Ranking Antithrombotic Regimens After Transcatheter Aortic Valve Implantation

Sulla base di una meta-analisi di rete di studi randomizzati e controllati, Yijun Ke e colleghi concludono che la terapia antiaggregante singola (SAPT) dovrebbe essere la strategia anticoagulante preferita dopo l'intervento chirurgico di impianto transcatetere della valvola aortica (TAVI), purché non vi siano indicazioni per gli anticoagulanti orali . (OAC) o doppia terapia antipiastrinica (DAPT). I loro risultati sono stati pubblicati in Giornale internazionale di cardiologia.

Lo studio ha incluso sei studi randomizzati controllati con un totale di 2.824 pazienti sottoposti a TAVI. Le misure primarie dello studio erano mortalità per tutte le cause, ictus, infarto del miocardio, tutti gli episodi emorragici ed eventi emorragici gravi potenzialmente letali. Le strategie anticoagulanti sono state classificate in base alla superficie sotto le curve di classificazione cumulativa (SUCRA).

Secondo il rapporto, la DAPT era significativamente più alta del rischio di sanguinamento (rischio relativo [RR] 2.03 [1.34-2.64]e grave emorragia pericolosa per la vita (RR: 2,03.) [1.27-3.24]) rispetto a SAPT; Tuttavia, non ci sono state differenze significative nel rischio di mortalità per tutte le cause (RR 1,01.). [0.61-1.68)] tra le due strategie. In particolare, OAC più SAPT (OACSAPT) è stato associato a tassi significativamente più elevati di tutti gli eventi emorragici pericolosi per la vita o eventi emorragici maggiori rispetto a SAPT (RR 3,46). [2.23-5.36]; RR 2.86 [1.50-5.45]).

Inoltre, OACSAPT comportava un rischio significativamente più elevato di mortalità per tutte le cause (RR 1.72.2) [1.14-2.59]), e tutti i casi di sanguinamento (RR 1.84.2) [1.38-2.44]) rispetto alla DAPT, sebbene non vi fosse alcuna differenza significativa tra i due per quanto riguarda il rischio di eventi emorragici maggiori o pericolosi per la vita (RR 1,41). [0.89-2.23]). In particolare, l'OACSAPT comportava i rischi più elevati di mortalità per tutte le cause (SUCRA 3,5%) e gravi emorragie pericolose per la vita (SUCRA 2,3%). Infine, SAPT sembra essere superiore a DAPT per mortalità per tutte le cause (SUCRA 76,7% contro 69,8%) e ictus (SUCRA 69,6% contro 59,7%).

In sintesi, gli autori notano che con l'eccezione dell'OACSAPT che ha tassi di mortalità per tutte le cause più elevati rispetto alla DAPT, le diverse strategie anticoagulanti hanno tassi di mortalità per tutte le cause comparabili, ictus e infarto del miocardio. Inoltre, hanno notato, "l'applicazione di OACSAPT era il peggiore di tutti i regimi anticoagulanti e dovrebbe essere evitata a causa dell'aumento del rischio di mortalità e sanguinamento per tutte le cause".

#Ranking #Antithrombotic #Regimens #Transcatheter #Aortic #Valve #Implantation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.