You Probably Aren’t Eating As Healthy as You Think

Dei 9.500 partecipanti intervistati, quasi l'85% ha valutato in modo impreciso la qualità della propria dieta.

Un nuovo studio mostra che gli adulti americani spesso sopravvalutano la qualità della loro dieta

La tua dieta è sana? Sembra una domanda facile, ma secondo recenti ricerche è una domanda a cui la maggior parte degli americani non riesce a rispondere correttamente.

"Abbiamo scoperto che solo una piccola percentuale di adulti negli Stati Uniti può valutare con precisione la salute della propria dieta e, cosa interessante, coloro che percepiscono la propria dieta come povera sono spesso quelli che possono valutare accuratamente la propria dieta", ha affermato Jessica Thompson , dottorato di ricerca. , un epidemiologo ricercatore presso il Dipartimento sudorientale dell'agricoltura del Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti, autore principale dello studio. Inoltre, la maggior parte degli adulti esagera la qualità della propria dieta, a volte in misura significativa.

Thompson ha presentato i risultati a NUTRITION 2022 LIVE ONLINE, il principale incontro annuale dell'American Dietetic Association tenutosi dal 14 al 16 giugno.

Grafico della qualità della dieta media

La qualità media della dieta che il ricercatore ha valutato (con 100 è il punteggio più alto possibile) tra i gruppi di partecipanti che hanno valutato accuratamente la qualità della loro dieta. Per i partecipanti che hanno valutato accuratamente quanto fosse sana la loro dieta, i punteggi di qualità della dieta sono aumentati poiché la percezione della dieta da parte dei partecipanti è aumentata da scarsa a eccellente rispetto alla qualità complessiva della dieta (indice di un'alimentazione sana totale). [HEI] risultato) e per verdure, frutta, sodio e zuccheri aggiunti nella dieta. Tuttavia, lo stesso modello di aumento non era presente per la componente casearia della dieta. Credito: Dr. Jessica Thompson, epidemiologa ricercatrice presso l'USDA Agricultural Research Service

Lo scopo dello studio era determinare se una singola domanda diretta potesse essere un sostituto o un'aggiunta a questionari nutrizionali completi che sono spesso utilizzati nella ricerca nutrizionale come strumento di screening per gli studi nutrizionali. La salute autovalutata ha dimostrato di essere un predittore affidabile di malattia e morte in studi precedenti, ma si sa poco sulla relazione tra la qualità della dieta autovalutata e la vera qualità della dieta.

Il National Health and Nutrition Examination Survey, un'indagine semestrale sulle persone negli Stati Uniti che li rappresenta a livello nazionale, ha fornito i dati per questa ricerca. Ai partecipanti è stato chiesto di compilare moduli completi di richiamo alimentare di 24 ore e di valutare la loro dieta come eccellente, molto buona, buona, giusta o scarsa.

La qualità della dieta di ogni partecipante è stata valutata dai ricercatori utilizzando questionari di richiamo dei pasti. Frutta, verdura, cereali integrali, grassi sani, latticini a basso contenuto di grassi, frutti di mare e proteine ​​vegetali sono alcuni esempi di alimenti che sono stati classificati come sani. Cereali raffinati e pasti ricchi di sale, zuccheri aggiunti o grassi saturi erano tra gli alimenti ritenuti meno nutrienti.

Grafico della qualità della dieta impreciso

Per i partecipanti che hanno valutato in modo impreciso la salute della loro dieta, i punteggi di qualità della dieta erano generalmente più alti nel gruppo con cattiva cognizione rispetto agli altri quattro gruppi di cognizione in termini di qualità complessiva della dieta (indice di un'alimentazione sana totale). [HEI] punteggio) e componenti della frutta, sodio e zuccheri aggiunti nella dieta. Lo stesso schema non era presente nelle verdure e nei componenti lattiero-caseari della dieta. Credito: Dr. Jessica Thompson, epidemiologa ricercatrice presso l'USDA Agricultural Research Service

Lo studio ha rivelato lacune significative tra i risultati calcolati dal ricercatore e il modo in cui i partecipanti hanno valutato la loro dieta. Degli oltre 9.700 partecipanti, circa 8.000 (circa l'85%) hanno valutato in modo impreciso la qualità della loro dieta. Di questi, tutti (99%) hanno sopravvalutato la correttezza della loro dieta.

all'improvviso ,[{" attribute="">accuracy was highest among those who rated their diet as poor, among whom the researcher’s score matched the participant’s rating 97% of the time. The proportion of participants who accurately assessed their diet quality ranged from 1%-18% in the other four rating categories.

Thomson said further research could help to elucidate what factors people consider when asked to assess their diet quality. For instance, it would be helpful to know whether people are aware of particular dietary recommendations and whether they take into consideration where their food is purchased or how it is prepared.

“It’s difficult for us to say whether U.S. adults lack an accurate understanding of the components of a healthful versus unhealthful diet or whether adults perceive the healthfulness of their diet as they wish it to be—that is, higher in quality than it actually is,” said Thomson. “Until we have a better understanding of what individuals consider when assessing the healthfulness of their diet, it will be difficult to determine what knowledge and skills are necessary to improve self-assessment or perception of one’s diet quality.”

Meeting: NUTRITION 2022 LIVE ONLINE

#Arent #Eating #Healthy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.