Collaboration will advance cardiac health through AI | Cornell Chronicle

L'impiego dell'IA per migliorare i risultati per le persone con malattie cardiovascolari è al centro di una collaborazione triennale da 15 milioni di dollari tra Cornell Tech, Cornell N. S. Powers College of Computing and Information Sciences (Cornell Powers CIS) e New York-Presbyterian, con i medici dalle scuole di medicina affiliate Her Weill Cornell Medicine e dal Vagelos College of Physicians and Surgeons presso la Columbia University (Columbia University VP&S).

L'iniziativa AI Cardiovascular AI, che sarà finanziata da NewYork-Presbyterian, è stata lanciata quest'estate in un incontro virtuale di circa 40 rappresentanti delle istituzioni.

"L'intelligenza artificiale è pronta a trasformare radicalmente i risultati sanitari cardiovascolari fornendo ai medici modelli migliori per diagnosticare e prevedere il rischio di malattie cardiache", ha affermato Kavita Bala, professore di informatica e preside della Cornell Powers University nella CSI. "Questa collaborazione unica tra gli esperti leader mondiali di Cornell in apprendimento automatico e intelligenza artificiale, cardiologi e illustri medici di NewYork-Presbyterian, Weill Cornell Medicine e Columbia, guiderà questa prossima ondata di innovazione per ottenere un impatto duraturo sul sistema cardiovascolare assistenza sanitaria."

"NewYork-Presbyterian è lieta di collaborare con Cornell Tech e Cornell Bowers CIS per sfruttare la tecnologia avanzata e sviluppare approfondimenti sulla previsione e la prevenzione delle malattie cardiache a beneficio dei nostri pazienti", ha affermato il Dr. Stephen J. Corwin, Presidente e CEO. Ufficiale presbiteriano di New York. "Insieme ai nostri medici di livello mondiale del Weill Cornell Medical College e della Columbia, possiamo trasformare il modo in cui viene fornita l'assistenza sanitaria".

Questa collaborazione mira a migliorare il trattamento dell'insufficienza cardiaca, nonché la previsione e la prevenzione dell'insufficienza cardiaca. I ricercatori di Cornell Tech e Cornell Bowers CIS, insieme ai medici di Weill Cornell Medicine e VP&S della Columbia University, utilizzeranno l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico per esaminare i dati di NewYork-Presbyterian nel tentativo di scoprire modelli che aiuteranno i medici a prevedere chi svilupperà insufficienza cardiaca, prendere decisioni informate Cure e trattamenti personalizzati per i loro pazienti.

"L'intelligenza artificiale e la tecnologia stanno cambiando la nostra società e il modo in cui pratichiamo la medicina", ha affermato il dottor Nir Orel, direttore dell'insufficienza cardiaca avanzata e dei trapianti cardiaci presso NewYork-Presbyterian, assistente professore di medicina presso la divisione di cardiologia di Greenberg presso Weill Cornell . Medicina e Professore di Medicina presso il Dipartimento di Cardiologia della Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons. "Non vediamo l'ora di costruire un ponte verso il futuro della medicina e di utilizzare una tecnologia avanzata per fornire strumenti per migliorare l'assistenza ai nostri pazienti con insufficienza cardiaca".

L'iniziativa Cardiovascular AI svilupperà tecniche avanzate di apprendimento automatico per apprendere e rilevare le interazioni su un'ampia gamma di segnali cardiaci, con l'obiettivo di fornire una migliore accuratezza di riconoscimento per l'insufficienza cardiaca ed espandere lo stato di cura oltre il processo decisionale attuale, standardizzato e clinico. Grammatica. Utilizzerà anche tecniche di intelligenza artificiale per analizzare dati grezzi da serie temporali (EKG) e dati di imaging.

Deborah Estrin, MD, professore di informatica presso Robert presso Tishman '37, preside associato per l'impatto presso Cornell Tech e professore di scienze della salute della popolazione presso Weill Cornell Medicine. "Siamo entusiasti dell'opportunità di collaborare con i principali cardiologi per sviluppare le ultime tecnologie nella cura dell'insufficienza cardiaca e di altre condizioni cardiovascolari difficili".

Ricercatori e medici si aspettano che i dati aiuteranno a rispondere a domande sulla previsione, diagnosi, prognosi, rischi e trattamento dello scompenso cardiaco e guideranno i medici nel prendere decisioni sui trapianti di cuore e sui dispositivi di assistenza ventricolare sinistra (pompe per pazienti che hanno raggiunto lo stadio terminale arresto cardiaco).

La ricerca futura affronterà l'importante compito dell'insufficienza cardiaca e della previsione della malattia, per facilitare l'intervento precoce per le persone ad alto rischio di sviluppare insufficienza cardiaca e per anticipare la progressione e gli eventi avversi. In definitiva, ciò può includere anche l'informazione delle decisioni terapeutiche specifiche che è più probabile che funzionino per gli individui.

Nel lanciare l'iniziativa, Bala ha parlato dell'iniziativa di Cornell per una collaborazione radicale nell'intelligenza artificiale e delle aree chiave in cui vede l'IA, una disciplina in cui Cornell si colloca ai vertici delle università americane, giocare un ruolo chiave in futuro.

Ha detto: "Abbiamo identificato la salute e la medicina come una delle aree chiave di impatto di Cornell nell'IA, quindi i tempi per questa collaborazione non potrebbero essere più ideali. Siamo entusiasti di questa partnership perché consideriamo l'alto rischio, gratificante, e impatto a lungo termine in questo settore".

#Collaboration #advance #cardiac #health #Cornell #Chronicle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.