Youth Metabolic Syndrome Stable Across 20 Years

Mentre il tasso di sindrome metabolica negli adolescenti è rimasto abbastanza costante negli ultimi due decenni, lo stesso non si può dire per alcune misure che portano al rischio cardiovascolare in età avanzata.

Secondo il National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), il tasso di sindrome metabolica è rimasto stabile a circa il 4,36% dal 1999 al 2018, mentre la prevalenza della circonferenza vita alta è aumentata (dal 12,4% al 17,6%) e la glicemia è aumentata . Inoltre (dal 10,7% al 23,7%), secondo Junxiu Liu, PhD, epidemiologo dell'Icahn College of Medicine al Mount Sinai di New York City e coautori.

La buona notizia è stata la minore prevalenza di pressione alta (dal 4,8% nel 1999 al 3,7% nel 2018), trigliceridi alti (dal 9,9% al 5,9%) e basso colesterolo HDL (dal 28,4% al 19,6%) tra gli adolescenti. Anni. Anni, gli investigatori hanno mostrato in una lettera di ricerca in Pediatria gamma.

"Negli Stati Uniti, più di un terzo degli adulti ha la sindrome metabolica", hanno scritto Liu e colleghi. "Tuttavia, i dati sono limitati tra i giovani adulti". "L'esame delle tendenze nella prevalenza della sindrome metabolica e delle sue sottocomponenti tra i giovani adulti in generale e i sottogruppi potrebbe guidare le strategie di prevenzione, in particolare quelle a rischio di malattie cardiovascolari precoci".

In particolare, il set di dati NHANES era limitato dalla mancanza di informazioni sui giovani adulti di età inferiore ai 12 anni.

Uno studio svedese del 2018 ha rilevato che più di un quarto dei bambini più piccoli soddisfaceva uno dei criteri per la sindrome metabolica a un livello che richiedeva un intervento medico.

Liu e colleghi hanno riferito che i tassi di sindrome metabolica erano più alti tra i giovani messicani americani al 7,70%. Altre popolazioni con i tassi più alti di sindrome metabolica sono i giovani con elevata insicurezza alimentare al 6,99%, i giovani con un rapporto povertà/reddito inferiore a 1,30 al 4,99%, i giovani con genitori con istruzione inferiore al livello di scuola superiore al 6,53%, i giovani sono obesi del 20,09%.

Pertanto, i risultati evidenziano diversi fattori ambientali che influenzano la prevalenza della sindrome metabolica nei giovani adulti che dovrebbero essere affrontati.

"I risultati suggeriscono che gli interventi per prevenire la sindrome metabolica giovanile e ridurre le disparità dovrebbero affrontare l'obesità centrale, il controllo glicemico e i determinanti sociali della salute", hanno scritto Liu e coautori.

Per questo studio sono stati analizzati i dati di 10 cicli di NHANES. Il gruppo di Liu comprendeva 6.289 adolescenti con un'età media di 15,5 anni, il 51,6% dei quali erano maschi.

Liu e colleghi hanno riconosciuto che i limiti dello studio includono la mancanza di misurazioni frequenti dei biomarcatori del sangue e l'incapacità degli autori di tenere conto dei cambiamenti stagionali.

Divulgazioni

Questo studio ha ricevuto finanziamenti dal Beijing Hospital Authority Youth Program.

Liu non ha avuto rivelazioni. Un autore dello studio ha riferito di aver ricevuto un compenso personale da Health Mentor.

#Youth #Metabolic #Syndrome #Stable #Years

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.