Peloton to halt in-house production of exercise bikes in latest U-turn

Peloton sta terminando la produzione interna delle cyclette che hanno guadagnato alla società di fitness connessa un seguito fanatico, nell'ultimo ripensamento strategico per perseguire una brusca inversione delle sue fortune finanziarie.

Il gruppo con sede a New York ha dichiarato che sospenderà le operazioni presso la Tonic Fitness Technology, l'impianto di produzione taiwanese che ha acquisito per circa 45 milioni di dollari in meno rispetto a tre anni fa. Rexon Industrial, un'altra azienda taiwanese con cui ho lavorato per diversi anni, diventerà il principale produttore di biciclette e tapis roulant Peloton.

Barry McCarthy, l'ex CEO di Netflix e Spotify, Peloton che è stato nominato CEO a febbraio, ha descritto la mossa come una progressione naturale nella strategia di semplificazione della catena di approvvigionamento dell'azienda e si è concentrata su software e contenuti piuttosto che sull'hardware, mentre cercava di aumentare i profitti margini. .

"Riteniamo che questo, insieme ad altre iniziative, ci consentirà di continuare a ridurre l'onere di cassa per le imprese e aumentare la nostra resilienza", ha aggiunto.

A maggio, Peloton ha dichiarato di aver concluso il suo terzo trimestre fiscale con soli 879 milioni di dollari in contanti e mezzi equivalenti illimitati, con McCarthy che ha riconosciuto che il deflusso di cassa ha lasciato la società "sottocapitalizzata" per una società delle sue dimensioni.

Da allora ha raccolto $ 750 milioni di nuovi debiti da istituti di credito tra cui Blackstone e Apollo, poiché McCarthy tenta di tagliare $ 800 milioni di costi annuali entro il 2024. Ma il suo titolo è sceso a meno di $ 9 per azione, abbassando la valutazione del titolo a $ 3 miliardi da un picco di quasi 50 miliardi di dollari alla fine del 2020, quando gli investitori speravano che l'aumento del desiderio di allenarsi a casa continuasse a causa della pandemia.

Quando Peloton ha preso il controllo di Tonic poco dopo che è diventata pubblica nel 2019, ha offerto l'acquisizione come un modo per ottenere il controllo della sua catena di approvvigionamento in un momento in cui il co-fondatore John Foley perseguiva ambiziosi obiettivi di crescita e diceva al suo consiglio di amministrazione che l'azienda poteva . Un giorno varrà 1 trilione di dollari.

Nel 2021, Foley ha posto le basi per un impianto di produzione da 400 milioni di dollari in Ohio, affermando che la produzione statunitense ne accelererebbe la crescita e "ci permetterebbe di dormire meglio" di fronte alle preoccupazioni sui rischi di una guerra su Taiwan. Da allora ho abbandonato il sito.

Andy Rendich, chief supply chain officer di Peloton, ha dichiarato in una dichiarazione che Rexon è stato un "partner certificato per le nostre operazioni globali", aggiungendo che oltre 100 dipendenti Peloton a Taiwan "continueranno a svolgere un ruolo chiave nella nostra strategia di ingegneria e produzione ."

#Peloton #halt #inhouse #production #exercise #bikes #latest #Uturn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.