo delle scimmie nell'epidemia globale riguardava uomini che hanno rapporti sessuali con uomini. Delle 528 persone a cui è stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie in 16 paesi, i ricercatori hanno riferito che il 21 luglio, il 98% è stato identificato come uomini gay o bisessuali. Giornale di medicina del New England.

In alcuni paesi in cui la malattia è dilagante, "gli uomini gay sono criminalizzati", ha affermato Kay Kupferschmidt, giornalista di Scienze rivista ha detto durante il simposio. In quei paesi, "le persone non possono accedere a buone informazioni per evitare di essere infettati e non possono accedere all'assistenza sanitaria se vengono infettati. In questi paesi, diventa davvero difficile persino vedere il problema".

I medici possono anche perdere casi di vaiolo delle scimmie a causa della presentazione insolita della malattia in questo focolaio, rispetto ai focolai precedenti. Ad esempio, nel NEJM Nello studio, solo un quarto dei pazienti presentava lesioni da vaiolo delle scimmie sul viso e solo il 10% aveva piaghe sui palmi delle mani o sulla pianta dei piedi. Queste parti del corpo sono state tra le più colpite in altri focolai.

Invece, il 73% delle persone nello studio aveva lesioni nell'area anale e genitale e il 55% sul tronco, braccia o gambe. Alcune persone hanno anche lesioni alla bocca e alla gola. La maggior parte delle persone nello studio aveva meno di 10 lesioni, con 54 che avevano solo una lesione sui genitali, rendendo possibile e persino facile confondere l'herpes o la sifilide.

Settanta persone nello studio sono state ricoverate in ospedale. Di questi, 21 sono stati ricoverati in ospedale con dolore, spesso forte dolore rettale. Altri hanno avuto lesioni agli occhi, danni ai reni, infiammazioni cardiache o gola gonfia che impedisce loro di assumere liquidi.

Queste complicazioni sono coerenti con ciò che stanno vedendo i funzionari sanitari negli Stati Uniti. Mary Foot, MD, direttore medico del Dipartimento della salute e della salute mentale di New York City, ha dichiarato il 14 luglio in una conferenza stampa sponsorizzata dalla Infectious Diseases Society of America.

Molte persone con questa infezione hanno già questa infezione e alcune potrebbero essere a rischio di danni permanenti e cicatrici. "Vediamo molte persone con sintomi così gravi che non sono in grado di andare in bagno, urinare o mangiare senza un dolore lancinante", ha detto Foote.

Anche un piccolo numero di donne e bambini ha contratto il vaiolo delle scimmie durante l'epidemia. Rochelle Wallinsky, direttrice del CDC, ha dichiarato il 22 luglio in un'intervista a Washington Post. Ha aggiunto che entrambi i bambini hanno avuto contatti sociali con uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.

I ricercatori hanno riferito il 21 luglio che un bambino nei Paesi Bassi che non aveva avuto contatti con nessuno che avesse il virus ha anche contratto il vaiolo delle scimmie. orologio europeo. Il suo caso solleva la possibilità che il vaiolo delle scimmie possa diffondersi inosservato su scala più ampia nelle società di quanto immaginasse.

"Non credo sia sorprendente che a volte vedremo casi di persone che non sono gay, bisessuali o altri MSM", ha affermato Jennifer McQuiston, vicedirettore della Divisione di Patogenesi e Patologia del CDC presso il CDC il 22 luglio Durante una conferenza stampa alla Casa Bianca, i social network che abbiamo come esseri umani significano che siamo in contatto con molte persone diverse.

Il modo esatto in cui un bambino nei Paesi Bassi viene infettato è una questione di speculazione. Il vaiolo delle scimmie di solito si diffonde tra le persone attraverso lo stretto contatto con le persone infette o gli indumenti, la biancheria da letto o gli asciugamani usati dalle persone infette. Il test del DNA virale ha mostrato che il ragazzo non era collegato a nessuno dei casi noti nei Paesi Bassi. Si è recato in Turchia a giugno e potrebbe essere stato infettato lì o durante il viaggio.

Il ragazzo ha livelli molto bassi di anticorpi IgA, che pattugliano le mucose e aiutano a prevenire l'infezione lì. Bassi livelli di anticorpi possono renderlo suscettibile alle infezioni respiratorie. Le persone possono contrarre il vaiolo delle scimmie attraverso le goccioline rilasciate dalle persone infette durante le interazioni dirette faccia a faccia, come conversazioni ravvicinate o baci, o durante le visite mediche. Kupverschmidt ha affermato che i modelli di infezione indicano chiaramente che il vaiolo delle scimmie non è disperso nell'aria come fanno il COVID-19 o altri virus respiratori.

I dettagli sulla diffusione del vaiolo delle scimmie sono ancora sconosciuti. Ad esempio, i ricercatori non sanno se il virus può essere trasmesso attraverso lo sperma come malattia a trasmissione sessuale. I ricercatori hanno trovato prove di DNA virale nello sperma, nella saliva, nelle urine e nelle feci, ma questo potrebbe essere solo un residuo inattivo del virus. Finora, nessun ricercatore ha riferito di aver trovato un virus infettivo nei fluidi corporei genitali che possono essere scambiati durante il sesso. Inoltre, non è noto se l'infezione attraverso le membrane mucose durante il contatto sessuale prevenga l'infezione con il virus in seguito, ha detto Remoen.

Titanji ha affermato che gli scienziati si stanno chiedendo se il virus del vaiolo delle scimmie sia cambiato o se abbia semplicemente trovato una rete socio-sessuale specializzata tra uomini gay e bisessuali che potrebbe consentire al virus di diffondersi in modo più efficiente. Ha affermato che potrebbero esserci diversi modelli di trasmissione nei paesi storicamente colpiti e nei paesi recentemente colpiti che richiederebbero strategie diverse per arginare la diffusione.

I ricercatori devono anche fare buoni studi per vedere come funzionano bene i vaccini e le cure e in quali condizioni, ha detto Remoen.

Ha detto che una cosa è chiara. "Stiamo dando a questa stanza dei virus di funzionare come mai prima d'ora." Ha detto che le persone hanno superato la responsabilità, lasciando ad altri il compito di risolvere il problema del vaiolo delle scimmie. Ma ora, "il problema di tutti è risolto".

#world #losing #window #monkeypox #experts #warn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.