Smoking while wearing mask may promote vascular dysfunction, worsening CV health

Fonte/Informazioni

Divulgazioni: Un autore ha segnalato una consultazione per Cardioovum, Crannmedical, Innovheart, Meditrial, Replycare e Terumo. Ikonomidis e altri autori non hanno riportato alcuna informativa finanziaria rilevante.

Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Per favore riprova più tardi. Se il problema persiste, contattare customerservice@slackinc.com.

I risultati di uno studio di un unico centro hanno mostrato che la reinalazione di monossido di carbonio tra i fumatori mentre indossano una maschera promuove la compromissione vascolare e può peggiorare la salute del CV.

In un'analisi di adulti fumatori di sigarette convenzionali o non combustibili ma privi di CVD al basale, i ricercatori hanno scoperto che tutti i marker vascolari, inclusi la velocità dell'onda del polso, l'indice di aumento e la pressione sistolica, erano più alti 8 ore dopo aver indossato la maschera rispetto a ai periodi. di non indossare una maschera, mentre non sono state osservate differenze tra i non fumatori.

Rappresentazione grafica dei dati presentati nell'articolo
I dati sono stati derivati ​​da Ikonomidis I, et al. Eur J Ex Cardiol. 2022; doi: 10.1093/eurjpc/zwac101.

"Lo studio indica che fumare qualsiasi prodotto del tabacco è diventato più pericoloso durante la pandemia di COVID-19 a causa della necessità di indossare una maschera per lunghe ore", Ignazio EconomidiDottore in medicinadottorato di ricerca, FESCE il Lo ha affermato in un comunicato stampa il professore assistente di cardiologia presso l'ospedale Atticon, affiliato alla National Kapodistrian University di Atene, in Grecia. "Precedenti ricerche hanno dimostrato che la scarsa funzionalità dei vasi sanguigni è collegata a problemi cardiaci e morte prematura".

Per un mese, Economides e colleghi hanno analizzato i dati di 40 fumatori di sigarette convenzionali, 40 fumatori di sigarette non bruciate e 40 non fumatori della stessa età e sesso che erano personale medico in un ospedale di cura terziaria. L'età media dei partecipanti era di 45 anni. Il 28% erano uomini. I ricercatori hanno misurato il monossido di carbonio esalato in parti per milione (ppm) con un dispositivo convalidato, nonché la velocità delle onde del polso (PWV), l'indice di aumento della frequenza cardiaca modificato e la pressione sistolica centrale mediante un analizzatore delle onde del polso convalidato. Le misurazioni di base sono state effettuate al mattino presto dopo una notte di sonno senza l'uso di alcuna maschera. I ricercatori hanno quindi assegnato in modo casuale i partecipanti una seconda volta al termine di un turno mattutino di 8 ore indossando una maschera in ospedale o al termine di un periodo di 8 ore al mattino senza maschera durante le attività fuori dall'ospedale. I partecipanti sono quindi passati alla terza valutazione al termine di un periodo di 8 ore senza mascherina fuori dall'ospedale dopo un turno mattutino, o dopo un periodo di 8 ore indossando una mascherina durante un turno pomeridiano in ospedale. I ricercatori hanno incaricato i partecipanti di non fumare per almeno un'ora prima delle misurazioni per evitare qualsiasi effetto grave del fumo.

I risultati sono stati pubblicati in una lettera di ricerca in Giornale europeo di cardiologia preventiva.

Rispetto alle misurazioni di base, l'aumento del monossido di carbonio tra i fumatori di sigarette convenzionali era maggiore mentre indossavano la maschera rispetto a quando non indossavano la maschera per 8 ore, con una differenza assoluta di 9,45 ppm (IC 95%, 8,01-10,88) rispetto a 4,15 ppm ( 95). %CI, 3,15-5,14; P .001). Tra i fumatori di sigarette non combustibili, il monossido di carbonio esalato è aumentato da 1,15 ppm al basale a 1,43 ppm senza maschera e 2,2 ppm con maschera. Tra i non fumatori, il monossido di carbonio esalato non differiva tra i periodi di riferimento, senza maschera e senza maschera.

Per i fumatori di sigarette convenzionali e per i fumatori di sigarette non combustibili, tutti i marker angiogenici sono aumentati dopo 8 ore con o senza indossare la maschera rispetto alle misurazioni di base (P .05). Nei non fumatori, l'uso della maschera non ha influenzato i marker vascolari (S > .05).

I ricercatori osservano che è necessario un periodo di follow-up per scoprire se un aumento dei punteggi misurati mentre si indossa una maschera è associato a una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari.

"Rispetto ai fumatori di sigarette combustibili, i consumatori di sigarette non combustibili avevano livelli più bassi di monossido di carbonio essenziale e un aumento inferiore del danno vascolare mentre indossavano una maschera", ha affermato Ikonomidis nella dichiarazione. "Tuttavia, i risultati mostrano che fumare qualsiasi prodotto del tabacco mentre si indossa una maschera può portare a una maggiore compromissione della funzione vascolare rispetto ai periodi senza l'uso della maschera, almeno in parte a causa della maggiore inalazione di monossido di carbonio e/o di vapori ricchi di nicotina. i risultati forniscono più slancio a tutti i fumatori per liberarsi dell'abitudine".

#Smoking #wearing #mask #promote #vascular #dysfunction #worsening #health

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin diam justo, scelerisque non felis porta, placerat si. Vestibulum ac elementum massa. In rutrum quis risus quis sollicitudin.

navigation
newsletter
contact info
1, My Address, My Street, New York City, NY, USA