Paragonix SherpaPak Cardiac Transport System Heart Transplant and Improved 1-Year Survival

Uno studio ha rilevato che i pazienti che hanno subito un trapianto di cuore utilizzando il sistema di trasfusione cardiaca Paragonix SherpaPak (SHRP) tendevano ad avere una sopravvivenza a un anno migliorata rispetto ai pazienti che hanno ricevuto metodi di trapianto convenzionali. Questi risultati sono stati pubblicati in Diario del trapianto di cuore e polmone.

I dati per questo studio sono stati ottenuti dal Global Use and Registration Database to Improve HeArt Preservation (GUARDIAN; ClinicalTrials.gov ID: NCT04141605). Il database GUARDIAN è un registro multiistituzionale retrospettivo che raccoglie dati da 11 centri di trapianto cardiaco negli Stati Uniti.

Secondo il Dr. Andreas Zuckermann, GUARDIAN European Principal Investigator, Direttore dei Trapianti di Cuore e Professore Associato di Chirurgia Medica all'Università di Vienna, “La mancanza di ricerca sui metodi di conservazione durante la chirurgia dei trapianti, in particolare il trapianto di cuore, ha portato un gruppo di ricercatori che la pensano allo stesso modo a lavorare insieme Nella creazione del GUARDIAN-Heart Registry nel 2019. Usando Paragonix SherpaPak in un confronto diretto del metodo Ice Transfer standard per la cura, possiamo vedere dai primi risultati una tendenza a ridurre la disfunzione primaria dell'innesto e alcuni effetti positivi negli esiti post-trapianto, utilizzando la preservazione d'organo Advanced con SherpaPak. Con ogni analisi aggiuntiva eseguiamo, compresi i risultati davvero notevoli, presentati dalla dott.ssa Marzia Lecci all'ISHLT 2022, che evidenziano non solo le riduzioni statistiche di gravi pre- diagnosi genetica del trapianto, necessità di supporto circolatorio meccanico post-trapianto, ma con un aumento dell'8,7% in 1 anno di vita, le prove continuano a crescere indicando un significativo effetto clinico positivo utilizzando la conservazione avanzata degli organi.


Continua a leggere

In questo studio, sono stati valutati i risultati di sopravvivenza a 1 anno tra i pazienti (N = 383) che hanno ricevuto SHRP o trapianto convenzionale tra il 2015 e il 2021. I pazienti hanno ricevuto trapianto di cuore utilizzando SHRP (n = 227) o metodi convenzionali (n = 227). = 156). I gruppi di pazienti erano ben bilanciati, tranne per il fatto che un minor numero di pazienti nel gruppo SHRP ha ricevuto un dispositivo di assistenza ventricolare sinistra impiantabile (35,2% contro 55,1%; S < .001), un numero maggiore di pazienti ha ricevuto una pompa aortica temporanea prima del trapianto (29,6% vs 13,0%; S <.001) e ossigenazione extracorporea della membrana prima del trapianto (17,2% vs 7,8%; S = .01), avevano distanze maggiori dall'organo donatore (media, 463 vs 274 miglia; S < .001) e tempi di ischemia più lunghi (media 217 vs 195 min; S <.001).

Il gruppo SHRP tendeva ad aumentare di 30 giorni (97,8% vs 95,5%; S = .22) e 1 anno (91,1% vs 86,0%; S = .21) Sopravvivi.

Inoltre, SHRP è associato a una disfunzione grave dell'innesto significativamente ridotta (5,3% contro 13,0%; S = .01) e una tendenza a diminuire lo stato EMO dopo il trapianto (8,8% contro 14,7%; S = 0,07).

Il limite principale di questo studio era il disegno retrospettivo.

Questo studio ha rilevato che, nonostante i fattori di rischio preoperatori, il trapianto cardiaco con SHRP era associato a un tasso di mortalità numericamente inferiore fino a 1 anno dopo il trapianto rispetto ai pazienti che hanno ricevuto il trapianto con metodi convenzionali. Queste tendenze sono state osservate anche se i pazienti che hanno ricevuto impianti SHRP avevano fattori di rischio più noti, come un supporto più grave.

"Il potenziale impatto di questa ricerca sugli esiti clinici e sulla vita del paziente non può essere sottovalutato. La nostra analisi di sopravvivenza a 1 anno GUARDIAN-Heart... all'incontro annuale ISHLT 2022 ha mostrato una chiara tendenza all'aumento della sopravvivenza a 1 anno per i trapianti di cuore. Utilizzando il Paragonix SherpaPak, che è solo una delle tante analisi cliniche che stiamo esaminando in questo momento con più di 1.100 pazienti arruolati tra trapianto cardiaco e MCS, ha affermato la dott.ssa Marzia Lecce, Richard DeVos Chair for Heart Transplantation and MCS, Director of Surgery presso Spectrum Health, MI. Heart Transplant, questo registro unico ha fornito informazioni eccezionali su come i centri di trapianto possono migliorare efficacemente i metodi di conservazione degli organi a beneficio di tutti i pazienti".

riferimento

Liachi M, Philpott J, Fam S, et al. Analisi multicentrica statunitense del database GUARDIAN Enhanced Cardiac Preservation and Preservation Global Registry: analisi di sopravvivenza dell'impianto a 1 anno. Trapianto di polmone del cuore J. Pubblicato online il 7 aprile 2022. doi: 10.1016 / j.healun.2022.01.067

#Paragonix #SherpaPak #Cardiac #Transport #System #Heart #Transplant #Improved #1Year #Survival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.