Two Alaska families file federal lawsuit against embattled child abuse doctor, Providence alleging child abuse misdiagnoses

Due famiglie in Alaska, che hanno perso la custodia dei loro figli dopo quella che hanno detto essere una diagnosi errata di abuso da parte del miglior ex medico dello stato per abuso, hanno citato in giudizio la dott.ssa Barbara Knox, la sua ex supervisore e il Providence Alaska Medical Center presso la corte federale.

La causa, presentata venerdì, è l'ultimo sviluppo nel breve ma disastroso mandato di Knox come presidente di Alaska Cares, una clinica multidisciplinare supportata dallo stato gestita dal Providence Alaska Medical Center che si occupa di segnalazioni di abusi sui minori in tutto lo stato.

Il Providence Alaska Medical Center non ha fornito una risposta alla denuncia in tribunale.

L'ospedale "non è in grado di fornire informazioni su contenziosi pendenti. Inoltre, ai sensi delle leggi federali e statali sulla privacy dei pazienti e per rispetto dei nostri pazienti e familiari, la Provvidenza non è in grado di discutere i dettagli relativi alla cura dei pazienti", ha affermato mercoledì il portavoce Michal Canfield.

Knox non ha risposto immediatamente a un'e-mail di richiesta di commento.

Knox, un medico per abusi sui minori di fama nazionale, è diventato il direttore medico di Alaska Cares nell'autunno del 2019. Di recente ha preso un congedo da una posizione presso l'Università del Wisconsin dove la scuola di medicina ha indagato su accuse di bullismo e diagnosi errate.

Durante il suo incarico presso Alaska Cares, i dipendenti e le famiglie hanno presto segnalato lamentele simili di comportamento aggressivo ed errori diagnostici. Entro l'autunno del 2021, il personale medico della clinica si era dimesso completamente e la Provvidenza ha affermato che stava indagando sull'ambiente di lavoro presso Alaska Cares.

Nel frattempo, Wisconsin Watch, una redazione investigativa senza scopo di lucro, ha trovato dozzine di casi in cui le diagnosi Knox di abusi sui minori sono state negate da funzionari del tribunale, operatori di assistenza all'infanzia e altri professionisti medici.

A gennaio, la Knox ha annunciato che si sarebbe dimessa pochi giorni dopo che il Daily News e Wisconsin Watch avevano pubblicato una storia su Emily e Justin Aker, una famiglia di militari dell'area di Fairbanks che ha affermato che Knox aveva diagnosticato erroneamente la lesione cerebrale della figlia appena nata come abuso, il che li ha portati a perdere la custodia. . per quasi un anno.

[An Alaska military couple says an erroneous child abuse diagnosis led to their children being taken away. Now they want to tell their story.]

Emily e Justin Aker sono tra i querelanti nella causa federale intentata la scorsa settimana. La seconda famiglia è una coppia Sitka, John e Jane Doe nominati nella denuncia, che hanno perso la custodia del figlio neonato dopo che la Knox gli ha diagnosticato un abuso.

Entrambe le famiglie affermano che le lesioni attribuite agli abusi sui minori da parte della Knox sono state in realtà il risultato di gravidanze difficili e parti traumatici.

La Knox ha condotto esami "inappropriati, incompleti e gravemente difettosi" dei due bambini citati nel caso e una revisione del lavoro del medico "ha concluso che alcune delle diagnosi di abuso di suo figlio non hanno soddisfatto gli standard di cura", secondo la denuncia.

Nel caso di Akers, la figlia e il figlio sono stati in custodia statale per 11 mesi. I due figli della famiglia Sitka sono fuori custodia da più di cinque mesi ed entrambi i genitori sono stati accusati di aggressione. Queste accuse penali sembrano essere state respinte o non sono visibili nei registri dei tribunali statali.

L'avvocato dei querelanti è Mike Kramer, un avvocato di Fairbanks specializzato in contenziosi contro le agenzie governative.

La denuncia sostiene che Alaska Cares sapeva che Knox non aveva segnalato un "modello di diagnosi errata" all'Alaska Medical Board. Afferma inoltre che il sistema ospedaliero ha raggiunto "compromessi" e "accordi di riservatezza garantiti" con ex dipendenti che hanno lasciato a causa della Knox. Afferma che Alaska Cares ha esaminato il lavoro di Knox e "ha stabilito che alcune delle sue diagnosi di abusi sui minori non hanno soddisfatto gli standard di cura".

La causa ha anche nominato Bryant Skinner, un ex supervisore della Knox a Providence, come imputato, dicendo di averla supervisionata negligentemente e di non aver affrontato dozzine di lamentele sul suo comportamento.

Il Providence Alaska Medical Center non ha rilasciato informazioni sull'indagine sul posto di lavoro Knox, né commenta le accuse di assistenza ai pazienti.

Dopo aver lasciato l'Alaska questa primavera, Knox è stato nominato professore di pediatria presso l'Università della Florida a Jacksonville.

• • •

#Alaska #families #file #federal #lawsuit #embattled #child #abuse #doctor #Providence #alleging #child #abuse #misdiagnoses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.